La Regina di Danimarca supera Carlo, il suo fallimento è sotto gli occhi di tutti

Dove Carlo fallisce, Margherita di Danimarca vince, ricucendo ogni strappo della sua famiglia, e mantenendo fede alla sua modernizzazione della Corona

Se Re Carlo proprio non riesce a far andare d’accordo la sua famiglia, c’è un’altra Sovrana che invece ricucisce con grazia tutti gli strappi. Infatti, Margherita di Danimarca, dopo l’incresciosa spaccatura familiare degli scorsi mesi, dopo la sua decisione di privare alcuni nipoti del titolo reale, è riuscita a Natale a riunire i suoi figli e riprendere quel dialogo interrotto a fine estate. Ancora una sconfitta per Carlo III, che non può più sanare i dissapori tra Harry e William, e non vuole ammetterlo, a differenza della Regina di Danimarca, che ne ha parlato persino nel discorso di fine anno.

Il fallimento di Re Carlo: la famiglia è spaccata

Re Carlo proprio non può farcela: è ormai evidente che ha fallito nel ruolo di padre e di capofamiglia, ma non sembra intenzionato ad ammetterlo. Anzi, la politica degli ultimi mesi è quella del no comment, a ogni titolo sensazionalistico, ad ogni accusa della stampa, ad ogni polemica sollevata da Harry e Meghan Markle.

E intanto i mesi passano, e lui, almeno per quanto ci è concesso sapere, non fa nulla per far riappacificare i suoi figli, sempre più distanti e ormai in guerra. Non solo, vari pezzi della Famiglia Reale si stanno scollando, come il Principe Andrea e le sue figlie, e il nuovo Sovrano resta in silenzio a guardare.

Il suo obiettivo, a questo punto, sembra solo unico: preservare la Corona ad ogni costo, persino quello di vedere la sua famiglia sbriciolarsi. Come ripetuto nel suo discorso di Natale, l’importante è il suo operato, quello della Regina consorte Camilla, e del Principe William con Kate Middleton. Carlo ha fatto una scelta, che pagherà a duro prezzo secondo molti: il silenzio. Ma non sarebbe più giusto ammettere gli errori, riunire le persone a lui più care e trovare un modo per ricucire gli strappi?

La Regina di Danimarca più forte di Carlo

Dove Carlo fallisce, la Regina di Danimarca vince. Margherita II è forte e decisa, e non si lascia impressionare dalla stampa o dalle polemiche. Nel mese di settembre, a differenza del Re inglese, ha tenuto fede alla sua decisione di modernità, privando quattro dei suoi nipoti del titolo di Principi e Principesse, con la “retrocessione” a Conti.

Una scelta strutturale per la Monarchia danese, così snellita, e un gesto d’amore di una nonna verso i suoi nipoti, liberi da ogni costrizione. Quindi, perché questa decisione ha creato tensioni nella Famiglia Reale?

Margherita di Danimarca avrebbe preso questo provvedimento senza consultare i genitori dei quattro ragazzi, il Principe Gioacchino e la Principessa Marie che, furiosi per questo colpo di scena, aveva interrotto ogni rapporto. Fino a qualche settimana fa quando la coppia (che risiede a Parigi), ha fatto ritorno nella terra natia per le vacanze natalizie, riprendendo un dialogo con la Regina e il resto della famiglia.

Amo tutti i miei nipoti allo stesso modo, e sono fiera di tutti loro” ha chiarito la Sovrana nel discorso di fine anno, nel quale ha parlato dei mesi difficili, senza nascondersi come fa Re Carlo. “Si è trattata di una mia scelta, molto sofferta, che ha causato degli strappi, che stiamo ricucendo con il dialogo. Ma era necessaria, per il loro bene”.

Niente no comment, anzi, lo stesso Gioacchino di Danimarca ha parlato pubblicamente della situazione, affermando che ora le cose con la madre vanno meglio, e che lui, sua moglie e i loro figli sono stati felici di rivederla.

Carlo ha solo da imparare, ma certamente continuerà l’inutile nascondino che ha solo rovinato in questi decenni i rapporti tra i Windsor.