Cambiate partner ogni 5 anni per essere, finalmente, felici

Una battaglia contro la monogamia e le regole imposte dalla società

Una vera e propria provocazione quella dello psicologo spagnolo Rafael Santandreu che ha espresso una sua personale opinione sulla monogamia di coppia: un concetto antiquato e reprimente.

Per riuscire a trovare la vera felicità e sentirsi libere ed emancipate come donne il suo consiglio è quello di cambiare partner ogni 5 anni. Chiaro, non siamo un elettrodomestico con il timer da impostare, questa è solo un suo suggerimento ideale, un’indicazione temporale per farci avere un’idea della nostra grande libertà di scelta che, sempre più spesso, tendiamo a dimenticare.

Noi donne, infatti, siamo abituate a voler a tutti i costi difendere il nostro amore con i denti, analizzandolo, cercando di rattoppare i “buchi” e di risolvere i problemi ma non sempre la strada è così facile da percorrere. A volte bisogna solo allontanarsi per stare meglio e basta.

Quando non stiamo bene con una persona tendiamo infatti ad aggrapparci alla routine, chiudendo gli occhi e dimenticando che la separazione è un’opzione possibile da attuare. Non molliamo i nostri partner perché abbiamo paura di ferirli, di essere giudicate, di rimanere da sole, di sembrare incontentabili… nulla di più sbagliato.

Lo psicologo spagnolo, invece, è contro la monogamia perché è proprio in questo “recinto” di regole perbeniste in cui viviamo che la donna si auto definisce e si reprime senza accorgersene. Tutti noi nasciamo liberi di fare le nostre scelte e dovremmo seguire questo ragionamento anche dal punto di vista amoroso, non lasciandoci condizionare dalle standardizzazioni imposte dalla società e sentendoci libere di fare quello che più ci rende felici in campo amoroso e sessuale.

Lo psicologo parla infatti della grandissima limitazione sessuale che viene imposta dalla società durante un rapporto di coppia monogamo, per lui questa scelta può portare solo ad ingrandire ancora di più problemi come gelosia e dipendenza dall’altro, tossici per il proprio benessere personale.

La provocazione di cambiare partner ogni 5 anni non è che un invito a non arrendersi al primo compagno se non è quello giusto. L’amore si trova, si perde, si cerca o si tiene per tutta la vita, ma solo quando è quello giusto. Non dobbiamo accontentarci delle versioni tiepide dei nostri sogni, di ideali non raggiunti o di vivere con il paraocchi per evitare di affrontare i problemi.

L’opinione di Santandreu sarà sicuramente forte e d’impatto ma fa riflettere e ci rende subito più coraggiose: noi donne siamo libere di scegliere la persona con cui stare tutta la vita!

Cambiate partner ogni 5 anni per essere, finalmente, felici