Dieta con semi di chia per il buon funzionamento di intestino e metabolismo

I semi della Salvia hispanica, ricchi di nutrienti preziosi, sono versatili in cucina e alleati della salute e della bellezza

I semi di chia – pianta conosciuta anche con il nome di Salvia hispanica – sono caratterizzati da diversi benefici importanti. Tra questi è possibile citare l’aiuto all’efficienza dell’intestino. Per la proprietà appena ricordata dobbiamo dire grazie alla presenza di fibre (in 100 grammi di semi di chia, ne troviamo infatti circa 34 di questi preziosi nutrienti).

Proseguendo con l’elenco dei benefici dei semi di chia è utile chiamare in causa il contenuto di antiossidanti. Come specificato dagli esperti del gruppo Humanitas, i semi della Salvia hispanica sono contraddistinti dalla presenza di vitamina A, vitamina C e vitamina E.

I semi di chia sono ricchi di proteine ad alto valore biologico, nutrienti la cui assunzione è particolarmente consigliata quando si sta seguendo un programma alimentare finalizzato alla perdita di peso. Si potrebbe andare avanti ancora tanto a elencare i loro benefici! Tra questi, è da citare indubbiamente la presenza di acidi grassi omega-3.

Questi straordinari semi sono anche una fonte speciale di minerali. Quali possiamo trovare di preciso? Il fosforo innanzitutto, ma anche il calcio, il magnesio, il potassio e il sodio. Un altro aspetto sul quale vale la pena soffermarsi quando si parla delle proprietà dei semi di chia riguarda la presenza di niacina e riboflavina, vitamine del gruppo B che sostengono l’efficienza del metabolismo.

Non c’è che dire: i semi di chia sono davvero dei portentosi alleati della salute! Sono diverse le testimonianze scientifiche che dimostrano come aggiungerli alla dieta sia una scelta vantaggiosa. Rimanendo nell’ambito del ruolo delle fibre, cruciali per l’efficienza intestinale, è il caso di specificare che, come evidenziato da uno studio condotto nel 2009 presso l’Universidad Autónoma de Yucatán, la frazione fibrosa dei semi di Salvia hispanica è particolarmente consigliata per i prodotti dietetici in virtù della sua capacità di trattenere acqua.

Disponibili in commercio tutto l’anno, i semi di chia, secondo le evidenze fino ad ora disponibili in letteratura medica, non interagiscono con l’azione di alcun farmaco. Prima di iniziare ad assumerli, è però il caso di contattare il proprio medico curante. In mancanza di controindicazioni ci si può sbizzarrire in cucina, aggiungendoli allo yogurt consumato a colazione o all’insalata mista portata in tavola a pranzo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con semi di chia per il buon funzionamento di intestino e metabo...