Come rinunciare a un amore impossibile

Come mettersi l’anima in pace e rinunciare a un amore impossibile per vivere meglio e tornare a sorridere

Foto di Elisa Cappelli

Elisa Cappelli

Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

I segnali di un amore impossibile

Quando un amore ci indica con chiarezza che non ha modo di realizzarsi nel breve ma nemmeno nel medio o lungo termine? Ti sei mai fatta questa domanda? Per riassumerla in una frase di un grande autore, potremmo dire che un amore impossibile ha questi tratti: “Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcuno è starci seduto vicino e sapere che non lo potrai avere mai.” frase storica dello scrittore Gabriel García Márquez che rende molto bene l’idea. Se stai soffrendo da un pochino e non trovi la via d’uscita, forse occorre farsi qualche domanda e andare a indagare se l’amore che stai vivendo non ha i requisiti di un amore felice e concretizzabile:

Non sorridi spesso

Le amiche o i familiari ti fanno notare che il tuo carattere sta subendo una trasformazione che non va verso la luce. Ti accorgi che cambi umore con poco e tendi ad essere troppo riflessiva, rimuginare e dimentichi di sorridere. Le persone che ti vogliono bene te lo fanno notare e inizi a farci caso anche tu.

Elemosini il tempo con la persona

Ti sembra sempre di elemosinare, di tenere la testa bassa, ti senti sovrastata da un lavoro che sembra non raggiungere mai un risultato, sembra non finire mai e sembra non dare frutti. Ti capita di chiedere di passare del tempo insieme e hai quasi la sensazione di stare elemosinandolo.

Nervosismo e irritazione

La persona ti sembra sempre irritata, nervosa e rende tale anche te. Scattano litigi per poco e le reazioni sono davvero esagerate, con un’energia troppo bassa, controproducente. Manca la pazienza, la fede e la calma. In molti momenti tutto sembra precipitare in modo affatto gentile e morbido.

Non ti senti accolta e ascoltata

La persona non ha mai tempo, non ti senti ascoltata e non senti che puoi condividere le cose che ti accadono internamente o a livello esterno; hai la sensazione di viverti in solitaria cose che accadono nel tuo mondo interiore e cose che avvengono nella famiglia, sul lavoro o con le amiche.

Incertezza costante

La persona ti lascia sempre un senso di attesa, di incertezza, come di aspettare un mezzo che non arriva, un aereo che non prende il volo, un treno che non fischia. Senti come sempre la sensazione di assicurarti che il rapporto stia andando bene o comunque che stia anche solo andando.

Scatta il controllo

Lasciata nel dubbio e nelle incertezze ti viene da controllare spesso la persona, facendo domande o guardandole il cellulare o cercando di ottenere informazioni indirette. Questo tipo di comportamento alla lunga ti fa perdere anche autostima e senso di fiducia in te stessa. Hai la sensazione che la persona ti nasconda qualcosa e non ti senti serena, magari dormi anche peggio o comunque hai sempre la testa per aria e quando fai domande dirette non ottieni risposte o affermazioni molto vaghe e non verificabili.

Rinunciare a un amore impossibile

Mantenere la fede e lavorare per una relazione, accogliere le incertezze, nutrire fiducia, tutto questo ha un limite e il limite lo decidi tu. Ma devi accorgerti quando una relazione non sta andando da nessuna parte e quando questa sensazione di vicolo cieco si fa enorme. Non puoi calpestare e far calpestare il tuo impegno, il tuo benessere e le tue energie. Il tuo impegno non viene riconosciuto e forse devi iniziare a fare i conti con il fatto che ti sta logorando internamente. A volte le storie vanno chiuse per rinascere in modo ragionevole e per poter far sentire la propria voce, il proprio volere.

Quando accade questo possono scattare i sensi di colpa e le paure, ma il passato serve per insegnarci e se si trasforma in un presente che ha una forma rigida e sofferente, allora occorre cambiare rotta e senza rimpianti. Comunica che questa storia ha tratti che ti stanno facendo male e ricorda che non ti stai togliendo da una situazione difficile per ferire, ma per rispettare te stessa. Questo ti fornisce tutti gli elementi per iniziare a concentrarti su te stessa, distrarti in modo sano e rimetterti al centro del tuo mondo. Stare in qualcosa in cui non sta bene ti crea una dinamica emotiva forte e dannosa. Cerca di sfogare le tue emozioni e riprenderti te stessa fin dal principio, inizia un capitolo nuovo, fai finta che si tratti di un libro che scrivi tu e che somiglia alla vita che vuoi vivere tu.

Una relazione che non va da nessuna parte non ci fornisce indicazioni su chi siamo e sul nostro valore, ma potrebbe diventare un ottimo indizio per capire come correggere il tiro e ridefinire cosa vogliamo da noi stesse e dall’altra persona. Ricorda che una relazione deve aggiungere, non togliere o depauperare. Una persona non ti completa ma ti fa brillare meglio, ti fa divertire, ti fa stare bene. Sicuramente ci possono essere alti e bassi, ma se non hai la sensazione di accoglienza, condivisione, leggerezza e soprattutto rispetto, allora conviene lasciar andare e presto. Sicuramente con la persona potresti aver creato ricordi e forme di attaccamento che vanno epurate, pulite, tolte. Un’ottima idea? Cambiare qualcosa nella propria routine, sia alimentare che fisica, introdurre elementi nuovi, anche un libro nuovo, uno studio nuovo. Avere te stessa sempre rappresenta la risorsa migliore di tutte.