Antonella Clerici dalla parte di Emma (e delle donne): “Voletevi bene e fregatevene”

Bellissime le parole che Antonella Clerici ha speso per Emma (e, in fondo, per tutte noi) contro il bodyshaming

Delle sue splendide esibizioni a Sanremo 2022, non è certo rimasto solo qualche look scintillante (e da alcuni considerato sopra le righe): Emma Marrone ci ha regalato bellissime emozioni, e ridurre tutto ad un paio di calze a rete è quantomeno deludente. Senza parlare del bodyshaming, ovviamente. La cantante salentina ha ricevuto durissime critiche, alle quali ha risposto a meraviglia. Ma anche Antonella Clerici ha voluto dire la sua, lanciando un messaggio importante.

Antonella Clerici, il supporto a Emma

Nei giorni scorsi, Emma ha ricevuto alcune critiche ad uno dei suoi look sfoggiati sul palco dell’Ariston. Quest’anno, in gara con una canzone bellissima, l’artista ha infatti scelto abiti splendidi e molto audaci, perfettamente in linea con il suo carattere grintoso. Ma a quanto pare non tutti hanno apprezzato la sua sensualità: “se hai una gamba importante eviti di mettere le calze a rete” – aveva affermato un giornalista commentando l’esibizione della cantante. Come se, poi, in quel momento fosse davvero la cosa più importante.

Emma ha già risposto brillantemente alle critiche, ma Antonella Clerici non è voluta rimanere in silenzio davanti a quello che è, a tutti gli effetti, un atto di bodyshaming. “Mi ha colpito molto la sua storia. Ma siamo impazziti?” ha affermato la conduttrice, in diretta durante l’ultima puntata del suo show È sempre mezzogiorno. E, facendo riferimento alla frase incriminata, ha proseguito: “Proprio perché hai una bella gamba devi mettere le calze a rete. E poi era elegantissima, la più bella del Festival di Sanremo“.

Ma quel che più ha tenuto a ricordare è che gli hater possono fare molto male, anche con poche e semplici parole: “Devo dire che è un brutto messaggio per le ragazze, che già si sentono molto inadeguate. Invece non è vero. Ricordatevi che è l’unicità a fare la differenza, non il fatto di conformarsi a quello che fanno tutte. Io lo dico sempre, ho costruito il mio successo proprio dalle mie imperfezioni, e questa è stata forse la mia forza. Siate uniche e voletevi bene per quello che siete. Tanto non si può piacere a tutti. Fregatevene”.

Emma Marrone contro gli hater

Le splendide parole di Antonella Clerici hanno colpito nel segno. E vanno a sostegno del messaggio che Emma si impegna a diffondere da tempo, lo stesso messaggio che quest’anno ha portato a Sanremo con il suo brano Ogni volta è così. Nella sua lotta per la parità e per i diritti delle donne, la cantante ha più volte parlato di bodyshaming. Ora lo ha vissuto sulla sua persona, seppure in forma malcelata, e su Instagram ha immediatamente messo a tacere le critiche.

Questo “bodyshaming con il linguaggio politically correct” – così lo ha definito – non l’ha certamente resa più vulnerabile. Le ha solo dato una prova in più, se mai ce ne fosse bisogno, dell’importanza di continuare per la sua strada, affinché ogni donna possa finalmente ottenere il rispetto che le è dovuto. Perché, in fondo, il rispetto passa anche da questi piccoli dettagli, da queste critiche “innocenti” che sminuiscono una persona puntando solamente all’aspetto fisico.