Le paure del Principe Carlo: quel momento che teme da tutta la vita

Il Principe Carlo si prepara da una vita a diventare Re, ma teme quel momento più di ogni altra cosa al mondo

Si può attendere qualcosa per cui ti prepari per tutta la vita, ma al contempo temerlo più di ogni altra cosa? Il Principe Carlo risponderebbe senza indugio di sì. Oggi ha 73 anni ma da sempre è consapevole del ruolo che gli spetta, quello di erede della Famiglia Reale britannica. Carlo è il primo in ordine di successione al trono, ma sa che questo onore – per quanto importante sia – comporta un altro lato della medaglia doloroso e inevitabile: la perdita della Regina Elisabetta, sua madre.

Il Principe Carlo si prepara a diventare Re

Quando nasci nella Royal Family e sei il primo in ordine di successione, tutta la tua vita è proiettata verso quel momento fatidico. Sin da ragazzino il Principe Carlo si prepara a diventare Re ed è consapevole del ruolo che gli spetta e di quanto siano alte le aspettative. Del resto succedere alla Regina più longeva che il Regno Unito abbia mai visto non è un’impresa da poco.

Come riporta il Mirror, secondo un importante biografo reale Carlo teme il momento in cui prenderà le redini della Famiglia Reale e del regno e, da uomo emotivo e sensibile quale è, pensa da sempre a ciò che questo momento comporterà per il suo cuore. Non è soltanto una questione di responsabilità – che non è poco – ma anche, se non soprattutto, questione di cuore. Salire al trono significa prendere il posto della madre non appena lascerà questo mondo. E in fondo nessun figlio è mai pronto per un momento del genere.

L’amore di Carlo per la Regina Elisabetta

Le ansie e le paure del Principe Carlo sono più che comprensibili. È vero che si tratta dell’erede al trono britannico, ma dietro il lato più “istituzionale” si cela quello umano, fatto di emozioni e sentimenti. Carlo ha sempre dimostrato di essere una persona sensibile, caratteristica che spesso in giovane età ha creato contrasti con il Principe Filippo. Agli occhi di un padre d’acciaio come lui appariva come un ragazzo troppo “debole”, forse persino inadatto al ruolo di Re.

Ma il Principe Carlo è sempre andato dritto per la sua strada e, con qualche difficoltà, ha cercato di essere sempre coerente con se stesso, nel bene e nel male. La sua vita è stata impegnativa senza dubbio e la consapevolezza che raggiungere il traguardo più importante comporti anche il dolore più grande lo affligge anche oggi, all’età di 73 anni.

Cresciamo, facciamo le nostre esperienze, ci sposiamo, ci separiamo, diventiamo genitori. Ma non smettiamo mai di essere figli. Come riporta il Mirror, nonostante i tantissimi anni di formazione per il ruolo che lo attende, l’impatto emotivo della perdita della sua amata madre renderà per Carlo tutto estremamente difficile. Già la morte del Principe Filippo lo ha devastato, perciò non vien difficile pensare che impatto avrà sulla sua vita quella della Regina Elisabetta.

La delusione di Carlo: il popolo vuole William

Che non manchino ansie e paure nella vita del Principe Carlo è comprensibile e non solo per la prospettiva del trono o della perdita dell’amata madre. Gli ultimi sondaggi rivelano che il popolo britannico non è poi così lieto che diventi Re, nonostante si stia preparando per questo ruolo praticamente da sempre.

Il popolo chiede a gran voce che la Regina Elisabetta “scavalchi” Carlo a favore del figlio William, il cui indice di gradimento agli occhi dei sudditi cresce esponenzialmente di anno in anno, insieme a quello della moglie Kate Middleton che tutti (soprattutto i giovani) vorrebbero come Regina.

È stato un duro colpo per il principe Carlo, specialmente dopo essersi impegnato non solo per prepararsi al trono, ma anche per stare al passo coi tempi e migliorare la sua immagine pubblica. Ma a quanto pare tutto questo non è bastato.