Qual è la differenza tra dormire e riposare?

Riposare e dormire sono due facce della stessa medaglia: ma quali sono le differenze tra questi due verbi che ci sembrano indicare azioni a noi familiari?

Riposare e dormire sono due verbi che ci sembrano molto simili tra loro, eppure esistono sottili differenze tra le due azioni.
Dettaglio banale tra tutti? Quando parliamo di riposare possiamo intendere un qualsiasi momento della giornata. Possiamo riposare alle 11 del mattino, dopo pranzo, nel tardo pomeriggio, sempre insomma. Quando parliamo di dormire, invece, intendiamo al 99% le ore notturne. Dovuta eccezione fanno poi coloro che lavorano di notte e sono quindi costretti a dormire di giorno.

Tra riposare e dormire c’è anche una differenza di luogo oltre che di tempo: possiamo infatti riposare in macchina se non siamo alla guida, sul dondolo in giardino durante l’estate, sul divano, su una poltrona, anche su una sedia se siamo proprio stanchi… Riusciamo a riposare ovunque, ma quando si tratta di dormire veramente desideriamo tutti un letto. Se poi quel letto insieme col cuscino è proprio quello che ci appartiene, quello della nostra solita camera, il sonno sarà veramente meraviglioso e ristoratore: provare per credere. Non c’è nulla di più bello del profumo, delle misure e della familiarità del proprio letto nella propria casa.

Riposare, se ci pensiamo in senso fisico oltre che letterale, intende l’evitare di sforzarsi e di muoversi. Si può riposare dopo una gara d’atletica, dopo una giornata di lavoro, dopo una litigata col nostro partner. Riposiamo quindi per riprendere le forze, fare una piccola pausa prima di riprendere a fare quello che stavamo facendo per farlo con più energia. Dormire, invece, intende proprio l’immergerci nel sonno, non solo però per recuperare energie ma per ritemprare il corpo. Per questo motivo anche gli esperti dicono che è possibile riposare anche solo 30 minuti per sentirsi meglio.

Quando invece dobbiamo dormire e non riposare, mezz’ora non basta. Anzi, ognuno di noi dovrebbe dormire mediamente 8 ore a notte per poter poi affrontare una nuova giornata di lavoro, studio o qualsiasi altra cosa, nel migliore dei modi. Purtroppo però, al giorno d’oggi, sono sempre molte di più le persone che riescono a riposare e sempre meno quelle che riescono anche a dormire. E voi? Che tipi siete? Riuscite ancora a gioire dei veri benefici del sonno o siete costretti ad accontentarvi del misero riposo?

Qual è la differenza tra dormire e riposare?