Laura Pausini, Emma e le altre: la nobile iniziativa per le donne afghane

Laura Pausini, Emma, Alessandra Amoroso e altre colleghe insieme per una nobile iniziativa a sostegno delle donne afghane

Le immagini provenienti dall’Afghanistan negli ultimi giorni stanno dominando la scena internazionale. Non si può restare indifferenti di fronte a una situazione tanto drammatica, vale per noi “comuni mortali” ma anche per chi può mettere la propria popolarità e il proprio successo al servizio di una giusta causa. Proprio come stanno facendo Laura Pausini, punta di diamante della musica italiana, e altre sette colleghe.

Con un post condiviso su Facebook, la Pausini ha svelato l’iniziativa che la coinvolge insieme a Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa e Gianna Nannini. Sette grandi artiste che hanno deciso di unire le forze per sostenere le donne afghane e i loro bambini.

L’Afghanistan con il sopravvento del regime talebano sta tornando a essere “terra di nessuno”, con tutte le conseguenze del caso. Ma a farne le spese in pochi giorni sono state e continuano a essere prima di tutto le donne, costrette a rinunciare a quei pochi, civili diritti che erano riuscite a guadagnarsi con tanta fatica. La democrazia è andata in fumo e adesso sono costrette a privarsi della propria identità, ancora una volta. Tornando nell’angolo, chiudendosi nelle loro case in un mondo che sta negando la loro stessa immagine, cancellandola persino da muri e cartelli che le vedevano protagoniste.

“Siamo molto scosse da quello che in questi giorni sta succedendo in Afghanistan – ha scritto Laura Pausini su Facebook -. Nessuna donna in pericolo di abusi e violenze può essere lasciata sola. Per questo motivo con UNA. NESSUNA. CENTOMILA abbiamo scelto di sostenere una realtà italiana e internazionale, la Fondazione Pangea Onlus, donando 200.000 euro a favore del progetto EMERGENZA AFGHANISTAN. Un aiuto concreto per essere al fianco delle donne afghane e i loro bambini, perché possano essere messi in salvo, e a riparo dalla violazione dei loro diritti fondamentali umani e civili”.

Una nobile iniziativa a sostegno di una fondazione che a Kabul svolge un lavoro di vitale importanza, soprattutto per le donne e i loro bambini. Una somma come quella sicuramente tornerà utile al progetto, senza contare che la visibilità internazionale della Pausini, unita a quella delle altre sette amiche e artiste che ha chiamato a raccolta, possono avere un forte impatto sull’opinione pubblica, sensibilizzandola su una questione tanto importante.

Il progetto Emergenza Afghanistan intende prima di tutto mettere in salvo lo staff tutto al femminile che da anni si trova nel Paese mediorientale, proprio per aiutare le donne del luogo vittime di abusi e soprusi, spesso rischiando la propria stessa vita. Un totale di 240 persone, tra collaboratrici e familiari, che hanno urgente bisogno d’aiuto.

Laura, Emma e le altre si riuniranno sullo stesso palcoscenico per dar voce a chi non ne ha. L’evento musicale più grande e imponente di sempre contro la violenza di genere finora mai realizzato, che devolverà i proventi a strutture che forniscono supporto alle vittime di abusi. L’11 giugno 2022 sarà una data importante e siamo certe che la grande Arena Campovolo di Reggio Emilia sarà gremita di gente, pronta a godersi le nostre grandi artiste ma soprattutto a dare il proprio contributo per una giusta causa.

Laura Pausini post

Laura Pausini condivide l’iniziativa a sostegno delle donne in Afghanistan

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Laura Pausini, Emma e le altre: la nobile iniziativa per le donne afgh...