“Domenica In”, Piazzolla su Gina Lollobrigida: “Non poteva morire”. Il suo ultimo gesto per lei

Andrea Piazzolla ricorda Gina Lollobrigida a "Domenica In": il racconto del loro speciale rapporto e gli ultimi istanti al fianco dell'attrice

A Domenica In va in scena un commosso ricordo di Gina Lollobrigida, scomparsa pochi giorni fa. In studio con Mara Venier c’è Andrea Piazzolla, che per anni è stato collaboratore nonché presenza fissa nella vita dell’attrice, con la quale ha condiviso bellissimi momenti sino ai suoi ultimi giorni di vita. Visibilmente commosso, ha confessato quali problemi di salute avevano colpito la diva nell’ultimo periodo e qual è stato il suo ultimo gesto per lei: “Le avrei dato tutto”.

Andrea Piazzolla: il ricordo di Gina Lollobrigida a “Domenica In”

Il ricordo di Gina Lollobrigida apre la nuova puntata di Domenica In, con Mara Venier che tributa alla diva del cinema un commosso omaggio. La conduttrice ospita in studio Andrea Piazzolla, che è stato per anni collaboratore nonché tuttofare della ‘Bersagliera’. Il loro rapporto è sempre stato speciale, hanno condiviso moltissimi momenti insieme, come riproposto anche nelle clip mandate in onda in puntata, e le è stata al fianco sino ai suoi ultimi giorni di vita.

Il suo collaboratore è ancora incredulo per la dolorosa scomparsa della ‘Lollo’, della quale conserva un bellissimo ricordo: “Io non ho mai creduto potesse arrivare il momento che è arrivato. Ma, nonostante questo, sapevo che era una corsa contro il tempo, non potevamo rimandare nulla al domani, perché era giusto vivere tutto subito. Gina aveva un desiderio? Si prendeva e si partiva, qualsiasi cosa lei potesse desiderare”.

Piazzolla ricorda anche la straordinarietà di Gina Lollobrigida, la sua ironia, la sua vitalità: “È ritornata a vivere quello che lei, molto probabilmente, non immaginava di poter vivere: la gioia, la serenità. Abbiamo riso tanto insieme, era una donna divertentissima, non era noiosa. Io dicevo sempre: ‘Hai 95 anni ma non so dove stanno’. Gina per me è unica, una donna straordinaria, dalle capacità e dalle doti che hanno dell’incredibile”.

Andrea Piazzolla: l’ultimo gesto e le ultime parole per Gina Lollobrigida

Andrea Piazzolla, a seguire, ricorda gli ultimi giorni di vita di Gina Lollobrigida. Nell’ultimo periodo la diva aveva fatto i conti con alcuni problemi di salute: “Prima di Natale ha fatto un’operazione per il femore, poi ha ricominciato a camminare da sola, con il deambulatore. Poi purtroppo ha avuto un problema con il cuore e per parecchi giorni è stata a riposo, circa due settimane. Poi, il 31 dicembre, al pomeriggio ha smesso di mangiare e da quel momento mi sono allarmato”.

La situazione è precipitata in seguito ad una tac in ospedale: “L’avevo accompagnata io e la tac l’avevo chiesta senza mezzo di contrasto. Quando siamo andati in ospedale, il medico ha detto che doveva farla per forza con contrasto. Purtroppo il contrasto, da quanto si è capito, le ha bloccato i reni. Siamo tornati a casa la sera e ho visto che non urinava. Sono andato in allarme e ho chiamato tutti quelli che potevo, ma mi hanno detto: ‘Andrea, non ci sono più possibilità’. D’accordo con il professore, l’abbiamo subito ricoverata”.

Piazzolla, pur di salvarla, confessa a Mara Venier quale gesto avrebbe compiuto senza esitazioni: “Io le avrei dato tutto, non solo un rene. Lei mi ha dato il suo tempo, io le ho dato il mio tempo, ma sarei stato pronto a darle tutto”. Infine, racconta, le sue ultime ore al fianco della diva: “L’ho vista l’ultima volta 24 ore prima che se ne andasse. Ero disperato, il professore aveva detto che non c’era nulla da fare. Allora lì sono tornato con il discorso del trapianto: ‘Non posso lasciarla morire, non potete chiedermi questo. Almeno proviamo a salvarla, poi magari non ci siamo riusciti, ma proviamoci’. Ma non era possibile e mi sono allontanato dall’ospedale. Me la sono abbracciata tutta, le ho detto ‘grazie’ e ‘scusa’”.