Come rinforzare i capelli: tutte le strategie da provare subito

Ecco come rinforzare i capelli deboli con integratori, rimedi della nonna, prodotti, haircare routine, dieta e buone abidudini

Foto di Camilla Cantini

Camilla Cantini

Makeup artist, beauty editor, content creator

Makeup Artist, Beauty Editor e Content Creator, Camilla ha una visione del mondo beauty a 360°: da insider e da appassionata, da addetta ai lavori e da consumatrice.

Non è solo colpa dei cambi di stagione, i capelli possono indebolirsi anche a causa nostra: lavaggi aggressivi, un’alimentazione priva di proteine, un riposo scorretto sono ad esempio fattori su cui abbiamo il controllo e che possiamo modificare per rinforzare i capelli e prevenirne la rottura e la caduta. Altri fattori invece non dipendono da noi, ad esempio l’inquinamento, il vento e in generale i fenomeni atmosferici che sì, hanno conseguenze anche per pelle e capelli, ma per cui possiamo comunque fare qualcosa.

ragazza mora con capelli lunghi mossi dal vento davanti alla faccia con sfondo di mare mosso

Partiamo dall’interno: una dieta equilibrata e gli integratori per rinforzare i capelli

Come sempre, per il benessere di tutta la nostra persona è importante mantenere buone e sane abitudini e una corretta alimentazione. Ci sono sicuramente die cibi che, naturalmente, aiutano ad integrare alcune sostanze benefiche per pelle e capelli e che andrebbero consumate regolarmente mantenendo una dieta varia ed equilibrata che fa bene anche ai capelli. Alcune carenze alimentari, come ad esempio quella di ferro, possono invece avere effetti anche sui capelli, indebolendoli, aumentandone secchezza e caduta.

ragazza bionda occhi azzurri con capelli lunghissimi mossi top canottiera bianca e jeans su sfondo rosa

Le proteine sono i mattoni che costituiscono la struttura dei capelli che sono infatti composti per la maggior parte di Cheratina. Si acquisiscono mangiando carne, pesce, uova, legumi e latticini. Le uova contengono inoltre vitamina D e le vitamine sono, infatti, fondamentali per un buono stato di salute dei capelli. Importante per rinforzare i capelli e farli crescere più velocemente è la biotina o vitamina H, spesso presente anche negli integratori ma che può essere assunta anche per mezzo dell’alimentazione: è contenuta in fegato, uova, verdure a foglia verde, frutti di bosco, lievito di birra e mandorle. Altra vitamina che non può mancare è la vitamina C, che combatte i radicali liberi che possono ossidare il capello e che, insieme alla vitamina A, troviamo in frutta e verdura arancione o gialla. Ultime vitamine da menzionare sono quelle del gruppo B, in particolare vitamina B5 e B12, la prima contenuta in buona quantità nelle noci, la seconda nel formaggio molto stagionato come il Grana o il Parmigiano.

sfondo di tessuto verde con ciocche di capelli castano chiaro

Non solo vitamine però, è importante integrare con l’alimentazione anche i gusti minerali, come ad esempio lo zinco, che si trova in ostriche, pollo, manzo e cioccolato fondente, ricco anche di polifenoli e di magnesio. Hai controllato i livelli di ferro? Se basso, consuma più legumi, che oltre ad apportare proteine sono ricchi anche di ferro, che favorisce la corretta ossigenazione e aiuta a rinforzare i capelli. Ultimi, ma non per importanza, gli Omega3, acidi grassi che il nostro corpo non riesce a produrre da solo e che vanno così integrati, perché mantengono l’elasticità e contrastano la secchezza, aiutando a mantenere anche la giusta idratazione. Si trovano nei cosiddetti pesci grassi, nel pesce in generale e anche nelle noci.

Oltre che con l’alimentazione, puoi sicuramente aiutarti con gli integratori per rinforzare i capelli da prendere per bocca, specialmente al cambio di stagione. Contengono, spesso e volentieri, un pool di tutte le sostanze citate prima e quindi agiscono laddove ci sono delle carenze. Se le carenze non ci sono perché riesci ad assumere tutto in giuste quantità con l’alimentazione gli integratori sono pressoché inutili, ma dato che quasi nessuno riesce ad avere un’alimentazione così tanto bilanciata e completa in ogni suo componente, ecco che gli integratori capelli sono sicuramente dei validi alleati. Meglio prenderli ciclicamente e variarli affinché vengano assunti tutti i nutrienti benefici per rinforzare i capelli.

ragazza con capelli ricci si rilassa in una vasca da bagno bianca in una stanza bianca con vaso sullo sfondo

Le buone abitudini da mantenere per avere capelli sani

L’alimentazione è sicuramente un fattore importante per rinforzare i capelli, ma da sola non basta. Ciò che possiamo fare, soprattutto nel quotidiano e nel tempo, è adottare delle buone abitudini che fanno bene in generale alla nostra persona e poi anche ai capelli. Primo fra tutti è importante un sonno regolare e della durata di 8 ore: lo stress è uno dei fattori scatenanti dell’indebolimento dei capelli e della loro caduta. Cerca di avere orari regolari e di dedicarti ore di sonno per riposare il corpo e la mente, perché al risveglio ne gioveranno sicuramente le tue occhiaie, ma nel tempo anche la salute di pelle e capelli.

Attenzione anche all’inquinamento: chi vive in zone ricche di smog dovrà mettere in conto lavaggi più frequenti e trattamenti ristrutturanti e protettivi per i capelli. Una buona abitudine è poi quella di coprire e legare i capelli in modo che non siano troppo esposti allo smog e agli agenti atmosferici, perché anche lavare i capelli troppo frequentemente non è l’ideale. Per quanto riguarda l’estate o se stai molto tempo all’aperto e sotto il sole, ricorda di applicare prodotti  protettivi che riparino dai raggi solari e dal calore o, in alternativa, un cappello o un foulard.

Per non indebolirli ulteriormente, poi, evita di toccarli spesso, di arrotolarli, di bruciare o tirare le doppie punte e, insomma, di stuzzicarli. Se sono rovinati, meglio un taglio regolare per eliminare le punte sfibrate. Ovviamente anche piastra, ferro e brushing per fare la piega sarebbero da evitare o comunque ridurre al minimo, per non indebolire e seccare la fibra del capello.

ragazza con capelli mori a caschetto asimmetrici con maglietta bianca su sfondo bianco

La giusta haircare routine fa la differenza per rinforzare capelli deboli

La cura per rinforzare i capelli continua poi con la giusta haircare routine che prevede il lavaggio e l’asciugatura. Come prima cosa è bene eliminare i nodi prima del lavaggio dei capelli, pettinandoli con delicatezza magari con l’aiuto di un pettine a denti larghi o con una spazzola specifica. Sempre meglio pettinare i nodi a capelli asciutti e non bagnati, perché da bagnati i capelli sono molto più fragili e rischiano di spezzarsi. Meglio quindi togliere il grosso dei nodi prima di lavarli in modo che dopo basterà passare le dita trai capelli per distribuire i prodotti, senza dover insistere o tirare con il pettine.

Lo shampoo e il balsamo vanno scelti con cura: devono essere di buona qualità, delicati e dalle proprietà curative adatte per il proprio tipo di capello: nutrienti se il capello è secco e crespo, rinforzanti se il capello è sottile e sfibrato. Nel caso di capelli ricci, invece, sono consigliabili shampoo low poo, ovvero senza agenti schiumogeni aggressivi che, in realtà, sarebbero l’ideale per ogni tipo di capello perché più delicati.

ombra di ragazza dai capelli lunghi al vento al tramonto sul mare con nuvole e cielo viola e rosa

I capelli non vanno lavati tutti i giorni perché anche nel caso di capelli grassi, lavarli continuamente non migliora la situazione del sebo ma anzi, ne aumenta la produzione. Devi riequilibrare la produzione di sebo allontanando i lavaggi l’uno dall’altro, anche perché il sebo è fondamentale per mantenere capelli morbidi, nutriti e idratati, ma è importante che non sia troppo. Cerca di portarli più spesso legati o di utilizzare uno shampoo secco, di utilizzare accessori come foulard o bandane per allungare i tempi di lavaggio.

Importanti sono poi i prodotti per così dire trattamento: balsamo, maschera e maschera pre shampoo. Come dice il nome, quest’ultima si fa prima di lavare i capelli, tenendola in posa secondo indicazioni, ed è da scegliere se hai capelli molto secchi o bisognosi di nutrimento, perché sono trattamenti spesso più corposi e a base di oli che, tanto, poi vengono lavati via dallo shampoo. Il balsamo si applica dopo lo shampoo ed ha perlopiù un effetto districante e aiuta la pettinabilità dei capelli ma, essendo più leggero di una maschera, può essere ideale per capelli fini e con poco volume, da lasciare in posa un minuto in più per un effetto più idratante e ricordando di applicarlo solo sulle lunghezze. Per capelli molto corposi o bisognosi di idratazione, invece, via libera alle maschere dopo shampoo da risciacquare con cura.

ragazza nera con capelli molto ricci in aria, sfumato sfondo bianco

Particolarmente importante è la fase del risciacquo, che deve eliminare completamente i residui di shampoo e balsamo e dev’essere effettuata con acqua fredda o comunque non troppo calda. I capelli vanno poi tamponati con un asciugamano senza strofinare, frizionare o arrotolarli con troppa foga per non spezzarli.  Attenzione anche alla fase di asciugatura perché il calore danneggia e sfibra i capelli. Ricordati di utilizzare un termoprotettore ogni volta che utilizzi anche solo il phon ma in modo particolare con piastre e ferri per capelli. Nel caso tu realizzi una piega con questi strumenti a caldo, poi, assicurati che i capelli siano prima perfettamente asciutti, ma in ogni caso cerca di usarli il meno possibile e, sicuramente, non nel tuo quotidiano.

Prova questi 4 rimedi della nonna per rinforzare i capelli naturalmente 

Oltre ad integratori, prodotti per capelli, alimentazione e buone abitudini, puoi provare alcuni rimedi della nonna per rinforzare i capelli naturalmente. Puoi ad esempio creare degli impacchi capelli fai da te a casa, con ingredienti facili da reperire anche in cucina. Gli ingredienti principali sono gli oli e gli oli essenziali, da miscelare ad altri ingredienti come yogurt, miele, gel d’aloe o addirittura uova. Un impacco molto facile e veloce da preparare è quello con olio di oliva e miele, da lasciare in posa almeno mezz’ora prima di procedere al lavaggio. Altri oli benefici per i capelli sono germe di grano, jojoba, mandorle dolci e ricino, ma attenzione a quest’ultimo perché molto denso, meglio quindi diluirlo.

Qualche goccia di olio di limone aiuta a lucidare i capelli, disinfetta e ha azione equilibrante, ma meglio non esagerare con gli ingredienti acidi perché potrebbero in realtà seccare i capelli, come lo yogurt, ottimo se utilizzato ma da non tenere in posa troppo tempo. Gli oli essenziali hanno proprietà curative e possono aiutare nel combattere forfora, sebo e migliorare la circolazione ma sono potenzialmente allergizzanti, quindi utilizzane solo una goccia o due, per evitare irritazioni. Rosmarino, tea tree, neem e lavanda i migliori per i capelli.

ragazza sorridente con bocca nascosta da collo alto nero, occhi chiari e capelli castani sul volto

Un altro rimedio della nonna da provare è il risciacquo acido, che lucida istantaneamente i capelli ma soprattutto aiuta a ristabilire il giusto PH andando a sciogliere i residui di calcare presenti nell’acqua. In questo modo le squame dei capelli vengono richiuse o meglio appiattite e il capello risulta più liscio, morbido e decisamente molto meno crespo. Per il risciacquo acido puoi usare del succo di limone o dell’aceto, meglio se di mele, perché più delicato e con un PH più simile a quello dei capelli. Niente paura perché l’odore non si sentirà una volta evaporato e non c’è il rischio di secchezza ai capelli perché non è un impacco che rimane sui capelli a lungo.

Un altro impacco o meglio sostanza benefica per i capelli è l’henné, che ha un grande potere rinforzante perché riveste i capelli e li rende così più forti, proteggendoli da calore, inquinamento e danni dati dagli agenti esterni. Non esiste solo l’henné rosso che colora i capelli, ma anche quello totalmente neutro e incolore, la Cassia Obovata. Si prepara miscelando la polvere pura con acqua calda e un cucchiaio di yogurt, si fa ossidare qualche ora poi si applica sui capelli e si tiene in posa. Ci sono però tante ricette con ingredienti diversi e l’ideale è sperimentare per trovare quella preferita. Attenzione però se hai i capelli tinti o vuoi tingerli, perché l’henné si aggrappa ai capelli e potrebbe alterare la colorazione.

ragazze di spalle con capelli lunghi sciolti e vestiti colorati

Un rimedio da prendere in considerazione, anche perché molto rilassante, è quello di creare uno scrub capelli fai da te per effettuare un massaggio al cuoio capelluto. I questo modo si elimineranno con facilità residui stratificati di prodotti di styling alle radici, cellule morte e si aiuterà una corretta circolazione, quindi una minore caduta dei capelli. Puoi usare zucchero e balsamo per il tuo scrub se vuoi farlo dopo il lavaggio o zucchero e miele o zucchero e olio se lo esegui prima di lavare i capelli. Ma un’alternativa delicata e al tempo stesso molto efficace è massaggiare il cuoio capelluto con i fondi del caffè, magari uniti a un po’ d’olio o di miele per creare un composto liscio e facile da maneggiare. I fondi di caffè infatti stimolano la circolazione già di per sé e il massaggio aiuta questo processo. Attenzione però a non lasciare troppo in posa il composto, perché sui capelli chiari potrebbe macchiare leggermente il colore.