Farmaci e calo del desiderio sessuale: facciamo chiarezza

Alcuni farmaci possono causare la perdita del desiderio? Un lettore chiede consiglio all'esperto

Carissimo dott., è già da diverso tempo che uso un farmaco, il levitra da 10 mg., e  vedo che con il passare del tempo il desiderio diminuisce. Tengo a precisare che ho subito un intervento per la chiusura della via spermatozoica a causa di un’orchite acuta, in più ho il diabete mellito su livelli di 100 circa. Gentilmente mi può dare consigli su cosa fare per riavere un po’ di stimoli? Grazie

Gentile utente, è difficile darle dei consigli sulla base dei pochi elementi a disposizione ed in mancanza di dati quali età, eventuali terapie farmacologiche, tipologia dell’intervento (probabilmente ha legato la vena spermatici per varicocele o legato il dotto deferente) e altri riferimenti di tipo medico.
E’ però possibile suggerirle qualche chiarimento che potrebbe essere utile per definire in maniera più chiara il suo disagio sessuale.
Il farmaco che utilizza ha una azione selettiva e potente che influisce sulla capacità di raggiungere e mantenere l’erezione, mentre non incide sul desiderio sessuale.
Inoltre le persone affette da diabete spesso hanno problemi legati alla sessualità, a maggior ragione se anziane e che presentano il diabete da molti anni: tra questi c’è la possibile riduzione della libido e della frequenza di eccitazione sessuale che, secondo la comunità scientifica è legata all’apatia, alla stanchezza ed alla ridotta cenestesi determinata dall’iperglicemia.
Concludendo la priorità è approfondire la causa della perdita di desiderio, cioè se di tipo psicogeno, organico o entrambe: per questo le consiglio ulteriori approfondimenti diagnostici coadiuvati da un percorso psicosessuologico che possano, integrandosi tra loro, migliorare la qualità della sua sessualità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Farmaci e calo del desiderio sessuale: facciamo chiarezza