Artrite reumatoide, come scoprire e riconoscere le malattie sorelle

Dal Lupus alla artropatia psorisiaca: le malattie reumatiche assumono caratteristiche diverse. I sintomi delle più comuni e gli esami per scoprirle

Federico Mereta Giornalista Scientifico

Dolore, infiammazione, malessere. All’origine di queste situazione, e soprattutto nelle donne, in alcuni casi possono esserci le malattie reumatiche. La diagnosi deve essere più precoce possibile ed è lo specialista, in base agli esami, a riconoscere qual è la patologia che sta attaccando non solo le articolazioni ma anche organi diversi.

Non è sempre semplice: esiste un vero e proprio “arcipelago” delle malattie reumatiche, che assumono caratteristiche diverse. Per saperne di più su quelle più comuni, a parte l’artrite reumatoide, ecco, in breve, alcune caratteristiche da conoscere.

Lupus Eritematoso Sistemico (LES)

Il Lupus Eritematoso Sistemico è legato alla produzione di autoanticorpi che attaccano le varie componenti dell’organismo stesso causando infezioni e danni tessutali. Può colpire la pelle, le articolazioni, il cuore, i polmoni, i reni, il fegato, il sistema nervoso e la parete interna dei vasi.

Come si manifesta. Il quadro varia da persona a persona: in circa tre malati su dieci (si tratta soprattutto di donne), sono presenti i classici segni della pelle come l’eritema a farfalla. Possono essere presenti anche debolezza, febbre, tendinite, pleuriti, cali di peso e anemia.

Come si scopre. Per fare la diagnosi – la malattia viene spesso riconosciuta con un ritardo di anni – occorre un attento esame clinico. Il sospetto va sempre confermato con esami del sangue come la ricerca di autoanticorpi  specifici.

Malattia di Sjogren

La malattia di Sjogren è una malattia infiammatoria che porta alla distruzione delle ghiandole esocrine, come quelle che producono sudore, saliva o lacrime, e all’attivazione dei linfociti, particolari globuli bianchi. Colpisce soprattutto le donne dopo i 40 anni.

Come si manifesta. Visto che le ghiandole non producono i liquidi organici, tra i segni principali ci sono la secchezza delle mucose, scarsa produzione di lacrime e di sudore. Inoltre possono manifestarsi dolori alle articolazioni e lesioni della pelle oltre che dei vasi sanguigni.

Come si scopre. La visita del medico è fondamentale. Esistono poi test specifici, come ad esempio la scialografia (controllo con mezzo di contrasto delle ghiandole salivari, biopsie sulle stesse ghiandole ed esami del sangue mirati.

Malattia di Paget

La Malattia di Paget è una malattia metabolica dell’osso caratterizzate da un aumento del riassorbimento del tessuto osseo con formazione di nuovo tessuto che causa deformità scheletriche legate alla crescita anomala dell’osso stesso. Quindi le ossa sono più grandi e fragili.

Come si manifesta. Il quadro è caratterizzato dalla presenza di sintomi molto sfumati, a volte del tutto assenti. In qualche caso sono presenti dolori alle ossa insieme con una spiccata rigidità delle articolazioni.

Come si scopre. La crescita abnorme delle ossa insieme alla visita del medico indirizzano la diagnosi. La valutazione della fosfatasi alcalina (esame del sangue), insieme all’esame delle urine e al controllo radiografico delle ossa offrono indicazioni importanti.

Artropatia psoriasica

La psoriasi è una malattia della pelle: nel 36 per cento circa dei casi di patologia cutanea coinvolge però anche le articolazioni, con la comparsa di infiammazione e dolore a carico di queste. In alcuni casi compaiono addirittura erosioni delle articolazioni.

Come si manifesta. La patologia porta in genere ad un forte affaticamento  e al coinvolgimento di articolazioni diverse. Quasi sempre sono colpite soprattutto le articolazioni e i tendini delle dita delle mani e dei piedi, più raramente colonna vertebrale ginocchia, caviglie e polsi.

Come si scopre. La comparsa di dolore articolare in persone che soffrono di psoriasi è spesso indicativa del coinvolgimento delle articolazioni. In molti casi occorre comunque escludere altre patologie reumatiche con test opportuni.

Sclerodermia

La sclerodermia porta ad un indurimento della pelle – da cui il nome, ma può interessare numerosi altri organi del corpo. Interessa soprattutto le donne e può essere localizzata oppure sistemica, cioè diffondersi rapidamente in vari distretti.

Come si manifesta. Il quadro si caratterizza per la pelle diventa tesa e indurita, con comparsa di lesioni, oltre alla presenza di infiammazione delle articolazioni. Possono manifestarsi anche lesioni del cuore, dell’apparato respiratorio, delle vie urinarie, dell’esofago e dell’intestino.

Come si scopre. Oltre ai segni classici della patologia, per arrivare alla diagnosi si cercano spesso anticorpi specifici mirati contro componenti dell’organismo, come gli anticorpi ani-nucleo, i cosiddetti Ana.

Spondilite anchilosante

La spondilite anchilosante una malattia reumatica che interessa soprattutto la colonna vertebrale, che può diventare addirittura rigida e sempre meno mobile, oltre ad altre articolazioni. Più raramente sono interessati gli occhi, i polmoni e le valvole del cuore.

Come si manifesta. Il mal di schiena è il sintomo più classico. Si manifesta soprattutto con il riposo mentre si attenua con il movimento. Le infiammazione delle articolazioni colpiscono soprattutto i tendi di Achille e la pianta del piede.

Come si scopre. Nel 70-90 per cento dei malati è presente un particolare marcatore genetico, l’antigene di istocompatibilità HLA-B27. In ogni caso la diagnosi arriva spesso in ritardo, anche perché la radiografia della colonna può essere del tutto negativa all’inizio. Utile è invece la risonanza magnetica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Artrite reumatoide, come scoprire e riconoscere le malattie sorelle