La dieta che non pesa!

Abbandona conteggi calorici e bilancia. Con il metodo della dott.ssa Lucia Bacciottini ti basta scegliere il piatto giusto

Luana Trumino

Luana Trumino Esperta di benessere

Porzione, proporzione e direzione: sono questi i tre nuovi parametri per la protezione del peso e della salute. Concetti fondamentali del metodo volumetrico ideato dalla dott.ssa Lucia Bacciottini, biologa nutrizionista a Firenze e autrice del libro “La dieta della felicità” (Giunti), in cui spiega come dimagrire, depurarsi e mantenere una sana alimentazione per la vita senza essere schiave della bilancia o delle calorie. “In effetti, tanti regimi alimentari falliscono per la mancanza di tempo nell’organizzare bene i pasti presentati nel programma”, spiega l’esperta. “Le misurazioni di ogni alimento nella giusta dose sono troppo lunghe rispetto ai tempi brevi e ai ritmi frettolosi della giornata, così capita che dopo i primi giorni si perda il controllo sulle porzioni dei pasti e si torni a preparare le dosi “a occhio”, accumulando inconsapevolmente calorie extra e perdendo l’efficacia del piano alimentare. Il successo di una dieta è la durata, e più si semplifica la procedura, più si riesce a mantenerla per il tempo necessario senza doversi perdere in pesature e conteggi calorici”.

Un nuovo modo di mangiare

Con il metodo volumetrico si costruiscono porzioni nuove dei cibi tradizionali (verdura nelle ciotole più grandi e altri cibi in quelle più piccole o nel piattino) e proporzioni nuove, nel senso che si invertono le proporzioni delle porzioni fra verdure, carboidrati e proteine. “Normalmente, infatti, i carboidrati stanno nel piatto fondo (scodella grande), le proteine nel piatto grande piano e le verdure nel piattino”, scrive la dott.ssa Bacciottini nel suo libro. “In questa dieta, invece, abbiamo le verdure nelle ciotole grandi, i carboidrati in quelle di medie dimensioni e le proteine nel piattino, quindi proporzioni molto diverse degli alimenti che compongono il pasto”. 

Riassumendo: il nuovo primo sono le verdure, non più i carboidrati, e il secondo è costituito a scelta da carboidrati (una porzione pari a circa metà di quella tradizionale, conosciuta come “mezza porzione”) o da proteine, anch’esse in dosi contenute. 

Occhio alle combinazioni

In questa dieta si abbinano gli alimenti nel miglior modo possibile per favorire i meccanismi di sazietà e di buon bilanciamento metabolico. Quindi, fibre sotto forma di verdure crude o cotte presenti in ogni pasto, associazione fra verdure e carboidrati integrali o proteine o grassi, ma mai fra carboidrati e grassi. Inoltre, è importante seguire la direzione nel pasto. Ogni pasto si apre con una porzione di verdura e poi seguono tutti gli altri alimenti.

Via la bilancia!

La vera e propria magia della dieta della dott.ssa Bacciottini è la liberazione da ogni tipo di peso. L’attenzione non va ai grammi se è un cibo solido o ai millilitri se è una bevanda, ma deve concentrarsi solo sulla qualità e stagionalità degli alimenti da scegliere. Il metodo volumetrico, facendo sparire completamente la problematica di misurare o pesare un cibo, focalizza l’attenzione sull’aspetto qualitativo: alimenti freschi, filiere corte e note, territoriali e stagionali. “Per fare questo – spiega la nutrizionista – ho costruito un kit di 5 ciotole e 1 piattino, così da poter avere porzioni già fatte. Ma per coloro che non riuscissero a procurarsi il kit ecco tutte le possibili alternative realizzate con contenitori domestici, di uso comune, che possano sostituire le ciotole e il piattino:

 

La ciotola 1 del kit luciabacciottinidiet, dedicata alla verdura cruda, può essere sostituita da un piatto fondo grande da minestra.

La ciotola 2 del kit, dedicata alle verdure cotte, alle zuppe, alle centrifughe e agli estratti di frutta e verdura, ma anche alle bevande calde, può essere rimpiazzata da una classica tazza da caffellatte presente in tutte le case.

La ciotola 3 del kit, dedicata a frutta fresca, yogurt, latte, kefir, cereali e legumi cotti, può essere soppiantata da una tazza da colazione con il manico, una mug.

La ciotola 4 del kit, dedicata a frutta cotta, cereali in fiocchi, hummus, uova (sode o strapazzate), ricotta, tofu, sorbetti e frutta disidratata, può essere sostituita da una tazza da tè.

La ciotola 5 del kit, dedicata a frutta secca, semi e condimenti, può essere sostituita da una tazzina da caffè o da un bicchierino da limoncello.

Il piattino del kit, dedicato alla misurazione di una porzione di carne, pesce e pane nella sua circonferenza maggiore, e dolci e formaggi nella sua circonferenza minore, può essere sostituito con un piattino da dessert per la circonferenza maggiore e con un piattino da caffè per quella minore.

Nel libro sono pubblicate varie diete, per ogni tipo di esigenza. Da quella detox a quella dimagrante a quella di mantenimento, con menu stagionali. Una parte del volume è poi dedicata alle corrette combinazioni alimentari per favorire i meccanismi di sazietà e perdere peso.

 

I menù della settimana

LUNEDÌ

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con succo di 1⁄2 limone e zenzero; 1 tazza da caffellatte di tè verde o 1 caffè; 1 tazza mug di yogurt bianco intero bio; 1 tazza mug di chicchi di melagrana; 1 tazza da tè di mela cotta con cannella 

PRANZO: 1 piatto grande fondo da minestra di pinzimonio di stagione (finocchi, radicchi, sedano, carote, carciofi ecc.); 1 mug di legumi bolliti (ceci, fagioli o lenticchie); 1 tazzina da caffè di olio extravergine d’oliva da dividere tra pinzimonio e legumi

CENA: 1 tazza da caffellatte di passato di verdure miste (verza, cipolla, porro, sedano, carota, spinaci, bietole ecc.); 1 piattino da dessert di pesce autunnale (nasello, sogliola, alici, sardine ecc.) al vapore con capperi e prezzemolo; 1 tazzina da caffè di vinaigrette

 

MARTEDÌ

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone, cannella e zenzero; 1 tazza da caffellatte di infuso ai frutti rossi o karkadè o 1 caffè; 1 piattino da caffè con 3 biscottini integrali o ai fiocchi d’avena e crusca 

PRANZO: 1 tazza da caffellatte di zuppa di miso o brodo vegetale; 1 piatto grande fondo da minestra di insalata verde mista con sedano, carote e finocchi; 2 tazzine da caffè di frutta secca (noci, mandorle, pinoli); 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape; 1 mug di uva e melagrana

CENA: 1 piatto grande fondo da minestra di verdura cruda mista (insalata, funghi champignon, finocchi, radicchio rosso, sedano); 1 mug di lenticchie al pomodoro con cipolla, carota e alloro; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape

 

MERCOLEDÌ

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone e cannella; 1 tazza da caffellatte di caffè espresso o d’orzo; 1 mug di yogurt bianco intero bio o kefir; 1 tazzina da caffè di semi di girasole

PRANZO: 1 tazza da caffellatte di verdure bollite o al vapore (finocchi, cavolini di Bruxelles, broccoli, carciofi); 1 mug di farro o quinoa o riso integrale bolliti aromatizzati con curry; 1 tazzina da caffè di olio extravergine d’oliva da dividere tra verdure e cereali

CENA: 1 tazza da caffellatte di verdura cotta (bietole o spinaci o catalogna) al vapore; 1 tazza da tè di ricotta; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape per la verdura

 

GIOVEDÌ

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone;1 tazza da caffellatte di infuso ai frutti rossi o karkadè o tè verde o 1 caffè; 1 tazzina da caffè di semi di girasole o sesamo da distribuire sopra 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di miele 

PRANZO: 1 tazza da caffellatte di zuppa di miso o brodo vegetale; 1 piatto grande fondo da minestra di insalate miste con finocchi e 1 mug di chicchi di melagrana; 1 tazza da tè di uovo strapazzato o sodo; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape

CENA: 1 piatto grande fondo da minestra di pinzimonio di stagione (radicchio rosso, sedano, finocchi, carciofi, carote); 1 tazza da tè di hummus; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o citronette

 

VENERDÌ

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone e curcuma; 1 tazza da caffellatte di infuso ai frutti rossi o tè bancha o 1 caffè; 1 mug di latte di mandorla; 1 tazza da tè di fiocchi d’avena 

PRANZO: 1 piatto grande fondo da minestra di insalate di cavoli misti con carote alla julienne; 1 piattino da dessert di hamburger di vitello; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape; 1 mug di macedonia invernale con kiwi, arancia, melagran

CENA: 1 piatto grande fondo da minestra di misticanza invernale; 1 tazza da caffellatte di crema di zucca e porri; 1 tazzina da caffè di mandorle e semi di zucca; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape

 

SABATO

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone, zenzero e chiodi di garofano; 1 tazza da caffellatte di infuso ai frutti rossi o karkadè o tè rooibos o 1 caffè; 1 tazza da tè di uovo alla coque e 1 fetta di pane di segale 

PRANZO: 1 piatto grande fondo da minestra di misto di radicchi e insalata; 1 mug di legumi bolliti (ceci, fagioli o lenticchie); 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape

CENA:1 tazza da caffellatte di finocchi al forno o spinaci al limone; 1 piattino da dessert di pesce invernale (dentice, nasello, rombo, pesce san Pietro, polpo, sogliola, cernia) al forno; 1 tazzina da caffè di vinaigrette; 1 piattino da caffè con 1 dolcetto (o 1 budino) al cioccolato

 

DOMENICA

COLAZIONE: 1 tazza da caffellatte di acqua calda con il succo di 1⁄2 limone e zenzero; 1 tazza da caffellatte di infuso ai frutti rossi o karkadè o tè verde o 1 caffè; 1 mug di macedonia invernale con kiwi, arancia, pera, melagrana 

PRANZO: 1 piatto grande fondo da minestra di pinzimonio di stagione (carote, radicchio trevigiano, sedano, finocchi, carciofi, indivia belga ecc.); 1 mug di farro o avena o segale o riso integrale con 1 cucchiaino di pesto; 1 tazzina da caffè di vinaigrette o senape

CENA: 1 tazza da caffellatte di crema di ceci passati e rosmarino; 1 tazza da caffellatte di verdure (cipolle, champignon, cavolfiore, broccoli, zucca gialla, carote) al forno con curry, aglio e alloro; 1 tazzina da caffè di vinaigrette con 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva e 1 cucchiaio di senape 

 

*Le verdure, le carni e i pesci possono essere cotti al vapore, bolliti, alla griglia, al forno, al cartoccio e al pomodoro. 

*Gli infusi e i tè presenti possono essere variati a seconda dei gusti personali. 

Luana Trumino

Luana Trumino Esperta di benessere Sono PR, autrice e ideatrice di progetti di comunicazione. Da oltre 10 anni mi occupo di benessere e della divulgazione della cultura della salute. In particolare mi interessa divulgare i princìpi della corretta alimentazione, con l'obiettivo di contrastare sovrappeso e obesità

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La dieta che non pesa!