Come il piacere sessuale influisce sul cervello

La nostra attività sessuale ha molti effetti, scientificamente provati, sul nostro cervello

C’è chi definisce il cervello, anche, un organo sessuale, per sottolineare quanto strette siano le connessioni tra piacere e mente.

Esiste addirittura una vera e propria intelligenza sessuale: il miglior modo di vivere il piacere infatti è di certo quello di gestirlo con la testa, ovvero, gestire le emozioni per poi imparare a lasciarsi andare al momento giusto e seguire pienamente le nostre sensazioni. Ma lo stretto rapporto tra il cervello e il sesso non si esaurisce qui e, se dal cervello partono le emozioni che influiscono tanto sulla buona riuscita di un’esperienza sessuale, da lì partono anche gli ormoni la cui produzione viene stimolata quando facciamo sesso. Ecco dunque una serie di ricerche, raccolte da Time, che svelano le conseguenze dirette che il sesso ha sul nostro cervello.

Sono diversi ormai i lavori scientifici che hanno approfondito e studiato questo interessante tema. Innanzitutto la questione della ‘dipendenza’, che non è solo una credenza, ma una verità scientificamente provata anche da una recente ricerca della Rutgers University nel New Jersey. Ed è valida soprattutto per gli uomini. Ogni volta che si fa sesso infatti, si attiva – in particolare nel corpo maschile – l’ormone della dopamina, che è legato alla sensazione di piacere e di ‘ricompensa’. È la stessa sostanza che viene messa in circolo quando si consuma cioccolata, caffeina, nicotina, e altre sostanze. Per questo, può essere vero che la sensazione piacevole del sesso può diventare una sorta di dipendenza, nel senso che il piacere che proviamo grazie alla dopamina, ci spinge a cercarlo ancora e a volerlo fare di nuovo.

Uno studio del 2010 invece, ha dimostrato scientificamente un altro effetto del sesso sulla nostra mente. Chi ha un’attività sessuale regolare risulta meno stressato di chi non fa sesso con regolarità. Inoltre, subito dopo il rapporto sessuale si è in grado di reagire meglio in contesti stressanti, per esempio un esame o un discorso pubblico, perché il rapporto ha la capacità di abbassare la pressione sanguigna e quindi ha un effetto calmante e rilassante sulla nostra mente.

Secondo una ricerca dell’Università di Albany condotta su trecento donne dimostra inoltre che il piacere sessuale, e anche lo scambio di liquidi che avviene nel momento del suo culmine, hanno un effetto antidepressivo sul cervello femminile.

A fronte di questo effetto positivo, un’altra ricerca dimostra l’esistenza di un fenomeno contrario: a molte donne infatti, capita di soffrire di un senso di tristezza dopo il rapporto sessuale. Il numero delle donne che provano questo ‘down’ dopo il rapporto, sarebbe ampio, ma la causa di questa momentanea depressione non è stata ancora individuata dalle ricerche.

Il sesso regolarmente praticato inoltre, avrebbe anche benefici effetti sulla nostra memoria, perché aiuterebbe a sviluppare e a rafforzare l’ippocampo, la regione del cervello legato proprio alle capacità mnemoniche.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come il piacere sessuale influisce sul cervello