Dieta, le migliori della settimana dal 18 al 24 gennaio

Scegliere con attenzione i cibi da portare in tavola è il primo passo per stare bene e perdere peso

Il benessere comincia a tavola: adottare una corretta alimentazione è fondamentale per rimanere in salute, ed è ovviamente il primo passo per chi vuole dimagrire. Naturalmente, bisogna sapere quali sono le diete e i cibi migliori per le nostre esigenze. Cosa dicono gli esperti?

Negli ultimi tempi va molto di moda la dieta chetogenica, un regime alimentare che – se effettuata con criterio – apporta numerosi benefici al nostro organismo e ci aiuta a perdere peso. A parlarne è la dott.ssa Stefania Cazzavillan, biologa nutrizionista e autrice del libro Supermetabolismo con la dieta chetogenica: “L’obiettivo è quello di abbattere i livelli di insulina per permettere al corpo di mettere nuovamente in gioco i grassi depositati“.

Questo particolare regime alimentare prevede dunque una drastica riduzione dei carboidrati, abbinata ad un aumento dei grassi alimentari: via libera a cibi quali carne, pesce, olio extravergine d’oliva e uova, ma anche abbondanti porzioni di verdura, frutta secca e semi oleosi. La dieta chetogenica si è dimostrata efficace non solo per dimagrire, ma anche per risolvere piccoli problemi di salute. Ha un notevole potenziale antinfiammatorio, protegge le funzionalità cerebrali e promuove il benessere intestinale.

A proposito di infiammazione, un ottimo alleato contro questa condizione cronica è il succo di melograno. Ricco di antiossidanti come i flavanoli e i polifenoli, contribuisce a combattere gli stati infiammatori e a ridurre il rischio di sviluppare patologie quali il diabete e il cancro. L’azione di queste sostanze si esplica, in particolar modo, a livello intestinale e nei confronti dei problemi articolari, donando grande sollievo in chi soffre di malattie come l’osteoartrite o l’artrite reumatoide.

Ma il succo di melograno possiede molti altri benefici: secondo uno studio pubblicato su Nutrition Reviews, i suoi antiossidanti sono efficaci nel proteggere la salute del cuore. I polifenoli aiutano a tenere sotto controllo la pressione e a prevenire la rigidità delle arterie, migliorando il flusso sanguigno. Inoltre rallentano la crescita delle placche e contrastano l’accumulo di colesterolo sulle pareti arteriose.

Un ruolo importante, nella nostra dieta, è quello dei cereali: tra i più consumati c’è il riso, un alimento molto versatile e perfetto per portare in tavola un concentrato di benessere. Privo di colesterolo e di glutine, è adatto davvero a tutti ed è facilmente digeribile. Inoltre possiede un profilo nutrizionale particolarmente interessante, essendo ricco di sali minerali quali il potassio, il calcio, il fosforo e il ferro.

Spiccano anche le vitamine del gruppo B, fondamentali per il corretto funzionamento del sistema nervoso. Esistono numerose varietà di riso, ed è meglio prediligere quello integrale: è infatti un’ottima fonte di fibre, importanti per la salute intestinale, e contiene maggiori quantità di sali minerali e vitamine.

Parliamo infine di verdure, di cui la nostra alimentazione non dovrebbe mai essere carente. Tra quelle di stagione nel mese di gennaio, troviamo il cavolfiore: le sue fibre sono molto utili per favorire il transito intestinale e per migliorare la digestione, inoltre sono un aiuto per chi vuole dimagrire, dal momento che riducono l’assorbimento degli zuccheri e aumentano il senso di sazietà.

Il cavolfiore è inoltre ricco di antiossidanti, tra cui spicca il sulforafano – una sostanza presente in tutte le verdure crucifere. La sua azione antitumorale è stata studiata a lungo, mentre una revisione pubblicata su Oxidative Medicine And Cellular Longevity ha evidenziato il suo ruolo preventivo nei confronti delle malattie cardiache, contribuendo a combattere l’ipertensione e a mantenere le arterie in salute.

Con la pastinaca, invece, si può fare il pieno di vitamina K: basti pensare che una sola porzione apporta circa il 25% della quantità giornaliera raccomandata di questo importante nutriente, fondamentale per la coagulazione del sangue e per la salute delle ossa. Anche questa radice contiene buone quantità di antiossidanti, utili per contrastare le infezioni e per proteggere l’organismo dallo stress ossidativo.

Ricca inoltre di fibre, la pastinaca contribuisce alla salute dell’intero apparato gastrointestinale. Uno studio pubblicato su Nutrition Reviews ha infatti correlato la loro assunzione ad una riduzione dei sintomi di patologie quali il reflusso, l’ulcera, la diverticolite e la sindrome del colon irritabile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 18 al 24 gennaio