Mobili in legno: come pulirli nel modo corretto

Per pulire al meglio i mobili in legno, senza rovinarli, si possono utilizzare diversi prodotti, anche naturali: scoprili tutti

I mobili in legno conferiscono alle nostre abitazioni un aspetto elegante e ricercato, ma hanno bisogno di una pulizia più minuziosa rispetto ad altri tipi di complementi d’arredo. Col passare degli anni, infatti, potrebbero perdere di lucentezza o rovinarsi a causa di parassiti, polvere ed umidità. Per conservarli come nuovi anche diversi anni dopo l’acquisto è quindi necessario lavarli con cura, utilizzando prodotti specifici e poco aggressivi. Vuoi saperne di più? Leggi la guida che abbiamo preparato per te!

Come pulire i mobili in legno

Prima di iniziare a pulire o lucidare i mobili in legno, è necessaria una fase preliminare per eliminare le tracce di sporco più superficiali, ovvero la polvere. Affidati quindi ad un panno di lana o microfibra per svolgere questo tipo di operazione quotidianamente. Passiamo quindi alla fase di pulizia vera e propria. Questa operazione va effettuata un paio di volte a settimana con prodotti specifici per il legno, come cere spray o sgrassanti non aggressivi. Dopo aver spolverato, applica uno strato sottile di cera o trementina con un tampone e lascia asciugare per mezz’ora circa. Poi passa un panno morbido per lucidare. I movimenti sono sempre circolari in modo da ottenere un risultato omogeneo. Con le cere, la superficie dei mobili diventa liscia e soprattutto impermeabile.

Se hai dei mobili in legno verniciato o laccati puoi optare anche per un prodotto antistatico, così da evitare che polvere e sporco vadano a riformarsi. Tre o quattro volte l’anno è invece bene dedicarsi a delle pulizie più profonde. Dopo aver spolverato consigliamo quindi di passare su tutta la superficie uno strato di cera solida. Lasciala riposare per almeno mezza giornata e poi rimuovila con una spazzola dalle setole morbide effettuando movimenti circolari. Attenta a non scegliere setole troppo dure: potrebbero infatti graffiare la superficie dei tuoi arredi. Per un risultato perfetto, lucida il tutto con un panno di lana asciutto.

Come pulire il legno con rimedi naturali

Non sempre è necessario ricorrere a costosi detergenti per dare un nuovo volto ai tuoi arredi in legno. Esistono infatti moltissimi prodotti naturali che possono rivelarsi altrettanto efficienti grazie alle loro proprietà. Ecco quelli più efficaci.

  • Succo di limone. Mischiatelo in un composto con due cucchiaini d’olio d’oliva e poche gocce di sapone di Marsiglia e spruzza sui mobili: li troverai molto più lucidi di prima.
  • Le patate sono molto efficaci per pulire i mobili di legno laccato. Sbucciane una, tagliala a metà e strofinala sulla parte di mobile che ti interessa. Provare per credere.
  • Un’emulsione a base di olio di lino cotto, aceto e trementina renderà i tuoi mobili più puliti e lucidi che mai. Strofina sulla superficie fino all’assorbimento del prodotto e poi asciuga.
  • Il sapone di Marsiglia è molto efficace per eliminare macchie di vario tipo. Lascialo riposare per mezza giornata e poi risciacqua con acqua tiepida.
  • Il dentifricio è particolarmente utile se i tuoi bambini si divertono a sporcare i mobili con pennarelli e pastelli: spalmatelo sulla macchia in questione e pulite poi con un panno intriso d’acqua.
  • Il tè è un’ottima soluzione per rimuovere lo sporco e proteggere i mobili dal passare del tempo. Inoltre, riesce a garantire un piacevole odore.
  • Il caffè è un insospettabile detergente per i mobili in legno: oltre a rimuovere le macchie, garantisce al tuo arredamento anche un piacevole aspetto “vissuto”.
  • L’acetone o l’alcool sono infine ottimi per lucidare i mobili laccati. Spargili sulla zona dove vuoi rimuovere aloni e graffi e pulisci poi una spazzola con setole semi-morbide.

Come rimuovere graffi dai mobili in legno

Oltre allo sporco, c’è un altro nemico giurato dei tuoi mobili in legno: i graffi! Che siano piccoli o grandi, di maggiore o lieve entità, risultano sempre molto fastidiosi, ed è bene correre ai ripari per mascherarli almeno. L’olio rosso, che puoi acquistare in flaconi in tutti i punti vendita specializzati, va steso con movimenti circolari sulla superficie dei mobili e garantisce risultati quasi miracolosi. In alternativa, puoi procurarti uno stick in burro di cacao e passarlo delicatamente sulla parte rovinata oppure dei pastelli a cera, dello stesso colore del legno che devi riparare. Scioglili a bagnomaria e applica la crema ottenuta sopra il graffio: il pastello ricrea il colore del legno e ripara il danno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mobili in legno: come pulirli nel modo corretto