“Orologi di Totti venduti a Montecarlo”: la sua verità e l’ombra del gioco d’azzardo

Francesco Totti smentisce di aver venduto alcuni dei suoi beni, mettendo così un freno alle indiscrezioni che lo legano al gioco d'azzardo

Un accordo tombale che non fa prevedere niente di buono e un passato che emerge, quello di Francesco Totti, a qualche settimana dall’udienza per la separazione da Ilary Blasi. Il Pupone sta cercando di rifarsi una vita al fianco della sua compagna Noemi Bocchi, ma continuano a venire a galla una serie di particolari e di indiscrezioni sulle quali aleggia l’ombra del gioco d’azzardo.

Francesco Totti, la sua verità sulla vendita degli orologi

Stando a quanto ha riportato Dagospia all’inizio di gennaio, sembrerebbe che l’ex Capitano si sia disfatto di una parte della sua collezione di orologi di lusso, cedendoli a un gioielliere di Montecarlo che poi li avrebbe esposti per la vendita solo nel 2020. Gli indizi, inoltre, apparirebbero inequivocabili. I pezzi sarebbero infatti marcati e riconoscibili, uno con la scritta “Totti” e l’altro con la scritta “AS Roma”. Su quest’ultimo, in particolare, penderebbero pochissimi interrogativi: potrebbe infatti essere uno dei pezzi regalati dal Presidente della Roma James Pallotta nel corso della festa di Natale con la squadra del 9 dicembre 2013.

L’argomento non è stato archiviato e, anzi, è stato ripreso nel corso di una delle prime puntate del 2023 di Non è l’Arena. Massimo Giletti, che ha trattato con cura il tema, ha fatto sentire un vocale “rubato” nel quale Francesco Totti ha fornito la sua versione dei fatti, smentendo categoricamente di essere il proprietario di quegli orologi: “Sì sì, immagino, ma neanche c’è bisogno che me lo dici. Neanche so di chi ca**o sono quegli orologi. Sì m’hanno mandato pure a me le foto, m non so di chi sono quegli orologi. Chi ca**o si è mai venduto niente. Qualcuno ha fatto gli orologi con scritto ‘Totti’, così…”.

I famosi Rolex tornano così al centro di quello che ormai potrebbe essere definito come un caso mediatico, partito proprio dalle accuse mosse da Francesco Totti nella lunga intervista resa a Corriere della Sera alla fine dell’estate. Il Campione giallorosso aveva infatti accusato la sua ex moglie Ilary Blasi di avergli sottratto l’intera collezione di orologi, portando con sé tutte le scatole originali e le garanzie, che contribuiscono a un aumento di valore. Lei, che non ha mai replicato, ha fatto parlare per sé i suoi avvocati. Secondo la sua versione, tutti i Rolex le sarebbero stati donati.

Francesco Totti e l’incognita del gioco d’azzardo

Dalle tante indiscrezioni emerse a seguito dell’annuncio della separazione da Ilary Blasi, compare anche quella secondo la quale Francesco Totti sarebbe stato accusato di alcune operazioni sospette finalizzate a presunti finanziamenti di alcune delle sue attività presso il Casino di Montecarlo.

Le indagini verterebbero sul alcuni movimenti di denaro poco chiari da parte del Pupone, in particolare con cinque assegni bancari e un bonifico intestato alla Sfe di Montecarlo e uno alla società United London Service Limited, legata al Casino di Londra. E ancora, 200mila euro alla Belco, collegata al Casino di Las Vegas.

Il diretto interessato non ha replicato né fomentato queste voci sul suo conto, preferendo dedicare il suo tempo ai figli e alla sua compagna con la quale è stato in crociera durante le vacanze natalizie.