Dieta, le migliori della settimana dal 4 al 10 luglio

Via libera a frutta e verdura, per sopportare il caldo estivo: ecco cosa mangiare per restare in forma

Le giornate sono ormai roventi, e solo chi ha la fortuna di poter andare al mare può trovare refrigerio con qualche bel tuffo. Per fortuna l’alimentazione può darci una mano: ciò che mangiamo ci aiuta a fare il pieno di acqua e importanti sostanze utili per essere sempre energici e in grande forma. Ecco i migliori consigli degli esperti per affrontare il mese di luglio.

I benefici dei cetrioli

Tra gli ortaggi più ricchi di acqua, perfetti una dieta super idratante, ci sono i cetrioli: il bassissimo contenuto calorico e la presenza di fibre, vitamine e sali minerali (come il potassio e il fosforo) li rendono un’ottima scelta per l’estate. Generalmente vengono consumati crudi, semplicemente tagliati a rondelle e conditi in una deliziosa insalata mista. Per chi segue una dieta detox, si possono anche utilizzare per preparare una buonissima acqua aromatizzata. E, naturalmente, li si può aggiungere a centrifugati di frutta e verdura, per una bevanda rinfrescante.

I cetrioli sono alimenti molto idratanti, e ci aiutano a ripristinare i liquidi e i sali minerali che si perdono in estate, a causa del gran caldo. Se consumati con la buccia, apportano grandi quantità di fibre che aumentano il senso di sazietà e migliorano la digestione. Inoltre sono diuretici, quindi combattono la ritenzione idrica e la sensazione di gambe pesanti. La presenza di antiossidanti, infine, rallenta l’invecchiamento e contrasta la formazione dei radicali liberi, responsabili dello stress ossidativo.

Bacche di Acai, le proprietà

Considerate un vero e proprio superfood per le loro qualità nutrizionali, le bacche di Acai sono dei piccoli frutti rotondi simili ai mirtilli (ma di dimensioni un po’ più grandi). Sono coltivate in Brasile e, ormai da diverso tempo, anche nel resto del Sudamerica, vista l’enorme diffusione che hanno avuto a livello globale. È infatti molto facile trovarle nella versione essiccata, da aggiungere a yogurt e frullati, oppure sotto forma di bevanda ricca di antiossidanti. Ma quali sono le loro incredibili proprietà?

Le bacche di Acai sono un’ottima fonte di vitamine e sali minerali, motivo per cui sono energetiche e favoriscono il senso di sazietà. Le fibre presenti agiscono sulla flora batterica intestinale e migliorano la digestione, mentre i semi contenuti in queste piccole bacche possiedono importanti acidi grassi, che contrastano l’ipercolesterolemia. La buccia, di un particolare colore violaceo, contiene antocianine dall’elevato potere antiossidante: per questo le bacche di Acai aiutano a combattere l’infiammazione e a rallentare il processo d’invecchiamento.

Cos’è la dieta pianeterranea

La dieta mediterranea viene universalmente riconosciuta come uno dei regimi alimentari più salutari al mondo, ma non può sempre essere adottata facilmente: basti pensare ai luoghi in cui i cibi che sono alla base di questa alimentazione non sono reperibili. Da qui nasce la dieta pianeterranea, un modello sostenibile per l’ambiente perché lo si può declinare in maniera del tutto personalizzata sfruttando le materie prime di ogni regione in cui viene adottata. I principi su cui si fonda sono comunque gli stessi: via libera a frutta, verdura, legumi, cereali integrali e fonti di grassi insaturi.

Questa dieta è stata ideata dalla Cattedra UNESCO di Educazione alla salute e allo sviluppo sostenibile dell’Università Federico II di Napoli, coordinata da Annamaria Colao: “È possibile reperire in ogni parte del mondo alimenti con contenuti nutrizionali e caratteristiche simili a quelli tipici della dieta mediterranea, che probabilmente hanno anche simili benefici per la salute delle popolazioni” – ha spiegato in un articolo pubblicato su Nature.