Dieta, le migliori della settimana dal 20 al 26 giugno

Scopriamo i consigli dei nostri esperti per rimanere in forma e ritrovare il benessere attraverso la dieta

L’estate è tempo di vacanze, tanto divertimento e qualche strappo alla regola se si è a dieta. E se uno sgarro ogni tanto è più che concesso, l’importante è adottare un’alimentazione salutare ed equilibrata, soprattutto durante la stagione calda – quando il nostro organismo ha bisogno più che mai di fare il pieno di vitamine e sali minerali. Vediamo quali sono i consigli dei nostri esperti per affrontare questi mesi roventi in perfetta forma.

La dieta contro la ritenzione idrica

Cellulite e ritenzione idrica sono inestetismi molto comuni, che affliggono tantissime donne. Sbarazzarsene è difficile, ma uno stile di vita sano può aiutarci ad affrontare questi disturbi. Curare l’alimentazione è il primo passo per dire addio alle gambe gonfie e all’accumulo di liquidi. “Mangiare in modo sano e leggero, evitando gli eccessi di ogni genere, può prevenire e migliorare il problema” – ci spiega il dott. Corrado Pierantoni, medico specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio e nutrizionista clinico a Lanciano (Ch).

Spazio dunque a frutta, verdura, legumi e cereali, che apportano grandi quantità di fibre. Dovremmo invece fare attenzione al sale, che può peggiorare la situazione: in sostituzione, possiamo utilizzare spezie ed erbe aromatiche. Tra i cibi migliori per far fronte alla ritenzione idrica, ci sono soprattutto l’ananas, le banane, le pesche e l’albicocche. Questi frutti sono ricchi di potassio, che contrasta l’azione del sodio e stimola la diuresi. Inoltre è bene ricordare di bere molta acqua – almeno 2 litri al giorno, consigliano gli esperti.

Cos’è la bioimpedenziometria

Quando si parla di peso in eccesso, si sta valutando un indice che comprende molte voci: dalla massa ossea alla massa grassa, passando per la massa magra muscolare e l’acqua contenuta nel nostro organismo. Saper individuare i valori di ciascun elemento in rapporto al peso totale è molto importante, e l’indice di massa corporea spesso non è sufficiente. La bilancia bioimpedenziometrica ci offre una valutazione molto più affidabile, ed è per questo utilissima per dimagrire con successo, bruciando tessuto adiposo e non, ad esempio, la massa muscolare.

La bioimpedenziometria diventa quindi uno strumento fondamentale da abbinare ad una dieta sana ed equilibrata. E c’è di più: fa finalmente chiarezza su un aspetto molto importante, mostrandoci che non sempre perdere peso significa ridurre la massa grassa. Se si dimagrisce troppo rapidamente, spesso è perché siamo andati a colpire muscoli e acqua presenti nel nostro organismo. Per avere risultati duraturi, la perdita di peso dovrebbe essere graduale e costante: insomma, dobbiamo avere solo un po’ di pazienza.

Come preparare le porzioni di cibo

Chiunque abbia mai fatto una dieta sa che, nella maggior parte dei casi, è importante dosare bene la quantità di cibo che si porta in tavola. Ma pesare tutto con il bilancino, dopo un po’, diventa davvero noioso e limitante – e potrebbe rivelarsi uno dei motivi per cui ci scoraggiamo troppo rapidamente quando siamo a dieta. Per individuare rapidamente il giusto apporto calorico di ogni piatto, c’è un trucchetto molto utile che non richiede alcuno strumento di precisione. Bastano, in effetti, le nostre mani.

Allungando la mano con il palmo rivolto verso l’alto, la sua superficie rappresenta una porzione di carne o di pesce. Chiudendola invece a pugno, possiamo trovare l’esatta quantità di carboidrati per soddisfare il nostro fabbisogno. Infine, posizionandola a coppa avremo la misura ideale per una porzione di frutta o di verdura. Il vantaggio principale (oltre alla comodità) sta nel fatto che in questo modo le quantità di cibo sono proporzionali alle dimensioni della nostra mano – e di conseguenza del nostro corpo.