Madonna non molla (e ora la imita anche la figlia Lourdes)

Madonna prosegue la sua battaglia a suon di provocazioni e foto social al limite della censura. E adesso la imita anche Lourdes Leon

Madonna non molla di una virgola, anzi di una guepiere. E continua dai suoi account social, a provocare, stupire, scandalizzare, mostrandosi al limite della censura, strizzata in corpetti, calze a rete, con le generose curve in bella vista e primi piani posteriori al limite dell’indecenza.

Quale sia il suo piano, l’obiettivo, la meta da raggiungere ancora non è chiaro. Se ci sia un progetto ben preciso o la semplice volontà di divertirsi facendo ciò che si vuole, in barba all’età anagrafica e alle convenzioni.

Madonna provocante su Instagram

In fondo, Maria Louise Veronica Ciccone lo ha sempre fatto, nella sua vita. Ma a 20, 30 anni, in quella piena rivoluzione musicale e di costume che hanno rappresentato gli anni ’70 ’80 e in parte ’90 poteva avere un senso, adesso non riusciamo davvero a capirlo. O magari siamo noi ad essere rimasti indietro, per carità.

Madonna provocante su Instagram

Il problema, adesso, è che anche la bellissima figlia Lourdes, fino a poco tempo fa volutamente lontana dai riflettori e dallo showbiz, da quando è stata chiamata come testimonial per Rihanna e ha posato per diverse campagne di moda, pare averci preso gusto. E si mostra sui social scimmiottando mammà: stesse pose, stessi outfit, stessi sguardi lascivi e ammiccanti.

Madonna e Lourdes Maria su Instagram

Eppure proprio Lourdes ha recentemente confessato in una intervista che la celebre mamma le dice continuamente: “Procedi cautamente e pensa bene a ciò per cui vuoi essere conosciuta“. “Mia madre  insiste su ciò per cui io voglio essere conosciuta al di fuori dei miei look (Lourdes fa ormai la modella a tempo pieno, ndr).

“Sono stata giudicata sin da quando ero piccola, ma credo che la privacy sia stata ciò che mi ha permesso di tenere per me le mie perle di saggezza e non ritrovarmi in un ospedale psichiatrico. Voglio capire chi diavolo sono prima che qualcun altro provi a dirmelo, okay?”.

E ancora: “Non ho mai conosciuto una donna che lavora così tanto duramente come mia madre. Io questo aspetto di lei non l’ho ereditato, sfortunatamente. Ho ereditato la sua mania del controllo: quella sì, ma la sua etica di lavoro no”.

Di sicuro, però, ultimamente la sta imitando parecchio.