Berberina, la sostanza vegetale che protegge il fegato e combatte il colesterolo

Sostanza organica presente in diverse piante, la berberina è una delle migliori alleate naturali contro il colesterolo

La berberina è una sostanza vegetale dalle importanti proprietà. Per essere precisi, ricordiamo che si tratta di un alcaloide isochinolinico. La sua presenza caratterizza diverse piante della famiglia delle Berberidaceae (p.e. il crespino).

Molto popolare nella medicina tradizionale cinese, la berberina è una portentosa alleata della salute del fegato. Tra i suoi benefici è possibile ricordare anche la capacità di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Nel corso degli anni, la scienza ha approfondito con molta attenzione le sue proprietà. Degno di nota a tal proposito è uno studio del 2015, condotto da team attivi presso diverse realtà scientifiche importanti dell’Iran (p.e. la Shiraz University of Medical Sciences e la Lorestan University of Medical Sciences di Khoramabad).

Gli esperti che l’hanno condotto sono partiti con un obiettivo ben preciso, ossia quello di avvicinarsi all’individuazione di un trattamento per la steatoepatite non alcolica (altrimenti detta malattia del fegato grasso non alcolico). Questa patologia, fattore di rischio per la cirrosi epatica, è correlata all’obesità e alle variazioni anomale dei valori del colesterolo e dei trigliceridi.

Basandosi sui dati di un campione composto da 80 pazienti con eccessivo accumulo di lipidi a livello epatico, gli esperti hanno analizzato gli effetti dell’estratto di crespino, pianta conosciuta anche con il nome latino Berberis vulgaris.

A un follow up di 3 mesi, è stato possibile scoprire che, a seguito della somministrazione quotidiana di capsule contenenti 750 mg di berberina, i valori dei trigliceridi e del colesterolo risultavano ridotti.

Quando si parla dell’azione ipolipemizzante della berberina è essenziale specificare che è differente rispetto a quella dei principi attivi delle statine, farmaci tra i più utilizzati nelle terapie orientate alla riduzione del colesterolo cattivo LDL. Il meccanismo d’azione della berberina, infatti, non prevede l’inibizione dell’enzima HMG-CoA-reduttasi.

Questa straordinaria sostanza vegetale – presente anche in piante come l’uva dell’Oregon o Mahonia aquifolium – è un fantastico rimedio naturale contro la diarrea. Nota altresì per la sua efficacia contro le infezioni batteriche e virali, la berberina, in dosi elevate, può provocare bruciori di stomaco, flatulenza e stipsi. Alla luce di ciò, se si ha intenzione di iniziare ad assumerla – p.e. tramite integratori – è consigliabile consultare il proprio medico curante ed effettuare tutti gli esami prescritti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Berberina, la sostanza vegetale che protegge il fegato e combatte il&n...