Come responsabilizzare un adolescente

Il difficile compito di responsabilizzare un figlio in un'età difficile

Temi che tuo figlio resti un eterno Peter Pan? Tua figlia a volte è capricciosa come una bimba? È vero che gli adolescenti hanno diritto a dei momenti di spensieratezza e di evasione ma è prioritario che siano responsabilizzati. Devono capire che esiste un limite a certi comportamenti e che essere persone responsabili non è un optional. Il tuo contributo in questo percorso di responsabilizzazione è fondamentale.

L’importanza dell’esempio
Se ti limiti ad elencare a tua figlia una serie di comportamenti vietati o a fare una sfuriata davanti all’ultima leggerezza commessa da tuo figlio, difficilmente verrai ascoltata. L’esempio può essere più educativo. Impedire a tua figlia di spendere soldi in cosmetici non ha senso se tu sei solita dilapidare lo stipendio con acquisti impulsivi. È poco costruttivo dire a tuo figlio che deve studiare se tu sei la prima a lasciare le cose a metà.

Un meritato premio
Insegna ai tuoi ragazzi che la correttezza, l’educazione e il rispetto delle regole sono degli obiettivi importanti e che non è da “sfigati” cercare di raggiungerli. Se tuo figlio dà una mano ad un compagno di classe in difficoltà o se tua figlia ti aiuta nelle faccende domestiche, riserva loro un regalo: capiranno che il loro impegno è stato ripagato e saranno incentivati a continuare su questa strada.

Sii intransigente
Se il dialogo e il confronto non sono sufficienti per responsabilizzare il tuo ragazzo nella travagliata età dell’adolescenza, potrebbe essere giunto il momento di essere intransigente e di passare alle maniere forti. Non rincasa entro l’ora prestabilita: il sabato successivo non uscirà. Non ha rispettato il codice della strada alla guida del suo scooter e ha preso una multa: pagherà la sanzione con la sua paghetta. Assume in casa e con gli amici un atteggiamento da bullo: parlane con i suoi professori per trovare una strategia d’azione comune.

Come responsabilizzare un adolescente