Come usare il sapone di Marsiglia e le sue proprietà

Il sapone di Marsiglia ha numerosi utilizzi, per il corpo e per le pulizie, e diversi benefici: scoprili qui

Un pezzo di storia profumato e rinomato, da 600 anni. Il sapone di Marsiglia come lo conosciamo oggi nasce proprio nella città omonima e da diversi secoli è un alleato prezioso dell’igiene, della pulizia e della bellezza. I suoi usi sono infiniti, così come le sue proprietà: detersivo fai da te e tonico per i capelli, simbolo iconico da tenere in bagno, vicino al lavandino, e inaspettato agente brillantante, questo sapone tradizionale è utile per tanti scopi.

Il sapone di Marsiglia puro o non è in prima linea nelle pulizie domestiche, tanto che si può utilizzarlo su tante e diverse superfici senza temere alcun danno, aiuta la pelle e i capelli e porta a termine un’igienizzazione accurata.

Ha un profumo inconfondibile, che però non piace a tutti: gli insetti lo detestano, e per questo li tiene lontani. Fa brillare qualunque piano, dai pavimenti alle piastrelle. Scopriamo più nel dettaglio le declinazioni di questa splendida risorsa, per il corpo e per la casa.

Sapone di Marsiglia: composizione

Non tutti sanno che il sapone di Marsiglia deriva in realtà dal sapone di Aleppo, nato in Siria, conosciuto poi in Francia grazie al commercio mercantile. I francesi, incantati da questo sapone, hanno avviato una produzione nel loro paese, cercando di perfezionare sempre di più la formula, completamente vegetale. Nel 1600, Sotto il regno di Luigi XIV, la produzione era arrivata a un punto tale che il “Sapone di Marsiglia” era diventato correntemente un nome comune.

Anticamente a Marsiglia per riprodurre il sapone di Aleppo si utilizzava questa formula: 72% di olio di oliva + Liscivia ottenuta dalle ceneri di salicornia (una pianta molto diffusa sulla riviera francese) + Acqua del mar Mediterraneo. Con il Re Sole si è arrivati a “fissare” la ricetta, vietando l’utilizzo di altre fonti di grasso che non fossero l’olio d’oliva.

Con il tempo si è arrivati a un’evoluzione universale della formula, proprio come altri prodotti di largo consumo e grande successo, all’inizio del XX secolo. Grazie alla scoperta dei nuovi grassi vegetali al posto dell’olio d’oliva, la formula si consolidò in:

  • 63% di olio di palma o olio di cocco;
  • 28% di acqua;
  • 9% di soda o carbonato di sodio.

Si definisce puro il sapone di Marsiglia creato con olio d’oliva o comunque sempre rigorosamente con ingredienti vegetali, mai animali. Proprio sotto il regno di Re Sole, il sovrano ebbe l’idea di creare una sorta di marchio, che pochi secoli dopo sarebbe stato famoso in tutto il mondo. Oggi lo utilizziamo come una sorta di jolly, un sicuro e comodo passepartout che serve a lavare i piatti ma anche a sgrassare la pelle del viso.

Sapone di Marsiglia: proprietà

È proprio la ricchezza di proprietà e vantaggi a rendere il sapone di Marsiglia un alleato prezioso per la pulizia domestica e personale.  Ecco perché sceglierlo:

  • ha un’azione lenitiva e delicata, ma anche sgrassante e purificante: in altre parole, sul corpo, va bene sia per pelli secche che grasse (anche se chi soffre di pelle secca deve sempre fare attenzione, perché la presenza di epidermide soda o potassa caustica, a contatto con l’acqua, sviluppa un pH alcalino che può arrecare problemi alla pelle, provocando, in chi soffre di scarsa idratazione, secchezza e anche possibili eruzioni);
  • il sapone di Marsiglia è un antibatterico che igienizza superfici, capi ed epidermide;
  • ha un’azione levigante sulla pelle, che rende liscia, pulita e morbida;
  • riequilibra il pH della pelle;
  • è ipoallergenico, adatto anche alle pelli delicate;
  • è eudermico: aiuta la crescita cellulare e la rigenerazione della pelle;
  • svolge un’azione sgrassante
  • elimina i cattivi odori grazie anche al suo buon profumo.

Sapone di Marsiglia: usi

Il Sapone di Marsiglia trova impiego in un ventaglio ampio di possibilità, dal bagno alla cucina, dalla toeletta alla stanza del bucato. Può essere utilizzato solido, in saponetta e in scaglie, o liquido (quest’ultimo si può creare anche a casa, con sapone a scaglie, glicerina e olio d’oliva fatti cuocere a fuoco lento).

Ecco per cosa può essere usato:

  • per pulire e igienizzare la casa;
  • per il bucato;
  • come prodotto antibatterico e antinfiammatorio;
  • come spray per igienizzare superfici;
  • per detergere il corpo;
  • per purificare la pelle e i capelli;
  • come detersivo e detergente multi-superficie;
  • per rimuovere i cattivi odori.

Sapone di Marsiglia per il corpo

Chi è appassionato di cosmetici naturali conoscerà già bene le proprietà di questo straordinario prodotto detergente:

  • sapone di Marsiglia per viso: è molto utile perché funziona come detergente, rimuovendo impurità, sebo in eccesso (riequilibra il pH della pelle) e combattendo la pelle grassa, ma senza seccarla. È adatto a chi soffre di brufoli, acne, pelle lucida, ma anche a chi ha un’epidermide delicata, da trattare solo con prodotti leggeri e naturali. È ottimo anche per aiutare a rimuovere tutti i residui di trucco dopo aver passato il latte detergente;
  • sapone di Marsiglia per corpo: deterge con delicatezza e accuratezza la pelle di tutto il corpo. Grazie alla funzione riequilibratrice del pH, qualcuno lo consiglia anche per l’igiene intima. Con questo prodotto si può creare anche un ottimo scrub, per esfoliare la pelle. Basta una spugna o un guanto di crine per eseguire una pulizia accurata e uno scrub sotto la doccia;
  • sapone di Marsiglia per mani: il sapone di Marsiglia, oltre a lasciarle pulitissime e profumate, le rende lisce e morbide garantendo la funzione antibatterica;
  • sapone di Marsiglia per capelli: l’effetto sgrassante aiuta chi soffre di cute o capelli grassi; l’azione di questo detergente li manterrà puliti più a lungo;
  • sapone di Marsiglia per cicatrici e smagliature: non tutti lo sanno, ma questo eccezionale prodotto aiuta anche ad attenuare le cicatrici o le smagliature. La sua azione levigante viene potenziata dall’aggiunta dell’olio di argan, che aiuta il processo di rigenerazione cellulare.
  • sapone di Marsiglia per animali domestici: anche quelli con cute e pelo sensibile possono essere lavati e puliti con facilità con questo prodotto.

Sapone di Marsiglia per le pulizie domestiche

In casa il sapone di Marsiglia è davvero un alleato camaleontico: aiuta a disinfettare e pulire qualunque superficie, dai pavimenti alle piastrelle, senza rovinare i materiali, neanche i più delicati. Ecco alcuni degli utilizzi:

  • Come detersivo per i piatti: sgrassa a fondo e deterge perfettamente le stoviglie. Basta prendere 100 grammi di prodotto ridotto in scaglie e farlo sciogliere in mezzo litro di acqua bollente. Infine, aggiungere un cucchiaio di olio d’oliva e 10 gocce di succo di limone, anch’esso noto per il suo potere sgrassante. Dopo aver creato questo composto, si può mettere all’interno di un contenitore con uno spruzzino, e usarlo per lavare i piatti. Inoltre il sapone di Marsiglia è un antibatterico e assicura un’igienizzazione perfetta.
  • Come detergente fai da te per la casa: si può creare il detersivo pavimenti fai da te con sapone di Marsiglia, acqua calda, alcool e bicarbonato di sodio, per far splendere e brillare i propri pavimenti come specchi. Vale allo stesso modo per le piastrelle che ricoprono le pareti o per le suppellettili da igienizzare quotidianamente o periodicamente. Per agevolare questa operazione si può creare anche uno spray multiuso; per farlo, bisogna sciogliere 100 grammi di sapone di Marsiglia in acqua bollente, aggiungere dell’olio al limone, e versare il composto in un nebulizzatore. Con questo spray multiuso sarà facile e comodo pulire le piastrelle del bagno, della cucina, i fornelli, il frigorifero e qualsiasi superficie della casa.
  • Come detersivo per il bucato: il classico bucato a mano può apprezzare la funzione igienizzante, profumante e sgrassante del sapone di Marsiglia. Per pulire un capo basta strofinare energicamente la saponetta di sapone di Marsiglia sulla macchia o, in generale, sull’outfit da pulire. Garantisce un’igiene accurata senza rovinare in alcun modo il tessuto. Anche i prodotti industriali spesso contengono questo ingrediente come fiore all’occhiello per una pulizia tradizionale e completa, anche in lavatrice.
  • Per pulire i gioielli: la sua formula vegetale e delicata permette di igienizzarli senza rovinarli;
  • Per tenere lontani gli insetti: il sapone di Marsiglia ha un profumo che è repellente per gli insetti, dalle formiche agli scarafaggi. Si può preparare una soluzione a base di sapone di Marsiglia, 50 ml di olio di semi e acqua, da scaldare su un pentolino a fuoco lento per qualche minuto. Quando si sarà raffreddato, si può inserirlo all’interno di un flacone con nebulizzatore ed erogare lo spray direttamente sulle piante, che saranno così liberate dalla fastidiosa presenza degli insetti.

In versione solida o liquida, come spray, per le mani, il viso, i capelli: il sapone di Marsiglia, più che un marchio, è uno status quo del pulito. Da provare con il bucato, per pulire la casa, gli animali domestici o per la propria pelle: si rivela un’istituzione dell’igiene che affonda le sue radici nella storia e che tanti secoli hanno celebrato come un potente alleato di pulizia e bellezza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come usare il sapone di Marsiglia e le sue proprietà