Nonna materna, ecco perché è importante in famiglia

E' come una seconda mamma: sostiene materialmente e con affetto la famiglia. Ha un ruolo fondamentale nella crescita dei nipotini

charlotte-gallery

FOTO: CHARLOTTE, LA NIPOTINA PIU’ REGALE DEL MONDO

Così come “la mamma è sempre la mamma” lo stesso vale per la nonna materna, una figura fondamentale nella famiglia. Dà un sostegno materiale, affettivo e morale, custodisce la memoria, garantisce continuità, condiziona la crescita e l’educazione dei nipoti. Se un tempo era affiancata da altre figure nella custodia dei nipotini, oggi molto più spesso si trova da sola a ricoprire questo ruolo.

Non a caso nella maggior parte dei casi, è la persona ricordata con maggiore affetto e molto spesso viene sentita proprio come una seconda mamma. Esistono studi che sottolineano l’importanza della nonna materna nella crescita delle nuove generazioni. I nipoti, infatti, ricordano più facilmente, nel tempo, eventi legati alla casa dei nonni materni, i gesti e le parole d’amore della mamma della loro mamma.

Secondo una ricerca condotta da Ifefromm, a livello psicologico questa dipendenza dipende dal fatto che la madre ha maggiore fiducia nella propria madre e quindi tende ad affidare i figli a lei. Inoltre, come spiega Silvia Vegetti Finzi, oggi si è creata una alleanza più stretta tra madri e figlie, dovuta anche all’innalzamento dell’età in cui si vive la gravidanza:

Aumentando gli anni in cui si rimane figlie, nasce una nuova alleanza con la madre. In generale l’asse della famiglia post moderna non è tanto coniugale quanto materno, e in particolare, femminile. Conclusi i compiti educativi, venuta meno la necessità di regolare, terminata la responsabilità genitoriale, nasce tra le due donne un inedito sentimento di amicizia. Molte volte si considerano l’una per l’altra “migliore amica”. Venuta meno la rivalità edipica descritta da Freud, per cui la figlia rimproverava la madre di averla fatta femmina, cioè al sesso socialmente svantaggiato, i loro rapporti sono diventati fluidi e gli scambi felici.

Dunque, la nonna materna gioca un ruolo psicologico fondamentale nella famiglia. Nella maggior parte dei casi le figlie neomamme hanno un’opinione positiva a 360° della loro madre. Non solo quest’ultima aiuta concretamente nella cura dei nipoti, ma è una saggia consigliera, una donna ricca di esperienza che può intervenire in situazioni complicate con consigli adeguati.

Gli studi però sottolineano che le nonne più soddisfatte e quindi che hanno un feeling migliore con figlie e nipoti sono quelle che non si sostituiscono completamente alla figura genitoriale. Insomma, per evitare che le nonne scappino all’estero, non bisogna investirle di responsabilità che non competono loro. Non solo, rendendole troppo presenti nella vita del nipote, per esempio durante i pasti del bambino, si rischia di rompere l’equilibrio famigliare.

Al di là di questi piccoli rischi, la nonna materna è fondamentale nelle settimane appena successive al parto. E’ lei che aiuta la neomamma a entrare nel ruolo di genitore, che la supporta nei momenti difficili col neonato ed eventualmente si sostituisce a lei se vi sono carenze d’affetto dovute alla depressione post partum.

Infine le nonne materne risulterebbero fondamentali nella trasmissioni di informazioni genetiche alle generazioni future.

E voi che rapporto avete con la vostra nonna materna? Commenta e condividi qui!

Nonna materna, ecco perché è importante in famiglia