Sapone giallo, ecologico ed economico: come usarlo per pulire tutta la casa

Costa pochissimo e funziona davvero per tutto: ecco cos'è il sapone giallo e come usarlo per le pulizie di casa

Siete alla ricerca di una buona alternativa ai tantissimi detersivi che si utilizzano solitamente per pulire tutta casa? Il sapone giallo è un antico rimedio della nonna per sgrassare e igienizzare, ottimo in sostituzione a praticamente quasi tutti i prodotti per le pulizie. Si trova facilmente in commercio ed è davvero efficace, senza contare che è assolutamente ecologico e persino molto economico. Vediamo come possiamo usarlo.

Cos’è il sapone giallo e perché usarlo

Il sapone giallo, conosciuto anche come sapone molle potassico, non è altro che un panetto morbido dal colore giallo intenso e dal profumo delicato, composto da pochissimi ingredienti che hanno, tuttavia, un enorme potere pulente. Si tratta infatti di un sapone a base di acqua, glicerina e olio di cocco, che lo rende schiumogeno e dalla notevole azione detergente. Inoltre contiene sali di potassio, che gli conferiscono un’ottima efficacia sgrassante, e l’idrossido di potassio: è quest’ultimo ingrediente a donargli la sua consistenza morbida e malleabile.

Nonostante la sua composizione semplicissima, il sapone giallo è un portento nelle pulizie. In passato era considerato il rimedio per qualsiasi tipo di macchia, e di recente è tornato alla ribalta per le sue importanti caratteristiche: essendo completamente biodegradabile, è un prodotto davvero ecologico, inoltre funziona benissimo in una molteplicità di situazioni, grazie alla sua versatilità. E, non da ultimo, è davvero molto economico. Con un solo panetto si può pulire praticamente tutta casa, senza bisogno di acquistare altri detersivi. Lo si trova facilmente in tutti i negozi di prodotti per l’igiene e nei supermercati più forniti (spesso commercializzato come sapone Alga), così come online.

Come usare il sapone giallo

Ma passiamo agli utilizzi del sapone giallo. Il più comune è sicuramente quello che lo vede protagonista del nostro bucato, in sostituzione dei normali detersivi o del sapone di Marsiglia. Lo si può usare come pretrattante sulle macchie più ostinate, semplicemente sfregandolo sulla zona interessata e lasciandolo agire qualche minuto, prima di mettere il capo in lavatrice. E ovviamente può essere impiegato proprio per il lavaggio, aggiungendo un pezzettino di panetto direttamente nel cestello. In questo caso, non c’è bisogno nemmeno dell’ammorbidente: il sapone giallo garantisce infatti un bucato pulito e profumato, ma anche morbidissimo.

Questo portentoso prodotto è poi un ottimo alleato in cucina (e non solo). Per utilizzarlo al meglio e sfruttare tutti i suoi poteri igienizzanti, è meglio preparare una formulazione liquida che è sicuramente più agevole per le pulizie. Basta sciogliere un panetto in circa mezzo litro d’acqua bollente, lasciandolo poi raffreddare e travasandolo in un flacone spray. Si possono anche aggiungere alcune gocce di olio essenziale di limone, per intensificare il profumo (e la sensazione di pulito). A questo punto, non resta che rimboccarsi le maniche e iniziare a pulire.

Il sapone giallo liquido è ottimo per igienizzare tutte le superfici della cucina e del bagno: basta spruzzarne un po’ e lasciarlo agire per un minuto, quindi strofinare con un panno morbido o con una spugna per eliminarne tutti i residui. Lo si può usare anche come sgrassatore, lasciandolo agire eventualmente qualche minuto in più per permettergli di rimuovere al meglio qualsiasi macchia. E per chi ha il pollice verde, il sapone giallo si trasforma persino in un perfetto antiparassitario. In questo caso occorre però una soluzione più diluita: bisogna far sciogliere 10 grammi di panetto in un litro d’acqua, per poi spruzzare il prodotto così ottenuto sulle foglie della pianta, mattina e sera.