Quanti tipi di frangetta esistono? Come capire quale ti valorizza meglio

La frangia è un accessorio di tendenza che valorizza i tratti del volto e ti fa sembrare subito in ordine, ma quante ce ne sono?

Foto di Sophie Alice Pensavalle

Sophie Alice Pensavalle

Beauty Consultant e Content Creator

Skincare expert e consulente beauty, sui miei canali troverai una guida pratica per approcciarsi al mondo della skincare o per approfondire il tema.

Anche a te è capitato di svegliarti all’improvviso pensando “Voglio farmi la frangia!” e tra l’indecisione se rivolgerti a un parrucchiere o fartela da te, hai inforcato le tue forbici migliori e ci hai dato un taglio netto? Probabilmente ti sarai pentita subito dopo o, se sei tra le fortunate, hai scoperto il tuo nuovo stile.

La frangia ha i suoi pro e i suoi contro, non sta bene a tutte, sottolinea i lineamenti del volto mettendo in risalto sguardo e zigomi, coprendo piccoli difetti della fronte o smorzando un profilo importante. Allo stesso tempo va tenuta sempre pulita e in ordine, oltre che curata periodicamente per mantenerne la forma.

Per capire qual è la frangia più adatta al tuo viso conviene rivolgersi a un professionista che studierà i tratti del tuo volto al fine di capire come valorizzarli al meglio. In questo modo si otterrà un accessorio semplice ed elegante con cui la tua chioma risulterà sempre acconciata e in ordine.

Che tu sia riccia, liscia o mossa puoi trovare la frangia che più si adatta al tuo stile, ma vediamo quali sono le più utilizzate e a chi stanno bene.

La frangia dritta

frangia dritta standard liscia

La classica frangia liscia e dritta

Questa frangia è la più diffusa e semplice da realizzare, se hai un po’ di manualità puoi anche provarci da sola. Conosciuta anche come maxi frangia, è perfetta su un liscio naturale. Meglio se hai capelli spessi e folti, ti sarà più semplice mantenerla in ordine e non dovrai prendere troppe ciocche per coprire la fronte. E’ una frangia che dona molto a visi allungati, fronti importanti o se hai un naso aquilino. Infatti copre molto gran parte del viso, accorciandolo e concentrando l’attenzione sugli zigomi e sugli occhi. La maxi frangia può essere sdrammatizzata con un’acconciatura leggermente mossa e movimentata o resa estremamente elegante con un raccolto basso.

E’ la frangia che ha scelto anche la bellissima Taylor Swift, portata lievemente mossa su un lungo morbido. Sul suo ovale allungato e sottile ne valorizza la parte centrale.

Quando non farla: è sconsigliata su un volto con mandibola importante o squadrata in quanto tende a portare l’attenzione sulla parte inferiore del viso, inoltre se hai l’ovale piccolino o corto potrebbe risultare pesante o troppo coprente.

Messy style

frangia disordinata scalata

Una frangia da tenere volutamente in disordine

Questa frangia richiede uno stile sbarazzino, volutamente trasandato. E’ perfetta su un capello liscio o mosso scalato e per chi ama le acconciature messy. Non serve che sia precisissima, bastano pochi capelli, un’andatura più corta nel mezzo e sfilacciata lunga ai lati.

Molto particolare su capelli tinti con un po’ di ricrescita e se si ha un viso piccolo con tratti poco marcati. Le acconciature spettinate infatti valorizzano i visini più dolci donando un’aria fanciullesca. Puoi decidere di accompagnarla a uno sciolto o a un raccolto, alle trecce o a una coda alta cotonata.

Questa rimane una delle mie frange preferite e Penelope Cruz sceglie di valorizzarla per la foto al Palm Spring Festival 2022. Capelli disinteressatamente arruffati e sguardo intenso.

Quando non farla: se hai capelli con poco volume, il viso rotondo o la fronte ampia. Sebbene sia semplice da portare, non a tutti sta bene la capigliatura scomposta e non vogliamo ritrovarci con una bed head perenne, anche quando è poco consona.

Frangia a tendina

frangia a tendina capelli lisci castani

Una delle frange più versatili e facili da portare

La frangia a tendina, chiamata così perché prevede una divisione in due parti che cadono poi morbide sui lati, proprio come una tenda. E’ una delle più semplici da portare in quanto lascia molta libertà di styling. La puoi lasciare più lunga se non sei sicura che ti stia bene e, in caso non ti piacesse il risultato, portarla dietro le orecchie o fermarla con delle forcine. Si può facilmente trasformare in un ciuffo e si confonde spesso con il resto dei capelli. L’ideale è usarla per valorizzare un taglio scalato o donare volume a capelli portati spesso sciolti. Anche se hai l’abitudine di ravvivarli spesso con le mani, la frangia a tendina seguirà naturalmente le tue rosette prendendo la piega migliore per accompagnare i tuoi tratti.

Nella foto Sienna Miller con la sua storica frangia a tendina sul capello biondo, caotica e bellissima.

Quando non farla: se hai capelli molto ricci, una fronte ampia o un ovale allungato. Nel primo caso è facile che il risultato sia caotico e poco gestibile, mentre nel secondo non farai che evidenziare il punto di attaccatura dei capelli. La frangia che cade ai lati taglierà parte del tuo viso in verticale enfatizzandone la lunghezza.

Baby bang

frangia corta su capelli rossi lisci

Corta e decisa, per personalità coraggiose

Netta, spigolosa e decisa la baby bang, ovvero la frangia cortissima si adatta perfettamente a volti dalla forte personalità, con tratti particolari. Valorizza gli occhi grandi, uno zigomo alto o delle labbra carnose. E’ facilmente adattabile sia a un taglio lungo a cui dare un aspetto più sbarazzino, sia a un corto o un pixie cut.

Sì ai colori uniformi, un rosso, un nero o un castano deciso. La si vede spesso anche su colori pastello, grigi o biondi platino. Questo tipo di frangia è adatto per accorciare leggermente un viso allungato, lasciando comunque l’ovale libero e luminoso. Puoi valorizzarla con degli occhiali particolari o un trucco occhi elaborato. Un po’ anche stile pin-up, acconciata con fasce, fiocchi o raccolti alti e laterali.

Margaux Brooke, famosa attrice e modella dal volto magro e spigoloso ha scelto una baby bang decisa su un castano scuro che le dona tantissimo.

Quando non farla: se hai i capelli mossi o ricci, questa è una frangia che deve rigorosamente rimanere attaccata al viso, in ordine e dritta. Un capello riccio con questa lunghezza rischia di diventare un piccolo cespuglio sopra la testa. Da evitare anche in caso di ricrescita importante o degradé, il rischio è quello di avere in poco tempo la frangia di un colore diverso rispetto al resto dei capelli.

Frangia riccia

frangia riccia bionda con boccoli

Una bellissima capigliatura riccia e voluminosa

Attenzione alle frange ricce, sono stupende per incorniciare il volto in maniera morbida e romantica e si adattano a tutti i tipi di ovale, ma vanno rigorosamente fatte della lunghezza corretta. Un taglio troppo corto rischia di peggiorare una volta messi in piega i ricci o se particolarmente indisciplinati. Allo stesso modo una frangia troppo lunga può risultare ingestibile e noiosa. Mi raccomando quindi, scegli questo tipo di acconciatura se sei molto abile nel trattare i tuoi riccioli e trovi un taglio che si sposi bene con la forma che vuoi dare alla tua frangia. Accompagna il tuo styling con prodotti studiati appositamente per i capelli ricci come balsami idratanti e spume per dare corpo e definizione.

Ricorda che rimane perfetta su uno sciolto, un riccio corto o un mosso spettinato. Meno su capelli legati che invece enfatizzeranno il suo spessore.

Giovanissima e una delle protagoniste della serie Netflix che ha spopolato negli ultimi anni, Mina El Hammani (Nadia nel film) sfoggia una chioma di splendidi ricci più corti davanti ad incorniciarle il viso.

Quando non farla: se hai ricci indisciplinati, crespi o afro il rischio è quello di ritrovarsi letteralmente con i capelli dritti. Ritagliala su un boccolo morbido, un capello mosso o un riccio pesante e definito in maniera da rendere più semplice la posa ed il fissaggio.

Il ciuffo

ciuffo laterale capelli lisci

Ciuffo laterale con effetto ombra

Misterioso e dondolante, il ciuffo laterale ammorbidisce i tratti più spigolosi e squadrati. Molto bello sia sulle giovanissime che su visi più maturi, nasconde in parte l’ovale svelando un occhio, la punta del naso e le labbra. Puoi renderlo sexy con un’acconciatura cotonata, un po’ disordinata lasciando che finisca davanti oppure più delicatamente su un liscio dietro l’orecchio. E’ importante saper scegliere da che parte farlo, usalo per valorizzare il tuo profilo migliore ma occhio alle rosette: se fatto dalla parte sbagliata infatti può diventare molto complicato farlo stare al suo posto. Gioca con le lunghezze, scegliendone una che ti permette anche di fissarlo in parte per cambiare stile a seconda delle occasioni.

Emma Marrone è la regina del ciuffo. Lo porta da tantissimi anni su un taglio corto, spesso spettinato. Le arriva giusto sotto il mento, per addolcirne i contorni.

Quando non farlo: se hai capelli radi, fronte alta o orecchie un po’ a sventola. Il ciuffo ha bisogno di mantenere volume, ed essendo di una lunghezza importante, devi sentirti libera di poter liberare il viso quando occorre.

La frangia, a prescindere dalla sua forma e lunghezza ha diversi vantaggi e svantaggi per quanto riguarda la gestione e la pelle.

Essendo sempre a stretto contatto con la fronte infatti, tenderà a sporcarsi più facilmente, ungendosi. Puoi prendere l’abitudine di lavare solamente lei piegandoti a testa in giù nel lavandino o di rimetterla in sesto con uno shampoo secco.

Può essere anche utile a coprire rughette o imperfezioni sulla fronte, ma non dimenticare che su una pelle particolarmente problematica questo taglio di capelli non sempre aiuta: impedisce infatti alla pelle di “respirare” correttamente mantenendo il sebo sempre a stretto contatto con la zona. Inoltre i tuoi prodotti per capelli come shampoo, balsamo o oli profumati potrebbero sensibilizzare o dare fastidio.

Se hai una pelle delicata o particolarmente grassa chiediti se sia la soluzione migliore prima di prendere le forbici. Puoi sempre optare per una frangia super corta o un mega ciuffo da mostrare solo nelle occasioni!