Oli essenziali per profumare casa: preparazioni e proprietà

Gli oli essenziali sono sostanze prodotte dalle piante che possono essere utilizzati per profumare casa in modo naturale ed ecologico. Vediamo come

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cosa sono

Gli oli essenziali sono molecole volatili complesse e profumate prodotte da diverse piante. Numerose specie vegetali sintetizzano oli essenziali per difendersi dall’attacco di batteri, funghi o malattie, oppure per comunicare tra loro o, ancora, per attirare insetti impollinatori utili per la riproduzione delle piante. In alcune piante gli oli essenziali vengono prodotti in organi specifici e si trovano concentrati in un tessuto in particolare, ad esempio nelle foglie o nei fiori, nella corteccia o nei frutti.

Poiché gli oli essenziali presentano numerose proprietà, fin dall’antichità abbiamo imparato ad apprezzarne l’uso, oltre al profumo gradevole. Un tempo le essenze venivano ricavate macerando le piante in sostanze grasse o la bollitura in acqua oppure bruciando le piante per diffonderne l’aroma e profumare o ripulire l’ambiente. Con il tempo si sono poi diffusi metodi di estrazione più efficaci, con i quali isolare gli oli essenziali. Oggi le essenze disponibili in commercio possono derivare da estrazioni con solvente, spremitura o distillazione, cioè estrazione in corrente di vapore. Gli oli essenziali sono ampiamente sfruttati in aromaterapia, in cosmesi e in cucina, come aromatizzanti. Poiché si tratta di sostanze gradevolmente profumate, si utilizzano anche per profumare casa in modo naturale ed ecologico.

Proprietà

Gli oli essenziali sono dotati di interessanti proprietà che possono essere sfruttate per risolvere piccoli disturbi, migliorare il benessere psicofisico, trattare problematiche della pelle, ma anche per pulire e profumare casa in modo ecologico.

La maggior parte degli oli essenziali ha proprietà antimicrobiche ed è utilizzata contro infezioni batteriche, virali o micotiche. Molti oli essenziali, tra cui quello di Tea tree o malaleuca è utilizzato per prevenire e trattare Herpes simplex, Candida albicans, verruche, piede d’atleta e altre infezioni della pelle e delle mucose causate da microorganismi. L’azione antimicrobica è d’aiuto anche nell’igiene della casa e per “ripulire” l’aria negli appartamenti.

Altre proprietà comuni tra gli oli essenziali sono quella espettorante, balsamica, spasmolitica, digestiva e carminativa. Le essenze estratte da eucalipto, pino, timo e rosmarino sono ad esempio utili in caso di infezioni delle prime vie aeree e aiutano in caso di tosse, raffreddore, eccesso di muco. Gli oli essenziali ottenuti da menta, anice, finocchio sono invece più indicati per i problemi digestivi e per contrastare l’eccesso di gas a livello intestinale.

Gli oli essenziali hanno poi azione sulla sfera emotiva e sono di grande aiuto per rilassarsi, contrastare gli stati di ansia e di agitazione, favorire il sonno o le pratiche di meditazione – come nel caso delle essenze di lavanda o di camomilla – altri sono in grado di migliorare la concentrazione nello studio e nel lavoro, come avviene utilizzando olio essenziale di limone, rosmarino o bergamotto. L’effetto benefico delle essenze sulla psiche si ottiene anche quando gli oli essenziali vengono utilizzati per profumare casa.

Come si usano per profumare casa

Gli oli essenziali rappresentano un efficace rimedio naturale utile per profumare la casa ma anche per purificare l’aria degli ambienti chiusi e per favorire il benessere emotivo. Profumare la casa con gli oli essenziali è semplicissimo: è sufficiente disperdere circa 15 gocce dell’essenza scelta (o di una miscela di tre essenze) nell’acqua del diffusore elettrico o del bruciatore alimentato con una piccola candela, sistemandone uno per ogni stanza. In pochi minuti, l’essenza si diffonderà nell’ambiente donando un gradevole profumo e migliorando l’umore.

Lavanda, melissa e camomilla sono perfetti per profumare la casa e favorire il sonno e il relax, mentre durante lo studio intenso e il lavoro meglio scegliere limone, arancio dolce, pompelmo per migliorare l’attenzione e la concentrazione. Se oltre a profumare la casa si ha bisogno di purificare le stanze e liberare le vie aeree in caso di raffreddore sono perfette le essenze di eucalipto, pino, rosmarino, salvia.

Per rendere la casa accogliente e calda per gli ospiti sono indicati la cannella e l’arancio dolce, mentre per dare un tocco di freschezza sono ottimi gli oli essenziali di menta e bergamotto. Per un’azione repellente contro gli insetti è invece sufficiente diffondere una profumata miscela di geranio e citronella. Infine per favorire l’intimità con il partner, si possono diffondere le essenze di patchouli, ylang ylang, gelsomino o sandalo.

Gli oli essenziali possono anche essere utilizzati per profumare la biancheria, semplicemente versando tre-cinque gocce di essenza su un gessetto profuma-armadi da sistemare nel guardaroba o in un cassetto. Oltre a profumare gli abiti, gli oli essenziali prevengono anche tarme e tarli del legno, dunque sono perfetti per armadi e cassettiere.

Altri usi degli oli essenziali

Gli oli essenziali hanno infiniti utilizzi. Oltre che per profumare casa possono infatti essere usati per trattare piccoli problemi di salute come disturbi dell’apparato respiratorio o difficoltà digestive, diffusi nell’ambiente o somministrati per via interna.

Le essenze sono impiegate anche in cosmesi per migliorare l’aspetto di pelle e capelli, contrastando rughe, segni del tempo, macchie scure della pelle, cellulite, forfora e dermatiti. A questo scopo vengono aggiunti agli oli da massaggio per il viso o per il corpo, alle maschere, ai fanghi e agli scrub anticellulite, ai sali da bagno e alle lozioni per il cuoio capelluto.

Diffusi nell’ambiente, inalati o usati nei massaggi, gli oli essenziali possono anche favorire il rilassamento, la concentrazione e il buon umore, mentre dispersi in uno spruzzino con acqua e aceto o acqua e bicarbonato sono utili per igienizzare gli ambienti difendere le piante ornamentali e dell’orto da malattie e parassiti, proteggere gli animali domestici dalle pulci e affezioni cutanee.

Dove si comprano e quanto costano

Gli oli essenziali si acquistano in erboristeria, in alcuni negozi di prodotti naturali per la cura e l’igiene della persona e della casa o online, su siti Internet specializzati. Sono venduti in piccole bottiglie di vetro scuro, da conservare al riparo da fonti di luce e calore e ben chiuse. Generalmente il prezzo è di circa 10 euro per 10 millilitri di essenza, ma il prezzo può variare in base alla materia prima di partenza: le essenze di rosa e di camomilla, ad esempio, hanno prezzi molto superiori mentre gli oli essenziali estratti dalla buccia degli agrumi sono spesso più economici.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Oli essenziali per profumare casa: preparazioni e proprietà