Paolo Brosio a Verissimo: “L’Isola è stata la mia grande prova”

Eliminato durante la decima puntata, Paolo Brosio si è confessato a Verissimo parlando di sè e della sua "grande prova"

È stato tra i partecipanti dell’Isola più apprezzati dal pubblico per la sua gentilezza e l’allegria, ma nonostante tutto Paolo Brosio è stato nominato ed eliminato dal gioco.

E così, ormai rientrato in Italia e ospite di Verissimo, Brosio si è “confessato” con l’elegante Silvia Toffanin: “L’isola è stata la mia grande prova” ha dichiarato con convinzione. Eppure di prove ne ha passate tante Brosio, a partire dall’avventura del Twiga Beach Club, aperto in Versilia con Flavio Briatore, i Lippi e Daniela Santanché, la cui fine ha dato inizio ad un periodo nero, che Brosio ha raccontato nel suo libro “A un passo dal baratro”.

Tra la perdita del padre, l’incendio del Twiga, la separazione dalla sua seconda moglie Gretel Coello, Brosio ha sofferto, ma ha anche trovato un appiglio, la fede, che è diventato talmente importante da averlo accompagnato sull’Isola. “Ho superato il momento di difficoltà toccando il fondo e cercando di dimenticare, ma la preghiera aiuta a superare la difficoltà”. La sua passione religiosa è talmente forte, da aver contagiato anche alcuni compagni dell’Isola, che si sono uniti a pregare insieme a lui ogni giorno: “Ho già detto ai compagni dell’Isola che li porto a Medjugorje” ha dichiarato con un grande sorriso Brosio a Silvia Toffanin.

D’altronde, sull’Isola Brosio ha trovato difficoltà soprattutto con i mosquitos, le cui punture continue e dolorose hanno reso necessarie visite mediche. Eppure, nulla ha fermato l’energia di Paolo Brosio, che con allegria e spensieratezza ha saputo resistere ben dieci puntate del programma, senza una nomination.

L’amicizia con Riccardo Fogli, la tenerezza non solo amichevole con Sarah Altobello, la polemica con Soleil e alcuni componenti del gruppo: l’Isola è stata per Brosio densa di momenti positivi, piccole tentazioni e scontri dai quali però il giornalista si è difeso sempre per uscirne a testa alta. Durante la puntata, parla anche di come non sia stato facile rimanere vicino all’amico Riccardo Fogli, durante il polverone alzato da Corona: “Ho visto che non era tanto sereno, mi dispiaceva e non sapevo che cosa dirgli, era preoccupato, ma aveva fiducia in sua moglie”.

Sia lui sia Riccardo Fogli erano dati come i favoriti vincitori, grazie anche al gradimento del pubblico, ma si sono ritrovati eliminati, perché “L’Isola riserva sempre sorprese”, ha commentato il giornalista. “Ci sono quelli che magari hanno avuto tanto, come me e Riccardo e quindi, se ti comporti bene, hai già una posizione di vantaggio”. Tuttavia, per Brosio ci sono due “giovani outsider” che hanno probabilità di arrivare in finale e conquistare il primo premio. “Vincerà Sarah o Aaron, ragazzo educato, che ha lavorato da giovane con suo papà, ha studiato, è un ragazzo speciale. Credo che entrambi possano anche aiutarmi con l’ospedale”, ha concluso il giornalista, facendo riferimento al suo progetto più importante, la costruzione dell’Ospedale della pace di Medjugorje, che lo ha spinto a partecipare al reality e a resistere, giorno dopo giorno.

Paolo Brosio a Verissimo: “L’Isola è stata la mia grande&...