Puntarelle: migliori la salute dell’intestino e fai il pieno di antiossidanti

Tipiche dei mesi invernali, queste verdure sono ricche di acqua, fibre, vitamine ed estremamente versatili in cucina

Presenza costante nella cucina del Centro Italia, le puntarelle sono i germogli di una delle varietà della cicoria catalogna. Tipiche dei mesi invernali, sono caratterizzate da diversi benefici. Tra questi è possibile citare la presenza di fibre, nutrienti fondamentali per favorire il transito intestinale, ma anche quella di sostanze antiossidanti come la vitamina C.

Le loro proprietà sono conosciute fin da tempi molto antichi. A dimostrarlo ci pensa la citazione negli scritti di Galeno, considerato uno dei padri della medicina. Coltivate soprattutto in Puglia e in Campania, sono contraddistinte da un apporto energetico pari a 23 calorie ogni 100 grammi.

Tra gli altri motivi per cui vale la pena introdurle nella dieta è possibile citare anche l’elevato contenuto di acqua. Ogni etto di puntarelle ne apporta infatti 93 grammi. Alla luce di questa peculiarità, quando le si nomina si inquadrano delle verdure dall’ottima efficacia diuretica.

Come ricordato dagli esperti di Humanitas, le puntarelle sono contraddistinte dalla presenza di diversi minerali importanti per la salute. In questo novero troviamo il calcio, fondamentale per il benessere delle ossa, ma anche il ferro, il fosforo, il magnesio, il sodio e lo zinco.

Le puntarelle sono altresì caratterizzate da un interessante contenuto di potassio, minerale che favorisce l’efficienza della contrazione delle fibre muscolari e, di conseguenza, essenziale per la salute del cuore. Tornando un attimo alle sostanze antiossidanti è impossibile non citare la vitamina A, avente un ruolo a dir poco rilevante per il benessere della vista.

Se si decide di introdurle nella dieta è consigliabile imparare a sceglierle bene. Ciò vuol dire concentrarsi su cespi il più possibile turgidi e compatti, caratterizzati dalla presenza di foglie ancora chiuse.

Per quanto riguarda le interazioni tra il consumo di puntarelle e l’assunzione di determinati farmaci, per ora in letteratura medica non sono presenti casi degni di nota. In ogni caso, prima di cominciare a mettere nel piatto queste verdure è bene consultare il medico curante.

In mancanza di problemi non resta altro che dare spazio alla creatività ai fornelli! Tra le ricette possibili ricordiamo l’insalata di puntarelle alla romana, le puntarelle cotte, così come il mix, gustoso e nutriente, fave e puntarelle.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Puntarelle: migliori la salute dell’intestino e fai il pieno di ...