Vuoti di memoria, le cause più comuni. Non è sempre Alzheimer

Secondo una recente ricerca, dei momentanei vuoti di memoria potrebbero essere causati da situazioni particolarmente stressanti. Non sempre quindi è un sintomo di Alzheimer.

Vi capita di avere dei vuoti di memoria? Se sono momentanei e non ricorrenti, potrebbe trattarsi di semplice stress. Ecco a cosa fare attenzione.

I ricercatori del Centre for Studies on Human Stress del Louis-H. Lafontaine Hospital, hanno condotto uno studio in collaborazione con l’Università di Montreal che ha messo in luce come durante eventi stressogeni, la memoria possa risentirne temporaneamente. Ciò vale soprattutto per gli anziani. Il spiegazione è legata alla produzione di cortisolo, che si ha  quando si è stressati, che sarebbe in grado di alterare le capacità mnemoniche.

I vuoti di memoria però possono essere causati anche da consumo di alcol o sostanze stupefacenti, grande stanchezza, bassa pressione, depressione, malfunzionamento patologico della tiroide, alcuni farmaci o traumi cranici.

A proposito di amnesie momentanee dovute all’assunzione eccessiva di alcol, è bene sapere che quest’ultimo può avere effetti durevoli sul cervello, fino a provocare un deterioramento permanente. Questo perché l’alcol danneggia alla lunga il lobo frontale, zona del cervello in cui risiedono le funzioni cognitive correlate alla memoria a breve e lungo termine. Il rischio di amnesia aumente poi se oltre a consumare alcol si assumono dei farmaci sedativi nello stesso lasso di tempo.

I soggetti più a rischio sono uomini e donne di mezza età e la probabilità cresce in chi consuma alcol oppure se sottoposti a situazioni stressanti. Fortunatamente qualcosa si può fare per mantenere la memoria efficiente, oltre al banale suggerimento di stare alla larga da alcol, droghe, stress, è raccomandato mantenersi attivi fisicamente e mentalmente, facendo sport, cruciverba, viaggiando e leggendo per esempio, oltre ad avere un’alimentazione sana e bilanciata.

Se i vuoti di memoria diventano frequenti è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per indagarne l’origine.

Vuoti di memoria, le cause più comuni. Non è sempre Alzheimer