Shirataki o Konjac, la pasta che fa dimagrire: ingredienti e calorie

Mangiare la pasta senza ingrassare è possibile? Provate gli Shirataki o Konjac, poveri di calorie e ricchi di gusto

Gustosa, ma soprattutto con pochissime calorie. Stiamo parlando della pasta Shirataki o Konjac che arriva dall’Oriente, ma viene sempre più utilizzata per tornare in forma anche in Occidente.

Questo alimento di origine asiatica viene prodotto utilizzando la radice di Konjac, un tubero coltivato in Cina e Giappone. Consumato come verdura, sotto forma di farina è l’ideale per preparare una pasta super light, ricca di minerali e fibre, ma povera di calorie.

Quali sono i valori nutrizionali di questo super alimento? Gli shirataki di Konjac contengono solamente 10-20 kcal ogni 100 grammi a seconda della versione che scegliamo. Garantiscono un alto apporto di sali minerali e sono privi di carboidrati e grassi. Per questo sono perfetti da inserire all’interno di una dieta ipocalorica e dimagrante, ma anche per tenere sotto controllo il colesterolo e favorire il transito intestinale.

Vengono consigliati a chi soffre di celiachia, perché sono privi di glutine, inoltre contengono il glucomannano, una sostanza che, entrando in contatto con l’acqua aumenta di volume, favorendo il senso di sazietà, depurando l’organismo e contrastando la fame nervosa.

Questa pasta è utile per chi soffre di intestino pigro e ha bisogno di aumentare l’apporto di ferro, rame, zinco, cromo e calcio. La radice di Konjac infatti è particolarmente nutriente e rappresenta un valido aiuto contro affaticamento e spossatezza.

Dove acquistare questa pasta? Si trova comunemente nei negozi che vendono prodotti biologici, ma anche in quelli specializzati in alimentazione per celiaci, poiché sono un cibo gluten free. Si può acquistare in due versioni differenti: secca oppure in ammollo. Gli shirataki secchi vanno cotti come una normale pasta, mentre quelli in ammollo si possono consumare immediatamente, basta eliminare tutto il liquido di vegetazione, sciacquarli sotto l’acqua corrente e poi saltarli in padella con un condimento a piacere.

Come mangiarli? Potete condire questa pasta con verdure di stagione, ma anche proteine magre. Provate ad esempio gli shirataki con zucchine bollite e gamberetti, ma anche con bocconcini di pollo oppure con pomodorini e olive. Non solo: questa pasta è ottima pure per preparare una carbonara, una gricia oppure una amatriciana super light.

Shirataki o Konjac, la pasta che fa dimagrire: ingredienti e calo...