5 riti magici da fare a Santa Lucia per avere amore e fortuna

Il 13 dicembre si celebra la giornata della luce con preghiere e riti dedicati a Lucia, protettrice della vista

Il 13 dicembre è una di quelle date da cerchiare in rosso sul calendario. Il motivo?

E’ il giorno della luce, quello in cui il sole tramonta prima e si celebra la festa di Santa Lucia, la santa protettrice della luce e della vista. La particolarità di questo giorno dell’anno è tutta qui: si festeggia il ritorno alla vita e alla felicità con riti e preghiere per propiziare amore e felicità. Ma in quale passato queste tradizioni affondano le proprie radici?

Secondo la leggenda, Santa Lucia, martire cristiana che visse le persecuzioni di Diocleziano, preferì essere uccisa piuttosto che sposare un pagano. La donna si cavò addirittura gli occhi proprio prima di morire e da questo gesto estremo deriverebbe il suo potere di proteggere la vista.

Da allora Santa Lucia viene venerata con cerimoniali e riti religiosi che ricordano molto Demetra, dea dell’agricoltura e fautrice delle stagioni, un tempo invocata per propiziare la fertilità dei campi in vista dei raccolti all’inizio dell’inverno.

Una tradizione fortemente legata all’agricoltura, quindi all’abbondanza e alla prosperità. In una parola, alla vita. Non a caso si narra che nella notte tra il 12 e il 13 dicembre dicembre la Santa voli sui campi con una corona di luce per riportare fertilità. In quella stessa notte, Lucia porta dei doni ai bambini andando di casa in casa in groppa ad un asinello.

Ancora oggi in molte città del Nord Italia e in Svezia, la festa conserva il suo forte valore simbolico tramandato dalla tradizione. Un momento di gioia nel freddo inverno, insomma, quello più propizio per chiedere fortuna e amore. Ecco i 5 riti magici da dedicare alla Santa Lucia per invocare la sua benevolenza, per trovare l’amore dei sogni e la felicità che aspettiamo da tempo.

  • Accendere le candele

Tenere accesa almeno una candela nella notte tra il  12 e il 13 dicembre aiuterebbe Lucia a trovare la strada nell’oscurità. Simbolicamente, questo vuol dire aiutare il Bene a sconfiggere il Male.

  • Consumare i cibi propiziatori

Ciascuna città, a seconda della tradizione, ha i suoi cibi propiziatori da consumare in questo giorno: a Verona si fanno le frolle di Santa Lucia fatte forma di cuore o stella e i bambini le mangiano per scacciare il Cattivo. In Svezia, si preparano panini allo zafferano, i tradizionali Lussekatter, a forma di S rovesciata.

  • Un pettine nuovo per un nuovo amore

Non solo la notte della luce e della rinascita dalle tenebre. Quella di Santa Lucia è anche la notte dell’amore e chi è in cerca dell’anima gemella non può perdere questa occasione. Se desiderate che Lucia vi aiuti a trovare il principe azzurro, prima di dormire, dovrete pettinarvi con un pettine mai usato da altri e poi riporlo sotto al cuscino. La tradizione dice che così facendo l’uomo dei vostri sogni apparirà nel sonno.

  • Farsi belle

Per avere fortuna e amore bisogna celebrare la bellezza, perché la bellezza è luce. In questa notte speciale, quindi, fatevi belle. Curate con una dedizione speciale il vostro aspetto fisico ed elevate l’animo alla ricerca di qualcosa di nobile e profondo. In questo modo propizierete la grazia di Lucia su di voi.

  • Scambiarsi dei doni

Simbolo di opulenza e fertilità, lo scambio dei doni è il momento-chiave di questa festa. Una settimana prima i bambini più buoni e meritevoli scrivono una lettera spiegando perché sono stati bravi. E nella notte tra il 12 e il 13 lasciano la letterina vicino la porta o una finestra con un bicchiere di latte e un biscotto per Lucia e il suo asinello. Quella stessa notte i bimbi devono andare a letto presto, in modo che Lucia non lasci cenere scoprendoli ancora in piedi con gli occhi aperti.

5 riti magici da fare a Santa Lucia per avere amore e fortuna