Tuorlo d’uovo: un alleato in cucina per la salute dei capelli

Ricchissimo di sostanze antiossidanti, contiene biotina che promuove la crescita e contrasta la comparsa di alopecia

Luana Trumino Editor specializzata in Salute&Benessere

Una chioma sana e lucente esprime anche il nostro stato di salute. Non a caso, quando ci alimentiamo con una dieta sbagliata, i capelli – insieme alla pelle e alle unghie – sono tra le prime zone del corpo a mostrarne i risultati. 

Un alleato per averli sempre belli e idratati è il tuorlo d’uovo: parola della dott.ssa Francesca Beretta, biologa nutrizionista e autrice del libro “Giù la pancia… su il morale”, volume che si prefigge di aiutare i lettori non solo a rimettersi in forma e a ritrovare un giusto peso corporeo, ma che fornisce anche pratici consigli per il benessere psico-fisico e la bellezza.

Inseriamolo, dunque, nella nostra dieta settimanale. In particolare alla fine dell’estate, quando l’esposizione prolungata al sole, e ad altri agenti esterni come vento e salsedine, può aver messo a dura prova la salute dei capelli. 

Cosa contiene

“Il tuorlo d’uovo – spiega la dott.ssa Beretta –  è costituito per il 50% da acqua, e per il restante 50% da lipidi e da proteine. La sua funzione naturale è quella di nutrire e sostenere l’embrione (una nuova vita), ed è per questo motivo che è un vero e proprio concentrato di nutrienti come vitamine (A, B, D, E, acido folico, colina), sali minerali (ferro, rame, fosforo, calcio, potassio, zolfo e zinco), proteine e grassi”. 

“Nel rosso d’uovo – continua l’esperta – è presente anche una buona percentuale di proteine. Queste hanno un altissimo valore biologico, nel senso che contengono tutti gli amminoacidi essenziali, in proporzioni quasi perfette, ottime per la sana crescita del capello. Per questa sua caratteristica, l’uovo è un alimento che consiglio di inserire anche nella dieta degli sportivi con lo scopo di mantenere e preservare la massa muscolare”.

“Altro punto di forza del rosso d’uovo è il suo contenuto di vitamina D, fondamentale per la crescita e la salute di ossa e unghie”. 

Il tuorlo può confermarsi un valido alleato non solo per quanto riguarda la salute del capello, ma anche per pelle e unghie grazie all’alto contenuto di vitamine (soprattutto B12 e del gruppo B) e minerali (specialmente zolfo). Inoltre, contiene biotina, conosciuta anche come vitamina B8: “una sostanza – puntualizza la dott.ssa Beretta – che aiuta in caso di fragilità cutanea; modula la produzione sebacea, dunque è utile in caso di dermatite; irrobustisce la struttura ungueale e migliora l’aspetto di questi tessuti. Per i capelli: ne promuove la crescita e contrasta l’alopecia”.

Buono per il cuore

Molte persone lo escludono dalla propria dieta per paura che possa nuocere al sistema cardiovascolare. Un falso mito. “Essendo un alimento di origine animale – precisa l’autrice del libro – contiene grassi saturi (acido stearico e acido palmitico), ma questi sono per lo più innocui per il sistema cardiovascolare perché non sono quelli responsabili dell’ostruzione dei vasi sanguigni. Sono invece ampiamente rappresentati i grassi buoni protettivi dell’apparato cardiovascolare come l’acido linoleico, che appartiene alla famiglia degli omega 6. 

Il tuorlo contiene, inoltre, una buona quota di lecitina, un fosfolipide, molecola essenziale per costruire le membrane delle cellule, ad azione ipocolesterolemizzante cioè nemico del colesterolo”. 

Da cosa dipende il colore del tuorlo

Il colore del tuorlo può differire, a volte più scuro e altre volte più chiaro. “Questo – racconta la dott.ssa Beretta – dipende dal tipo di mangime che viene consumato dalle galline e dalla razza delle stesse. Infatti, un tuorlo rosso scuro sarà più ricco di carotenoidi (beta-carotene e xantofille) e quindi il miglior tipo d’uovo da assumere per la protezione del capello prima di esporsi ai raggi solari. Invece un tuorlo chiaro arancio/giallo, avrà una maggior quantità di acidi grassi omega 3, ad azione antinfiammatoria”. 

I carotenoidi contenuti nel tuorlo sono dunque sostanze fondamentali perché sono antiossidanti: “proteggono il corpo dai radicali liberi generati dagli stress quotidiani come fumo, smog, alcool, raggi UV, sostanze chimiche, stress psicofisico e infezioni. Inoltre aiutano a prevenire malattie cardiovascolari, patologie dell’occhio e malattie neurodegenerative”.

Ma attenzione. “È sconsigliato mangiare uova o albumi crudi in quanto senza cottura non sono alimenti sicuri dal punto di vista igienico. In più, parlando di estetica, contengono l’avidina, una proteina che impedisce l’assorbimento della biotina”, conclude l’esperta.

Impacco con tuorlo d’uovo 

Oltre a essere assunto attraverso la dieta, il tuorlo d’uovo può rivelarsi un ingrediente ideale anche per un impacco esterno, specialmente per chi tende ad avere i capelli secchi dopo l’esposizione al sole intenso. Realizzarlo è semplicissimo: basta sbattere bene con una forchetta 2 tuorli d’uovo insieme a 2 cucchiai di olio di oliva tiepido. Applica il composto sui capelli asciutti, massaggiando delicatamente il cuoio capelluto e le lunghezze, quindi avvolgi la chioma in un telo e lascia agire il prodotto per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, sciacqua con acqua tiepida e procedi al consueto lavaggio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tuorlo d’uovo: un alleato in cucina per la salute dei capelli