Kate Middleton, quello che il Palazzo non dice più su di lei

Delusione per i fan di Kate Middleton. Kensington Palace non darà più dettagli sugli outfit della Principessa del Galles

Il livello di attenzione nei confronti di Kate Middleton è sempre stato molto elevato, considerando il suo ruolo di primo piano all’interno della Famiglia Reale. Costante la curiosità legata al suo abbigliamento, il che ha generato una vera e propria discussione all’interno delle stanze di Kensington Palace, fino alla decisione di un cambio di rotta netto.

Kate Middleton: silenzio sugli outfit

La descrizione dettagliata degli abiti indossati dai membri della Famiglia Reale è pura consuetudine per i funzionari di Kensington Palace. Basti pensare ai tanti elementi analizzati in relazione al vestiario della compianta Regina Elisabetta II. In questo particolare ambito della gestione mediatica della Corona, Kate Middleton è divenuta un’assoluta protagonista.

Il suo elemento distintivo è rappresentato, senza dubbio, dalla capacità di combinare capi realizzati da importanti stilisti ad altri in commercio a prezzi accessibili. Una sorta di mano tesa verso i sudditi, mostrandosi per quanto possibile con i piedi ben ancorati a terra. Offre inoltre in questo modo la chance di imitarla, senza per questo dover spendere cifre da capogiro.

Chi l’ha apprezzata al Colham Manor Children’s Centre, ad esempio, potrebbe dover spendere appena 35 sterline (40 euro, circa) per acquistare il suo stesso abito. Si pensa infatti fosse di Mango. Il prezzo di listino del suo cappotto di Hobbs sarebbe invece di 359 sterline (poco più di 400 euro). Non impossibile da aggiungere al proprio guardaroba.

Un atteggiamento che risulta essere una costante nella quotidianità di Kate Middleton, come dimostra il fatto d’essersi mostrata in un abito Zara il giorno dopo il suo sfarzoso matrimonio con il Principe William, nell’ormai lontano 2011.

L’attenzione dei media è stata reputata eccessiva, per questo la Corona ha ormai smesso di fornire aggiornamenti sul vestiario della Principessa del Galles per i suoi impegni. Omissioni che col tempo si sono fatte notare, evidenziando una chiara modifica alla gestione comunicativa.

Vi sono però delle eccezioni, rappresentate da eventi particolarmente rilevanti, che si tratti di prime cinematografiche, eventi di Stato o visite all’estero che prevedano l’indosso di capi disegnati dalla Nazione ospitante.

Tatler premia Kate Middleton

A dimostrazione della grande attenzione rivolta agli outfit di Kate Middleton, Tatler ha deciso di premiarla con il primo posto nella sua speciale classifica dei volti celebri meglio vestiti nel 2022. Il podio è stato aperto da Freya Aspinall, celebre attivista giunta al terzo posto. Spazio poi all’imprenditrice Vimbai Masiyiwa, battuta unicamente dalla Duchessa di Cambridge, oggi Principessa del Galles.

La futura Regina Consorte viene costantemente elogiata per le proprie scelte di stile. Basti pensare alle parole del caporedattore di British Vogue, che l’ha esaltata per la sua capacità di ispirare le persone con i capi scelti, che in molti casi sono delle effettive prese di posizione dal grande impatto.

Ecco le parole di Edward Enninful: “È cresciuta con una tale grazia, senza però perdere ciò che più conta per lei. È d’ispirazione per molte persone, che si identificato con Kate Middleton”. Poco importa se non vi saranno più comunicati ufficiali sulle combinazioni dei suoi outfit, l’impatto che la Principessa è in grado di avere resta immutato per chi continua ad amarla.