Una speciale dieta per migliorare il sonno

Esistono dei cibi che, per le loro caratteristiche, migliorano la qualità del sonno. Lo ha confermato di recente uno studio scientifico. In Italia sono 13 milioni le persone che soffrono di questo problema

Oggi esistono diversi tipi di dieta: da quelle dimagranti a quelle disintossicanti, senza dimenticare quella del gruppo sanguigno. Magari qualcuna funziona meglio di un’altra, a seconda anche della motivazione e dell’organismo della persona che si cimenta in questa prova. Ciò che emerge, comunque, è che la scienza dell’alimentazione ci propone un modo sempre diverso di alimentarci a seconda delle caratteristiche specifiche e delle proprietà nutrizionali degli alimenti. Ora è la volta della dieta che migliora il sonno. E la notizia è confermata dalla pubblicazione dello studio su una rivista specializzata, il Journal of Clinical Sleep Medicine.

Si tratta di una novità importante dato che solo in Italia si stima che ci siano circa 13 milioni di persone che soffrono di disturbi legati al sonno. In particolare donne e anziani. Il problema, spesso, nasce da abitudini sbagliate anche a tavola. La ricerca scientifica ha preso in esame per cinque giorni il regime alimentare di un campione di soggetti. Nei primi quattro è stata proposta una dieta controllata, l’ultimo giorno è invece stata concessa una dieta libera.

L’esame di polisonnografia ha dimostrato che nelle prime quattro notti non si sono verificate differenze particolari, mentre dopo la cena libera è emersa una generale riduzione del sonno profondo e un tempo maggiore per addormentarsi. I ricercatori hanno individuato nelle fibre vegetali le alleate migliori del sonno e nei grassi saturi e nello zucchero i peggiori nemici.

Una corretta dieta per migliorare la qualità del sonno dovrebbe quindi prevedere la presenza di alcuni elementi specifici. Partiamo dai semi di zucca. Sono tra gli elementi più ricchi di magnesio, sostanza che aiuta chi soffre di stress e ansia. Ottimo anche il riso integrale, digeribile e ricco di manganese. Il manganese aiuta la sintesi dei grassi e rinforza il sistema nervoso. Altro alimento indicato sono le uova. Facilmente digeribili la sera, le uova forniscono un giusto apporto proteico all’organismo. Anche le spezie come basilico, maggiorana e origano esercitano un’azione molto efficace contro lo stress e aiutano quindi il sonno. Tra i frutti, il più indicato nella dieta è l’albicocca con il suo contenuto a base di potassio, bromo e vitamina B, sostanze che aiutano l’organismo a rilassarsi. Tra le verdure le più indicate sono la lattuga e il cavolo che contengono minerali utili alla depurazione dell’organismo. Chiudiamo con due rimedi classici, ma che si sono confermati validi: una tisana o un bicchiere di latte prima di dormire possono aiutarci a passare una notte piacevole.

Immagini: Depositphotos

Una speciale dieta per migliorare il sonno