Detergenti fai da te: pulire la casa in modo economico e naturale

Bastano pochi elementi per creare detergenti per la casa ottimi, naturali ma soprattutto economici. Vediamo quali e come utilizzarli.

BICARBONATO DI SODIO
Il bicarbonato è l’ingrediente base fondamentale. Perfetto come antibatterico, igienizzante e anti-odorante. Si può usare:
–  diluito in acqua, in uno spruzzino, per essere utilizzato quando necessario: non più di 96 grammi per litro, con acqua calda sotto i 60 gradi
– cosparso sui sanitari con dell’aceto, passando immediatamente con una spugna, mentre la reazione chimica sta ancora avvenendo
– come sapone liquido, mischiato con l’acqua, da usare sulla spugna
– per la pulizia delle pentole incrostate: aggiungere un pizzico di bicarbonato al normale detersivo liquido per i piatti
– per le macchie del calcare: sciolto in acqua calda
– sulle superfici di legno, marmo, acciaio, vetro: diluito in acqua e aceto è un ottimo antibatterico, ideale per detergere qualunque tipo di superficie rigida, dal legno al marmo, dall’acciaio al vetro
– per i cattivi odori: versare in un contenitore e mettere all’interno del frigorifero, nella scarpiera o direttamente nello scarico del lavello o del bidet
– per l’igiene delle mani: dopo aver maneggiato aglio o cipolla, è ideale per frizionare le mani e togliere gli odori cattivi e persistenti
– per i fiori: aggiungere mezzo cucchiaino di bicarbonato all’acqua dei fiori, per prolungarne la durata
– per frutta e verdura: per disinfettare gli alimenti.

ACETO
L’aceto è un ottimo anticalcare, un buon detergente e un debole igienizzante, perfetto come disinfettante, sgrassante e deodorante. Si può usare:
– sui pavimenti: mescolato all’acqua con qualche goccia di limone
– su piatti e stoviglie: aggiungere un goccio di aceto al sapone liquido per piatti
– su specchi e vetri: usare una soluzione preparata con aceto, acqua e qualche goccia di sapone liquido e asciugare con dei fogli di giornale;
– sulle pentole incrostate: bollire per qualche minuto nelle pentole particolarmente incrostate aceto e acqua, sfregando alla fine con una ramina morbida
– sui mobili: passare le superfici di casa con un panno inumidito in una soluzione di aceto  e acqua tiepida
– nello scarico del lavello: versare una tazza di bicarbonato di sodio, seguita da una tazza di aceto e da un abbondante risciacquo con acqua molto calda
– per le macchie di calcare: l’aceto riscaldato è utile per eliminare le macchie di calcare dai rubinetti
– per le macchie dagli indumenti: l’aceto può essere utile per togliere le macchie e per fissare i colori al primo lavaggio.

LIMONE
Può essere utilizzato:
– come detergente per i piatti: spremere il limone in un catino pieno di acqua tiepida ed aggiungervi un pugno di bicarbonato di sodio
– per lucidare il rame o l’ottone: qualche goccia di limone puro o mescolata all’aceto
– per la pulizia dei sanitari: spremerlo e usare il limone puro o leggermente diluito in acqua tiepida;
– per piastrelle e fughe: puro o leggermente diluito in acqua tiepida è perfetto per disinfettare in profondità le piastrelle e le fughe annerite dalla muffa o dai residui di umidità
– per il bucato: utile anche per disinfettare o profumare il bucato, aggiungendo qualche goccia al detersivo a mano o in lavatrice, secondo il tipo di lavaggio;
– nella lavastoviglie: perfetto come igienizzante nel lavaggio dei piatti in lavastoviglie, aggiungendone al pari della lavatrice, qualche goccia nello spazio dedicato al brillantante.

ACQUA CALDA
L’acqua calda potenzia l’azione di qualunque detersivo e già da sola è un ottimo detergente. Per pulire i pavimenti la si può utilizzare frequentemente da sola, oppure con un cucchiaio di soda da bucato diluito in 5 litri d’acqua, oppure con un bicchiere di aceto diluito in 5 litri d’acqua. Non per tutte le superfici è consigliato l’uso dell’aceto.

OLI ESSENZIALI
Gli oli essenziali hanno sempre un’ottima azione profumante, ma hanno anche molte proprietà antisettiche e disinfettanti. Queste ultime funzioni si annullano se li si diluisce in aceto o succo di limone. In particolare per disinfettare si possono usare oli di agrumi, lavanda, timo, tea tree, salvia, origano, cannella, eucaliptus, garofano, ginepro.

DETERSIVI DA BUCATO
Il gel da bucato
si può ottenere mischiando 1 litro di acqua con 100 grammi di sapone ecologico tipo Marsiglia grattugiato. Si riempie una pallina dosatrice fino a 250 millilitri – questo permette di ridurre la quantità di detersivo fino al 20% – e la si mette direttamente nella vasca della lavatrice. Per profumare il bucato, mettere qualche goccia di olio esenziale nella vaschetta dell’ammorbidente.

SBIANCANTI E AMMORBIDENTI
Come sbiancante naturale si può aggiungere un cucchiaio di percarbonato al gel da bucato. Altrimenti si può provare ad usare acqua ossigenata a 130 volumi (3 grammi per chilo di biancheria), con una temperatura minima di 60 gradi e tempi di immersione di almeno 20 minuti.
Per smacchiare, se non si riesce ad agire tempestivamente, è sempre necessario pretrattare le macchie con sapone ecologico tipo Marsiglia grattugiato.
Se la vostra acqua è calcarea e richiede inevitabilmente l’uso di ammorbidenti, si possono mettere 100 millilitri di aceto (l’odore scompare se si asciugano i panni all’aria) o 100 millilitri di una soluzione al 10% di acido citrico nella vaschetta dell’ammorbidente. Se l’acqua è particolarmente dura, vanno aggiunti fino a 3 cucchiai di bicarbonato o soda da bucato (un po’ più aggressiva) direttamente nella vasca.

Detergenti fai da te: pulire la casa in modo economico e naturale