Non dovresti mai rimettere i gusci d’uovo nel cartone, ecco perché

Conservare le uova insieme ai gusci rotti può aumentare il rischio di trasferire i batteri


Sono diverse le abitudini errate che si sviluppano in cucina quando si è tra i fornelli: tra queste c’è quella di rimettere i gusci delle uova rotte nel loro cartone, insieme a quelle ancora integre. Quando durante una preparazione accade che le uova si rompono, l’unica cosa che vi resta da fare è buttarle, perché conservarle potrebbe essere rischioso. Il guscio rotto inoltre andrebbe sempre gettato seguendo le regole della raccolta differenziata.

La conferma di quanto questa pratica di conservazione sia errata arriva dall’Egg Safety Center: non dovremmo mai mettere gusci rotti e uova integre nello stesso cartone. Questo infatti potrebbe aumentare notevolmente il rischio di trasferire il batterio sull’alimento ancora intatto. Si tratta di una pratica scorretta e pericolosa per la salute: quest’azione infatti può dare vita alla cosiddetta contaminazione incrociata, uno dei pericoli più grandi da evitare in cucina.

In generale non è mai una buona idea utilizzare i cartoni per conservare le uova. Essendo infatti questi contenitori non lavabili, possono trasformarsi nell’habitat perfetto per gli agenti patogeni, causa scatenante di molte malattie. Il consiglio è quello di gettare i cartoni portauova da una parte e i gusci dall’altra. Solo così potrete tutelare la vostra salute e quella di chi siederà al vostro tavolo per mangiare.

Tra le altre pratiche scorrette in cucina, che sono diventate ormai un’abitudine domestica, c’è quella di lavare il pollo sotto l’acqua corrente. Questo metodo aumenta di gran lunga il rischio di diffondere i batteri presenti. Un’altra cosa da evitare è quella di mangiare l’impasto crudo dei biscotti preparati con le uova. Anche se avete utilizzato per il vostro impasto uova freschissime, il consumo di queste, quando sono ancora crude, può nuocere in maniera importante sulla salute: quindi è sempre opportuno fare attenzione.

Per quanto riguarda la conservazione delle uova, invece, il consiglio è quello di conservarle nella confezione in cui sono state acquistate. Questo vi consentirà anche di non far assorbire all’alimento gli odori presenti in frigo. Sarebbe meglio tenerle in un ripiano intermedio del frigorifero a una temperatura di 0-4° C. Una buona refrigerazione infatti influisce sulla qualità e sul valore gastronomico delle uova, oltre a evitare contaminazioni batteriche che di solito avvengono tra i 4° e i 60°.

Con queste poche e piccole accortezze riuscirete a portare sulla vostra tavola piatti sempre freschi e sicuri.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Non dovresti mai rimettere i gusci d’uovo nel cartone, ecco&nbsp...