Dieta con yerba mate: bruci i grassi e proteggi il cuore

Prodotta a partire dalle foglie della pianta Ilex paraguariensis, questa bevanda è ricca di sostanze benefiche per la salute

Quando si parla di yerba mate si inquadra una bevanda ottenuta dalle foglie essiccate della Ilex paraguariensis, pianta originaria della zona del Sud America e appartenente alla famiglia botanica delle Aquifoliaceae.

Tra i benefici della yerba mate è possibile citare la capacità di ottimizzare l’efficienza del metabolismo. Inoltre, come ricordato da questo studio coreano del 2012, è in grado di ridurre l’accumulo dei lipidi negli adipociti (risultati ottenuti su modelli animali).

Caratterizzata dalla presenza di vitamina A, di vitamina C e da quella di diverse vitamine del gruppo B (parliamo nello specifico di vitamina B1, vitamina B2 e vitamina B3), la yerba mate rappresenta anche una fonte di minerali importanti per la salute. Tra questi è possibile citare il calcio, il fosforo, il potassio, il manganese, l’antiossidante selenio e il fosforo.

Come evidenziato dagli esperti di Humanitas, quando si parla di yerba mate si chiama in causa anche il contenuto di caffeina. Da non trascurare è pure la presenza di saponine, composti contraddistinti da proprietà antinfiammatorie.

Proseguendo con i motivi per cui vale la pena introdurre la yerba mate nella dieta è importante ricordare i benefici riguardanti la salute cardiaca, dovuti soprattutto alla presenza di composti fenolici e approfonditi da diversi studi. Tra i lavori in questione è possibile citare questa ricerca del 2018, condotta da un’equipe scientifica attiva presso l’Università Federale di Santa Maria (Brasile).

Gli esperti che l’hanno portata avanti hanno monitorato la condizione di un campione di 95 donne in post menopausa, invitate a consumare ogni giorno una quantità di infusione di mate superiore a 1 litro. Al follow up, gli studiosi hanno individuato una significativa diminuzione delle diagnosi di malattie coronariche. Lo stesso effetto è stato riscontrato esaminando i livelli sierici di colesterolo totale.

L’assunzione di yerba mate ha diverse controindicazioni. Tra queste è possibile citare l’interazione con alcuni farmaci, tra i quali è possibile citare il litio e gli antibiotici. Ricordiamo inoltre che è meglio evitare il consumo di questa bevanda in gravidanza in allattamento e che la yerba mate non dovrebbe mai essere somministrata ai bambini. Per togliersi qualsiasi dubbio è opportuno chiedere consiglio al proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con yerba mate: bruci i grassi e proteggi il cuore