Fitness e benessere a letto: quale relazione tra le due dimensioni

Stare bene con il proprio corpo rimane un fattore fondamentale e fa bene anche alla dimensione intima. Scopriamo la connessione tra fitness e benessere a letto

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Fitness e dimensione intima

Il corpo ha bisogno di stare bene e il movimento rimane la migliore medicina. Attraverso il movimento fisico noi scopriamo i nostri limiti e li superiamo. Sentire il corpo dovrebbe essere la condizione normale, ma di fatto lo sentiamo o ci “accorgiamo di lui” solo quando abbiamo dolori o ci facciamo male. Invece, sarebbe importante mantenere un contatto costante con le sensazioni e con i segnali che il corpo ci manda. Lo abitiamo tutti i giorni e tutti i giorni il corpo ci dice cosa ci fa bene, cosa ci va, di cosa vogliamo alimentarci non solo nel senso della dieta ma anche delle cose che guardiamo, leggiamo, scopriamo. Quando siamo in contatto con un’altra persona le emozioni e le cose che sentiamo si sommano e si moltiplicano e gestirle diventa un piacere, se stiamo bene, o un carico, se non siamo in contatto con cosa ci piace e cosa amiamo.

Il fitness ci aiuta a scoprire la nostra pigrizia, la nostra spinta vitale, i nostri limiti e le nostre paure. A volte le ginocchia sono rigide per orgoglio, le anche si muovono poco per mancanza di piacere, le spalle si bloccano per paura e le caviglie non sono flessibili per mancanza di indipendenza e spirito curioso. Il corpo ha una connessione grande con la mente e lo stato emotivo e se gli facciamo fare sempre le stesse cose non scopriamo nulla di nuovo sulla nostra persona. Anche solo fare un semplice squat ci fa entrare in contatto con tutte le aree dei glutei, con le gambe, con l’inclinazione della schiena. Gli affondi ci dicono molto sulla nostra voglia di piegarci e faticare. Il plank ci dice molto sulla nostra resistenza, sulla nostra forza. A volte saltare o fare i jumping jack ci fa scoprire con quanta fatica o con quanta gioia spostiamo la nostra massa. Ogni esercizio diventa un modo per vivere sempre al meglio nel nostro corpo e riuscire quindi a condividere il piacere. Migliora la confidenza con il corpo e la fiducia in se stessi/e.

Cercate sempre di fare la giusta dose di sport, non affaticate il fisico, altrimenti si creano risultati controproducenti e si finisce con l’abbassare il livello della libido e del desiderio. Praticare attività fisica in modo regolare rimane la scelta migliore, senza eccedere, senza forzarvi, mantenendo un buon contatto con il vostro equilibrio psicofisico in modo da poterlo condividere con il partner. Potete provare a sentire se preferite fare sport prima di fare sesso o dopo, per ciascuna persona questa condizione cambia e in alcuni casi fare sport prima migliora la prestazione sessuale.

Benessere a letto e piacere

Se, guardandovi allo specchio, non vi piace l’immagine che lo specchio restituisce, anche darvi a un’altra persona diventa complesso. Se invece lavorate sul vostro aspetto fisico a mantenete in salute le vostre funzioni vitali, anche la sfera intima ne risente positivamente. La durata e l’aspetto qualitativo dell’incontro con il partner migliorano in quanto il tono muscolare e la resistenza vengono potenziati. Se ultimamente sentite anche di avere poca energia o voglia di fare l’amore, sappiate che il fitness promuove anche l’appetito sessuale e questo si deve al rialzo di endorfine, gli “ormoni della felicità”, che permettono di gestire meglio lo stress, aiutano a ridurre l’ansia e contribuiscono a una sensazione generale dell’entusiasmo.

Se si decide di fare sport con il partner, migliora anche l’intesa sia a livello fisico che emotivo e ci si conosce in un contesto diverso da quello quotidiano. Si possono fare degli allenamenti in coppia, dei workout in due. I movimenti fluidi e precisi che si imparano nelle sessioni possono giocare un ruolo importante anche a letto. Fare movimento regolarmente aiuta a imparare come gestire il pavimento pelvico, rinforzarlo, imparare a rilassarlo. La percezione del piacere dipende molto dalla salute del pavimento pelvico. Tenere in buona salute anche la connessione tra addominali e gambe (specie interno coscia) permette di migliorare la circolazione; se si alzano le gambe o si fanno esercizi tenendole in alto ecco che si vanno a rilassare e rinforzare le terminazioni nervose che scorrono lungo l’interno coscia. Piano piano si arriva a comprendere che allenarsi diventa un piacere come fare l’amore e viceversa; entrambe le pratiche fanno dimagrire e permettono di bruciare grassi in modo graduale. Tanto nel sesso quanto nell’esercizio fisico, si deve poi controllare e gestire l’appetito e non fiondarsi sul cibo.

Per quel che riguarda le persone di genere maschile, l’attività fisica protegge dall’impotenza in quanto previene eventuali disturbi vascolari. A livello delle arterie nel tempo si possono formare quelle placche lipidiche che, occludendo parzialmente i vasi, impediscono una corretta irrorazione degli organi sessuali maschili e lo sport aiuta ad arginare questo rischio, riducendolo molto. Anche per le donne vale la stessa cosa, in quanto gli organi genitali sono maggiormente lubrificati e aumenta la capacità di raggiungere un orgasmo in quanto la circolazione sanguigna va a braccetto con il benessere cardiovascolare e si collega a un’eccitazione raggiungibile in modo armonioso ed efficace.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fitness e benessere a letto: quale relazione tra le due dimensioni