Simona Ventura ricorda Paolo Beldì: “Sei stato una guida preziosa”

L'improvvisa scomparsa di Paolo Beldì ha lasciato un grande vuoto nel mondo dello spettacolo: Simona Ventura lo ricorda così

Una lunga esperienza dietro le telecamere aveva permesso a Paolo Beldì di diventare uno dei registi televisivi più affermati sul panorama italiano a cavallo tra gli anni ’90 e ’00, portando al successo molte celebri trasmissioni, tra cui svariate edizioni di Quelli che il calcio. Proprio Simona Ventura ha deciso di spendere bellissime parole per ricordarlo.

Paolo, che solo tra pochi giorni avrebbe compiuto 67 anni, si è spento improvvisamente nella sua casa di montagna a Magognino, piccolo borgo a due passi da Stresa, sul lago Maggiore. Novarese di nascita, aveva mosso i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo come comico radiofonico presso un’emittente locale, e solo in seguito aveva deciso di cambiare rotta approdando nel settore televisivo, nei panni di aiuto regista. Dagli anni ’80, aveva collaborato con tantissimi personaggi famosi come Enzo Tortora e Walter Chiari, diventando pian piano uno dei nomi più noti della tv italiana.

Come regista, Paolo Beldì aveva portato sul piccolo schermo trasmissioni di grandissimo successo, in ambito sportivo (soprattutto di calcio, da grande tifoso qual era sempre stato) e sul fronte dell’intrattenimento. Dopo il passaggio in Rai, aveva lavorato a spettacoli quali Mi Manda Lubrano, Ballarò e svariati eventi musicali, come Gigi, questo sono io di Gigi D’Alessio. Aveva inoltre stretto un duraturo sodalizio con Adriano Celentano, per il quale aveva firmato la regia di diversi show – tra cui Svalutation e Rock Economy.

Altrettanto importante era la collaborazione con Fabio Fazio, che aveva accompagnato sia al Festival di Sanremo che nella sua lunga carriera a Quelli che il calcio. Proprio durante la direzione del programma sportivo, Paolo aveva avuto modo di conoscere Simona Ventura – avevano lavorato insieme fino al 2009. E oggi, a poche ore dalla notizia della tragica scomparsa del regista, la Ventura ha voluto dedicargli un bellissimo messaggio su Instagram, pubblicando una loro foto insieme, risalente ai tempi del loro sodalizio televisivo.

“Quando sono arrivata a Quelli che il calcio nel 2001 ho pensato quanta fortuna avessi avuto nel vederti ancora lì, in cabina di regia” – ha scritto Simona a didascalia del post – “Sei stato una guida preziosa in quegli anni di risultati strepitosi, uno dei pochi registi che ha creato uno stile, una cifra tutta sua (autore fra noi autori). Non ti dimenticherò mai Paolo e, sinceramente, grazie… Te l’ho detto troppo tardi”.

Lo hanno voluto ricordare anche molti altri personaggi della tv e della musica italiana, come Carlo Conti: “Ci ha lasciato Paolo Beldì. Genio della regia, tifoso viola e, sopratutto, amico”. E, ancora, Marco Masini: “Oggi se n’è andato un mio grande amico. Paolo era un grande regista, un grande intenditore di musica, amante dei Beatles come me. Ma prima di tutto una persona semplice, vera e sincera. Ciao Paolo, ogni volta che ascolterò Paul, George, John e Ringo lo farò con te”.

Simona Ventura, l'addio a Paolo Beldì

Simona Ventura

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Simona Ventura ricorda Paolo Beldì: “Sei stato una guida prezio...