Tornano a vedere la casa distrutta dal fuoco, e trovano il loro cane ad aspettarli

Madison si è fatto trovare lì, dove una volta sorgeva la casa della coppia californiana, in attesa che i suoi padroni tornassero

Spesso si dice che i sentimenti del cane siano più forti e puri anche rispetto agli esseri umani, e tante volte i nostri amici pelosi hanno dato prova della propria fedeltà. Madison è, infatti, la prova vivente della devozione di un cane al proprio padrone ed alle cose, materiali o immateriali, che li lega indissolubilmente.

Tutto era partito a causa dell’incendio scoppiato in California lo scorso Novembre, un vero e proprio “campo di fuoco”, che aveva portato con sé speranze, sacrifici di tutta una vita e corpi, i cui ricordi resteranno per sempre in quella nube di polvere sottile che, diradandosi, aveva lasciato spazio al nulla.

Molti dei residenti hanno dovuto abbandonare la propria casa, spesso non riuscendo in alcun modo a portare via i propri animali domestici. Un vero incubo, che ha risucchiato circa 18.000 abitazioni, spegnendo la voglia di andare avanti di una intera cittadina.

La tragedia, però, almeno per una famiglia, come raccontato da una volontaria dell’organizzazione non-profit di salvataggio di animali della Bay Area, la K9 Paw Print Rescue, è riuscita a donare un sorriso e, forse, una nuova luce di speranza.

La famiglia di Madison, colpita dall’incendio, il 10 dicembre è riuscita ad ottenere la possibilità di tornare alla propria vecchia abitazione, per attestarne i danni e, inaspettatamente, il loro adorato cucciolo era lì, ad aspettarli e dimostrargli gratitudine e protezione. Un piccolo mattoncino, una nuova speranza per ripartire dalle fondamenta, una forza inimmaginabile, quasi ad incitarli a non mollare.

L’unione tra di loro è stata frutto dei social, grazie all’intervento della volontaria Shayla Sullivan che, tramite Facebook, ha organizzato al dettaglio l’incontro. È stato un periodo estenuante e lungo anche per lei, che l’ha curata, fornendole cibo ed acqua ed ha cercato di mantenere vivo il ricordo della coppia fino a quel momento. Aveva chiesto, infatti, ad uno dei proprietari di Madison di lasciarle un capo di abbigliamento impregnato dell’odore dei padroni del cucciolo, così da lasciarle uno spiraglio di speranza.

Shayla è davvero riuscita a compiere il miracolo, ma il racconto più bello è quello di un cane che è rimasto a vigilare sulla propria casa, aspettando i propri padroni che un giorno sarebbero tornati. E così è stato.

Un lieto fine in una storia dai tratti drammatici, il cui unico epilogo può essere solo ricostruire sulle ceneri di ciò che il fuoco ha divorato.

Tornano a vedere la casa distrutta dal fuoco, e trovano il loro cane a...