Grazie, nonni. Perché senza di voi non saremmo ciò che siamo

I nonni, angeli e guide: è grazie a loro che diventiamo ciò che siamo, perché il loro è il primo esempio di saggezza che incontriamo nella vita

Potremmo passare ore a parlare dei nonni. Sì, ognuno di noi ha senz’altro un’esperienza diversa, eppure la verità è che per gran parte dell’umanità queste due persone non sono solo speciali: sono uniche, insostituibili. Sono stelle che brillano nel firmamento delle nostre relazioni e, anche quando non ci sono più, se ne riesce a vedere la luce.

Come mai, però, sono così importanti? Semplice: perché se loro non ci fossero non saremmo ciò che siamo. Esattamente come il sostegno che permette alla vita di cominciare a prosperare, arrampicandosi e diventando sempre più alta e feconda, i nonni sono il primo appiglio d’amore indulgente che incontriamo sul nostro cammino.

L’amore dei nonni nel corso degli anni

Sì, perché diciamolo pure: se a mamma e papà “spetta” il ruolo di amare con un certo rigore per il bene dei piccoli, indirizzandoli con regole e norme che li facciano crescere educati e in salute, ai nonni spetta invece il compito di porto sicuro, quello che ogni tanto strizza l’occhio alla marachella e si fa anche una risata.

Il rapporto fra nonni e nipoti è un rapporto fatto di sorrisi e complicità, di segreti e di dolci passati sotto banco, oltre che di giochi, tenerezze e sì, anche di paghette esorbitanti che in teoria dovrebbero pagare un gelato e nella pratica, invece, permettono di comprare il mondo intero.

Nonna e nipote insieme

La cosa più bella? È che difficilmente, nel corso degli anni, il rapporto con i nonni cambia drasticamente. Persino nella delicata fase dell’adolescenza si tende a vedere il nonno e la nonna non come nemici ma come alleati, come persone che prestano ascolto e non giudicano. E così, l’amore per loro cresce e diventa più forte.

I nonni sono benefici: lo dice anche la scienza

Se il sentimento che proviamo verso i nonni non bastasse a giustificarne il ruolo centrale che hanno nella nostra vita, arriva la scienza a darci delle conferme. Nel corso degli ultimi cinquant’anni sono, infatti, stati svolti centinaia di studi sul rapporto nonni-nipoti. Chiaramente ogni famiglia ha le sue dinamiche, ma prendendo in esame una serie di nuclei familiari con dinamiche funzionali, la figura dei nonni si è rivelata centrale.

Uno studio del 2016 pubblicato sulla National Library of Medicine e su PubMed, per esempio, ha dimostrato che durante l’infanzia la presenza dei nonni influenza positivamente la salute psicologica e fisica dei bambini. Essendo spesso identificati come caregiver secondari, i nonni diventano velocemente un punto di riferimento in grado di orientare le scelte dei piccoli ed essendo, spesso, più indulgenti e comprensivi dei genitori, vengono scelti anche per esporre problemi più “spinosi”.

L'importanza dei nonni nella nostra vita

Inoltre, se è vero che l’educazione resta di competenza dei genitori, la cura e l’accrescimento dell‘intelligenza emotiva sembrano proprio essere il risultato della presenza e degli insegnamenti del nonno e della nonna. Ciò è confermato anche da un altro studio, più recente, svolto dall’Università di Oxford: bambini e adolescenti che hanno visto i propri nonni attivamente coinvolti nella loro vita hanno dimostrato di avere meno problemi emotivi e comportamentali.

In più, è stato dimostrato che il nonno e la nonna impartiscono degli insegnamenti diversi: il nonno, spesso, è associato al tutoraggio e alle attività pratiche, mentre le nonne sono strettamente connesse a momenti di tenerezza, coccole e confidenze. Il loro ruolo, combinato, permette alla personalità e al carattere di svilupparsi nella maniera migliore e più completa.

Niente e nessuno sarà mai come i nonni

Infine, la verità è che nessuno sarà mai come i nostri nonni. Il loro amore è profondo, trascendentale, protettivo, accudente. C’è qualcosa nel loro modo di muoversi, di provare fierezza, di individuare i nostri tormenti che nessun altro potrà mai avere. Non perché gli altri ci amino di meno, no. Semplicemente perché l’amore di una nonna o di un nonno sono tutt’altra cosa.

C’è una sorta di malinconia nell’evoluzione del rapporto tra nonni e nipoti, un filo che ci insegna molto più di quanto potremmo pensare. Anno dopo anno, ci si rende conto che la loro presenza accanto a noi è una vittoria, una conquista, una sfida al tempo. Ed è anche la fragilità di questo legame a renderlo così intenso e irripetibile.

L'importanza dei nonni nella nostra vita

I nonni sono saggezza, sono esempio, sono tenerezza. Sono la prima volta in cui, da bambine/adolescenti o ragazze ci accorgiamo che anche gli adulti hanno bisogno di noi. Nel loro essere enormi sono anche piccoli, nel loro essere giganti sono degli scriccioli da proteggere. E quando se ne vanno, non lasciano un vero vuoto: lasciano uno spazio pieno di insegnamenti, di sguardi che rimangono incastonati nell’anima e che non si allontanano mai dal nostro cuore.

Festeggiare i nonni, farli sentire speciali, farli sentire unici, ascoltarli, è qualcosa che forse, alle volte, diamo per scontato. Ricordiamoci che davvero, non ci sarà nessun altro come loro. E non lesiniamo carezze, abbracci e piccoli gesti di cura: valgono molto, molto più di quanto si possa pensare.