Haircare routine completa per capelli favolosi, morbidi e sani

Shampoo e balsamo? No grazie: una routine completa con impacchi, scrub e trattamenti per capelli sempre al top

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Quanti di voi programmano i loro appuntamenti in base al “lavaggio dei capelli”? Sembra già un’impresa trovare il tempo per uno shampoo al volo, un balsamo o maschera, da lasciare in posa massimo 5 minuti per poi fare una piega veloce e, spesso, neanche quella. Perché quindi non sfruttare questo tempo a disposizione in quarantena per dedicarsi ad una haircare routine completa? Così come la pelle del viso, anche i capelli hanno bisogno ogni tanto di qualche coccola extra, per apparire luminosi, pieni, corposi e per riprendersi da piastra e ferro che spesso e volentieri vengono abusate.

Il trattamento pre shampoo che rimette in sesto la chioma

I trattamenti pre shampoo sono molto efficaci come trattamenti d’urto, perché spesso si lasciano in posa a lungo, non i soliti cinque minuti della maschera. Sono intensivi ed agiscono andando a nutrire ed idratare il capello in profondità e ne esistono per qualsiasi esigenza. Inoltre, sono perfetti anche per chi ha i capelli grassi, perché consentono di fornire la giusta dose di attivi senza però appesantire i capelli o sporcarli, dato che poi si eseguirà lo shampoo.

Fonte: 123rf

Ne esistono tanti in commercio, adatti alle problematiche della cute, con ingredienti lenitivi, calmanti, anti forfora e riequilibranti, ma anche per capelli estremamente secchi, trattati o colorati. Solitamente si applicano a capelli asciutti o appena inumiditi e si lasciano in posa da mezz’ora a tutta la notte, per poi procedere con il lavaggio abituale. In realtà, però, si possono creare anche a casa in tutta facilità: le ricette da provare sono molte, il più classico però è un impacco con olio d’oliva e miele o con henné neutro, da applicare su tutti i capelli, specie le lunghezze.

Lo scrub per stimolare la circolazione ed aiutare la crescita dei capelli

Un prodotto di cui si parla molto poco è lo scrub per il cuoio capelluto. È un trattamento da fare una volta a settimana (o ogni due, in caso di cute sensibile) che consente, proprio come con la pelle del viso, di eliminare la pelle morta e stimolare il rinnovo cellulare. Sono prodotti ricchi di attivi e oli essenziali e oltre che lenitivi e riequilibranti, sono anche stimolanti per la crescita dei capelli. Infatti, l’azione esfoliante, unita agli ingredienti ed al massaggio, favorisce il microcircolo, andando ad aiutare i capelli a rinforzarsi e crescere più velocemente. Come un normale scrub per il viso, si applica sulla cute e si massaggia, poi si procede con il normale shampoo.

Fonte: 123rf

Lo shampoo delicato ma efficace, per eliminare ogni residuo

Nel caso di una routine capelli completa come questa, importante è la scelta dello shampoo. Servono infatti prodotti delicati e non aggressivi, che non facciano pizzicare il cuoio capelluto ma che, al tempo stess, siano efficaci nel rimuovere l’impacco pre shampoo ed i residui di scrub, qualora eseguito. Quasi sicuramente saranno infatti necessarie due passate, la prima per eliminare i prodotti accumulati e la seconda, più leggera e con meno quantità di sapone, per assicurarsi di aver pulito bene i capelli.

Il balsamo, il migliore amico dei vostri nodi e la maschera, per scongiurare l’effetto crespo

Dopo lo shampoo è importante applicare un prodotto ammorbidente che vada a districare i nodi, come il balsamo. Se avete eseguito un trattamento pre shampoo molto ricco e l’avete lasciato molto in posa o se avete intenzione di applicare anche una maschera, usatene uno leggero, la cui funzione sia appunto quella di togliere i nodi e disciplinare i capelli. Se invece non farete una maschera successivamente, scegliete un balsamo più ricco ed idratante e tenetelo in posa qualche minuto in più.

Fonte: 123rf

Dopo aver tenuto in posa il balsamo il tempo necessario, sciacquate ed applicate una maschera. La loro funzione è quella di idratare e nutrire il capello, renderlo morbido, facile da pettinare e prevenire l’effetto crespo. Ne esistono però per tutti i tipi di capelli e sono un valido alleato per lo styling. Scegliete una maschera per capelli mossi e ricci, solitamente più idratante ma meno pesante, se avete questa tipologia, una maschera più corposa se invece volete ottenere capelli lisci o una maschera idratante e con basse percentuali di oli, se avete i capelli sottili o grassi. In questo caso, evitate anche di applicarla sulla cute, ma concentratevi solo sulle lunghezze, così come nel caso del balsamo.

Spray, sieri, oli nutrienti mousse e termoprotettori prima dell’asciugatura

Dopo aver tamponato i capelli e rimosso l’eccesso di acqua è il momento di applicare i prodotti per lo styling. Oli nutrienti ed ammorbidenti per capelli secchi e aridi, sieri per idratarli senza appesantirli, mousse e creme per lo styling dei capelli ricci. L’importante è testare e trovare la propria combinazione, perché spesso si possono combinare diversi prodotti, ma è facile esagerare con le quantità e ritrovarsi con i capelli unti e dall’aspetto sporco.

Un prodotto fondamentale per fare la piega, però, è il termoprotettore: la sua funzione è quella di proteggere dal calore dell’asciugatura con phon, diffusore ma soprattutto ferro e piastra. Si applica come ultimo prodotto, prima appunto di utilizzare gli strumenti caldi, ed anche in questo caso esistono spray leggeri per capelli fini e grassi o creme più corpose, per chi ha capelli più secchi e trattati.

Fonte: 123rf

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Haircare routine completa per capelli favolosi, morbidi e sani