Che fine ha fatto Nicoletta Braschi, la moglie di Roberto Benigni

Nata nel 1960 e più volte a fianco del celebre consorte sul set cinematografico, oggi la Braschi si dedica soprattutto al teatro

Nicoletta Braschi, nata a Cesena nel 1960, dal 1991 è la moglie di Roberto Benigni. Più volte elogiata pubblicamente dal celebre consorte – che le ha anche dedicato uno dei tanti premi vinti per i suoi film – ha alle spalle studi classici e la frequentazione dei corsi presso l’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma, presso la quale si è diplomata.

L’attrice – che lavora anche nel mondo della produzione grazie a Melampo Cinematografica, realtà fondata nel 1991 da lei e da Benigni – è oggi molto impegnata in teatro. La moglie di Roberto Benigni, che ha recitato accanto a lui in film di grande successo come Tu Mi TurbiJohnny Stecchino e La Vita è Bella, sta per esempio portando sul palco uno spettacolo della stagione teatrale del Comune di Pitigliano (delizioso borgo della provincia di Grosseto famoso soprattutto per il suo caratteristico centro storico).

Nel corso degli anni, archiviati successi cinematografici come Pinocchio e La Tigre e la Neve, la Braschi ha dedicato davvero tante energie all’arte teatrale. Per rendersene conto basta rammentare la presenza del suo nome nel cartellone di una delle stagioni del Teatro Metastasio di Prato.

Quando si parla degli impegni professionali di Nicoletta Braschi negli ultimi anni è doveroso citare la sua partecipazione alla giuria della Cinéfondation e Cortometraggi del Festival di Cannes nel 2013. 

Decorata con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 2005, la Braschi è anche dottoressa di ricerca honoris causa in Legge presso l’Università di Toronto dal 2015. Tornando un attimo al suo lavoro artistico è bene specificare che, nel 2018, è tornata al cinema dopo 15 anni.

Lo ha fatto per Lazzaro Felice, terza fatica cinematografica della regista e sceneggiatrice fiorentina Alice Rorhwacher (sorella dell’attrice Alba, star di film come Perfetti Sconosciuti). Nella pellicola che l’ha vista tornare su un set cinematografico a più di dieci anni da La Tigre e la Neve, la Braschi interpeta il personaggio di una donna dal carattere particolarmente forte e spigoloso (per impersonarla ha dovuto riprendere a fumare dopo diverso tempo).

Assente dai social – non ha né Instagram, né Facebook – l’attrice, nel 2012, è rimasta coinvolta in un incidente causato dalla perdita del controllo della vettura su cui viaggiava da parte dell’autista, messo in difficoltà da un raggio di sole. La moglie di Benigni ha riportato una ferita al volto di cui rimane una vistosa cicatrice.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Che fine ha fatto Nicoletta Braschi, la moglie di Roberto Benigni