Materna: come affrontare il primo giorno di scuola

Il primo giorno di scuola materna è uno dei tanti passi che porterà il bambino in un mondo per lui completamente diverso. Ecco come affrontarlo al meglio

Il primo giorno di scuola materna è del tutto speciale. Si tratta di un passo, – uno dei tanti, forse, – davvero particolare. Nella scuola materna si dovranno affrontare delle nuove sfide, apprende elementi nuovi e gettarsi sempre nella scoperta del mondo. Non in ultimo luogo, il primo giorno di scuola materna si dovrà fare conoscenza degli insegnanti e dei propri compagni di classe, con cui avventurarsi in una strada ricca d’insuccessi, vittorie, apprendimenti, scoperte e quant’altro. Partendo dalla scoperta delle relazioni con i propri coetanei, e finendo con tutti i cambiamenti a cui si dovrà dare atto, è una tappa fondamentale.

Il primo giorno di scuola materna significa la separazione dei piccoli dai suoi genitori. C’è l’angoscia della divisione, una di quelle che può presto trasformarsi in ansia. Al di fuori della propria porta di casa e dentro l’edificio scolastico ci sono molte difficoltà da superare. Il contesto in cui si arriva, quello scolastico, è completamente nuovo. Lo sono anche i compagni, gli insegnanti, le altre persone della scuola, come i bidelli oppure gli allievi delle classi superiori. Qui si dovrà cercare di andare d’accordo con tutti, magari instaurando dei rapporti amichevoli.

La novità è rappresentata anche dalle discipline, che verranno proposte ai bambini dalle insegnanti. Si dovranno creare delle cose particolari, dare libero spazio alla [propria fantasia, riuscire a inventare qualcosa che gli altri non riescono a fare. Da un certo lato, bisognerà mostrarsi forti e determinati a superare l’intero percorso scolastico, che il più delle volte finisce all’università a 24 o 25 anni. D’altro canto, il piccolino dovrà utilizzare l’ingegno per mostrarsi più creativo degli altri. I bambini “sentono” per davvero le varie cose che gli vengono proposte al pari di competizioni da vincere a ogni costo.

Persino i bambini che hanno frequentato l’asilo nido vivono il tutto in una maniera completamente diversa. Si tratta di un’esperienza unica nel suo genere anche per loro. Un’esperienza di quelle difficili da replicare. E allora ecco che bisognerà sforzarsi per raggiungere dei buoni risultati. Le reazioni dei piccoli variano da persona a persona. Generalmente, però, loro riescono ad adattarsi alle nuove condizioni in un periodo che va dalle 2 alle 6 settimane. In casi più rari è possibile che si manifestino segni di disappunto anche a 2 mesi dall’inizio della scuola. In tal caso si consiglia di risolvere il problema parlandone direttamente con il bambino e chiedendo perché non gli piace andare alla scuola materna.

Materna: come affrontare il primo giorno di scuola