Gonfiore addominale in gravidanza: sintomi, cause e rimedi

Il gonfiore addominale è un fastidio tipico della gravidanza: ecco come riconoscere i sintomi e le cause e mettere in campo i migliori rimedi a questo problema.

Foto di Biagio Flavietti

Biagio Flavietti

Farmacista e nutrizionista

Farmacista e nutrizionista, gestisce dal 2017 una pagina di divulgazione scientifica. Appassionato di scrittura ed editoria, lavora come Web Content Editor per alcune realtà del settore farmaceutico e nutrizionale.

Fra i disturbi più comuni della gravidanza c’è senza dubbio il gonfiore addominale e la presenza di gas intestinali. Si tratta di un sintomo, il più delle volte, tanto innocuo quanto fastidioso, che può creare disaggio alla donna in gravidanza e predisporla ad un peggioramento dell’umore. Questo fastidio si può curare in modo efficace con alcuni rimedi, da adottare durante tutto il corso della gravidanza.

Questi rimedi comprendono alcuni consigli di tipo alimentare, l’utilizzo di bevande vegetali specifiche e anche l’inserimento di alcuni integratori o prodotti salute specifici, somministrati sotto al stretta osservazione del proprio medico curante o del ginecologo. In questo articolo si analizzeranno le cause e i sintomi più frequenti di tale disturbo e tutte le soluzioni che è possibile mettere in campo per contrastare il gonfiore addominale.

Cos’è il gonfiore addominale?

Il gonfiore addominale è una situazione del corpo in cui si verifica l’accumulo, talvolta spropositato, di gas e liquidi a livello dell’addome. Ciò causa pesantezza, distensione addominale e sensazione di ripienezza, che possono compromettere la normale routine di una persona. Su questo accumulo di gas e liquidi possono influire problemi ormonali o digestivi, malattie gastro-intestinali o, più semplicemente, cattive abitudini alimentari presenti nel proprio stile di vita. E’ questo il motivo per il quale uno dei primi approcci al problema riguarda proprio la dietoterapia e l’acquisizione di sani abitudini alimentari.

Il gonfiore addominale in gravidanza

Per quanto riguarda il gonfiore addominale durante il periodo della gravidanza bisogna fare un discorso a sé. Durante questa fase delicata del vita di un donna, il corpo femminile subisce tantissime trasformazioni per sostenere la crescita e lo sviluppo del feto. L‘utero in espansione, infatti, esercita una pressione sempre maggiore sugli organi addominali, come lo stomaco, il che può compromettere il normale funzionamento del sistema digestivo e di tutti quei processi finalizzati alla scomposizione e all’assorbimento dei nutrienti,

Le principali cause del gonfiore addominale in gravidanza includono l’aumento dei livelli di progesterone, che rallenta il movimento intestinale e aumenta la produzione di gas. Questo, combinato con lo spazio ridotto a disposizione degli organi interni a causa dell’utero in crescita, può portare a una sensazione di distensione e disagio della zona addominale.

È importante notare che il gonfiore addominale durante la gravidanza è spesso accompagnato da altri sintomi fisici, come acidità di stomaco, stipsi o sensazione di pesantezza. Questi sintomi possono variare da donna a donna e possono essere più evidenti durante determinati periodi della gravidanza, come nel terzo trimestre quando l’utero raggiunge le dimensioni massime. E’ proprio in quel periodo che si manifestano i principali problemi relativi al gonfiore addominale in tutte le sue molteplici sfaccettature.

Sintomi del gonfiore addominale in gravidanza

Durante la gestazioni il corpo cambia e anche gli organi si adattano per accogliere il bambino. A modificarsi anche il sistema gastro-intestinale, che subisce una trasformazione di tipo chimico e ormonale che ne altera l’equilibrio. Il gonfiore addominale provoca principalmente nausea e gas intestinali, soprattutto durante il terzo trimestre, quando la donna potrebbe avvertire la pancia gonfia e tesa. A provocare il gonfiore addominale è soprattutto il progesterone che rallenta le funzioni intestinali e trattiene i liquidi, aggravando la situazione nel corso dei mesi. Di seguito viene riportata una tabella con i principali sintomi legati al gonfiore addominale durante il periodo della gravidanza:

Sintomi del Gonfiore Addominale in Gravidanza
Sensazione di distensione e pienezza nell’addome
Aumento del girovita e dell’addome
Sensazione di gonfiore dopo i pasti
Flatulenza e aumento della produzione di gas intestinale
Sensazione di pesantezza o disagio addominale
Crampi o dolori addominali occasionali

Cause del gonfiore addominale in gravidanza

In gravidanza le cause principali del gonfiore addominale sono appunto gli ormoni, in particolare il progesterone, ma anche gli estrogeni che provocano una dilatazione dell’utero. Altre cause del gonfiore addominale sono:

  • Ormoni: durante la gravidanza, il corpo produce ormoni come il progesterone, che possono rilassare i muscoli intestinali e rallentare la digestione, causando gonfiore e flatulenza.
  • Aumento della produzione di gas: il metabolismo aumentato può portare a una maggiore produzione di gas intestinale, contribuendo al gonfiore addominale.
  • Compressione dell’utero: con il progredire della gravidanza, l’utero in espansione può esercitare pressione sugli organi vicini, inclusi lo stomaco e l’intestino, rendendo più difficile il normale processo di digestione.
  • Dieta non corretta: un’alimentazione non equilibrata, ricca di zuccheri semplici, grassi e cibo spazzatura può provocare squilibri anche per quanto riguarda la sensazione di gonfiore e pesantezza.
  • Carenza di fibre: una dieta carente di fibre può contribuire al gonfiore addominale, in quanto le fibre aiutano a regolare il transito intestinale. Scegli gli alimenti più ricchi di fibre per migliorare il tuo benessere intestinale, ricordandoti di bere a sufficienza per evitare l’effetto opposto e quindi costipazione e gonfiore da eccesso di fibre.
  • Microbiota intestinale: anche la salute dei batteri “buoni” presenti nell’intestino può essere tra le cause del gonfiore. Infatti, una disbiosi può provocare un’aumento della fermentazione intestinale con maggiore produzione di gas e gonfiore.

Rimedi contro il gonfiore addominale in gravidanza

Alleviare il gonfiore addominale è difficile, ma non impossibile. Esistono infatti alcuni rimedi e mosse da mettere in atto per godersi al meglio la gravidanza e curare questo disturbo.

  1. No ai cibi troppo conditi  – Meglio evitare tutti i cibi difficili da digerire ed elaborati, come i fritti, i dolci e le creme
  2. Non dormire dopo i pasti – Prima di andare a dormire dopo cena sarebbe necessario aspettare almeno due ore.
  3. Camminare – Inoltre dopo ogni pasto la futura mamma dovrebbe fare una passeggiata per favorire la corretta digestione ed evitare che i succhi gastrici risalgano, provocando acidità
  4. Si all’attività fisica – Il movimento in gravidanza consente di tenersi in forma, ma anche di evitare il gonfiore addominale
  5. Attenzione al cuscino – Per dormire sarebbe necessario utilizzare un cuscino alto, in grado di tenere la testa maggiormente sollevata rispetto al resto del corpo
  6. No agli abiti fascianti – Gli abiti troppo fascianti sono da evitare, perché possono bloccare la digestione e favorire l’insorgenza di dolori. Meglio tessuti comodi e leggeri.

Schema alimentare per prevenire e combattere il gonfiore addominale in gravidanza

Ecco un esempio di schema dietetico settimanale adatto a prevenire e combattere il gonfiore addominale durante la gravidanza. È importante ricordare che si tratta di uno schema esemplificativo e che è importantissimo personalizzare la dieta in base alle proprie preferenze alimentari e consultare sempre il proprio medico o un nutrizionista prima di apportare modifiche significative alla dieta durante la gravidanza. Di seguito viene riportato uno schema settimanale, diviso in tre pasti principali e gli spuntini, in modo da integrare la giusta quantità di macro e micronutrienti:

Giorno Colazione Pranzo Cena Spuntini
Lunedì Yogurt naturale con frutta fresca e cereali integrali Insalata di quinoa con verdure e fagioli Salmone al vapore con riso integrale e verdure cotte al vapore Frutta fresca
Martedì Frullato di frutta con yogurt e semi di chia Pollo alla griglia con patate dolci al forno Zuppa di verdure con legumi Mandorle o noci
Mercoledì Porridge di avena con frutta secca e miele Insalata di tonno con avocado e lenticchie Pesce al cartoccio con patate e verdure al vapore Yogurt greco con mirtilli freschi
Giovedì Pancakes integrali con banana e sciroppo d’acero Wrap integrale con pollo, lattuga e avocado Quiche vegetariana con verdure miste Carote baby con hummus
Venerdì Toast integrale con uova strapazzate e pomodori Risotto integrale con funghi e parmigiano Polpette di tacchino con purè di patate e spinaci Smoothie verde (spinaci, mela, kiwi)
Sabato Smoothie bowl con frutta fresca e granola Insalata di quinoa con tonno e verdure Salmone alla griglia con couscous e verdure grigliate Biscotti integrali con burro di arachidi
Domenica Frittata con verdure miste e formaggio Pasta integrale con pomodoro fresco e basilico Pollo al curry con riso basmati e verdure al vapore Frutta secca mista

Ricetta anti-gonfiore in gravidanza:

Infuso di zenzero e limone

Ingredienti:

  • 1 pezzo di radice di zenzero fresco (circa 5-6 cm)
  • Succo di 1 limone
  • 1 litro di acqua
  • Miele (facoltativo, per dolcificare)

Istruzioni:

  1. Portare l’acqua a ebollizione in una pentola.
  2. Nel frattempo, grattugiare o affettare finemente la radice di zenzero fresco.
  3. Aggiungere il zenzero grattugiato o affettato all’acqua bollente. Ridurre il calore e lasciare sobbollire per circa 10-15 minuti per permettere al zenzero di rilasciare i suoi oli essenziali.
  4. Rimuovere dal fuoco e lasciare raffreddare leggermente.
  5. Aggiungere il succo di limone fresco e mescolare bene.
  6. Se desiderato, dolcificare con un cucchiaino di miele, mescolare fino a quando il miele si è completamente sciolto.
  7. Filtrare l’infuso e versarlo in una caraffa o in tazze individuali.

Come consumare:

  • Bere una tazza di infuso di zenzero e limone due volte al giorno, preferibilmente tra i pasti principali. Può essere bevuto caldo o freddo, a seconda delle preferenze personali e della stagione. La bevanda può essere bevuta durante l’intero arco della giornata, in modo da idratarsi e aiutare a sgonfiare l’addome.

Benefici:

  • Zenzero: aiuta a migliorare la digestione, riduce il gonfiore e allevia i disturbi gastrointestinali. Inoltre, lo zenzero è importante per combattere la famosa nausea gravidica.
  • Limone: ricco di vitamina C e antiossidanti, favorisce la digestione e contribuisce a eliminare le tossine dal corpo.
  • Idratazione: bere acqua in quantità adeguata è fondamentale per mantenere l’idratazione e ridurre la ritenzione idrica, contribuendo così a sgonfiare la pancia.

Questo infuso non solo aiuta a sgonfiare la pancia grazie alle proprietà digestive e antinfiammatorie dello zenzero, ma fornisce anche un boost di vitamine e nutrienti essenziali durante la gravidanza. Il gonfiore addominale è un sintomo comune durante la gravidanza, causato principalmente da cambiamenti ormonali e fisici. Con semplici modifiche dello stile di vita e rimedi naturali, è possibile gestire efficacemente questo disturbo, garantendo una gravidanza più confortevole e serena. Per qualsiasi problema è sempre bene avvisare il proprio ginecologo o il proprio medico curante.

Fonti bibliografiche:

  • American Pregnancy Association. (2023). Pregnancy symptoms: Bloating and gas.
  • National Health Service. (2023). Bloating and gas in pregnancy.