Acqua e bicarbonato per favorire la digestione

Il bicarbonato ha proprietà antiacide da sempre sfruttate per combattere acidità e bruciore di stomaco e favorire la digestione

Perché funziona

Il bicarbonato è uno dei rimedi della nonna più utilizzati per contrastare il bruciore e l’acidità di stomaco e favorire i processi digestivi. La cattiva digestione è un disturbo molto comune e diffuso che può essere provocato da svariate cause tra cui pasti eccessivamente abbondanti o poco bilanciati, dal consumo di determinati cibi o bevande o dall’assunzione di determinati farmaci. Anche lo stress, l’ansia e l’agitazione possono interferire con la digestione. I sintomi dei disturbi digestivi sono abbastanza riconoscibili e includono senso di pesantezza, eccesso di gas a livello gastrico e intestinali, dolori addominali, acidità e bruciore di stomaco.

Per avere sollievo da questi sintomi, se questi si presentano saltuariamente, non è indispensabile ricorrere a particolari terapie e si può optare invece per l’acqua e il bicarbonato, un rimedio naturale dalle proprietà antiacide, in grado cioè di interagire e neutralizzare gli acidi. A livello dello stomaco, il bicarbonato di sodio reagisce con l’acido cloridrico naturalmente presente, neutralizzandolo. Il rimedio a base di acqua e bicarbonato aiuta quindi a ridurre l’acidità, proteggere la mucosa dello stomaco e favorire la digestione.

Come prepararla e quando assumerla

Per preparare l’acqua e il bicarbonato è sufficiente sciogliere uno o al massimo due cucchiaini rasi di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente, mescolando bene fino a che la polvere di bicarbonato sarà ben sciolta. La soluzione va bevuta subito dopo averla preparata, almeno una o due ore dopo il pasto nel caso si avverta uno o più tra questi sintomi:

  • acidità di stomaco
  • bruciore a livello gastrico
  • eccessiva eruttazione
  • pesantezza
  • dolore all’esofago

Il sollievo dato dall’assunzione di acqua e bicarbonato è però temporaneo e, come avviene anche per altri rimedi antiacidi, non agisce sulle cause alla base dei sintomi. Per questo motivo si tratta di un rimedio da utilizzare solo occasionalmente e se i disturbi digestivi si verificano in modo sporadico, ad esempio in seguito a un pasto eccessivamente abbondante o a cibi particolarmente difficili da digerire.

Se invece i sintomi legati alla cattiva digestione si presentano in modo regolare e frequente è bene rivolgersi al medico per indagare sulle cause e valutare come intervenire in modo adeguato. Spesso il bruciore di stomaco e l’acidità sono infatti segno di reflusso gastroesofageo e infezioni da Helicobacter pylori, per i quali è necessario ricorrere a opportune terapie. I problemi legati alla cattiva digestione possono essere anche correlati all’assunzione di determinati farmaci che irritano la mucosa gastrica o, ancora, a un’alimentazione scorretta o al consumo di alcuni cibi e bevande, tra cui l’alcool. Anche lo stress, l’ansia e l’agitazione possono provocare disturbi digestivi, come acidità di stomaco e bruciore. Se i sintomi legati alla cattiva digestione si presentano spesso è bene dunque agire sulle cause per eliminarli in modo efficace.

Cos’è il bicarbonato e dove si compra

Il bicarbonato di sodio o idrogeno carbonato di sodio è un sale inorganico che può essere estratto da depositi naturali o, più comunemente, prodotto a partire da sale e calcare. Si tratta di una polvere cristallina bianca e inodore che, aggiunta in acqua dà luogo a una soluzione leggermente basica.

Il bicarbonato di sodio è un ingrediente che non può mancare nelle nostre case: grazie alle sue proprietà, questa sostanza può infatti essere sfruttata per numerosi scopi, tra cui quello di contrastare alcuni disturbi legati alla cattiva digestione. Da sempre il bicarbonato rappresenta infatti un alleato per alleviare i bruciori di stomaco ma anche per l’igiene personale, per le pulizie di casa, come deodorante, per la cura di piante e animali e anche in cucina, sia per eliminare i pesticidi da frutta e verdura sia come ingrediente in diverse ricette.

Il bicarbonato è un rimedio economico – generalmente il suo prezzo non supera i tre euro al chilo – facilmente reperibile in qualsiasi negozio, supermercato o farmacia con marchi diversi. Una volta acquistato, è sufficiente conservarlo lontano dall’umidità, avendo cura di richiudere la confezione dopo ogni utilizzo.

Controindicazioni, effetti collaterali e interazioni

Il bicarbonato è un rimedio naturale sicuro, atossico e ben tollerato ma la sua somministrazione potrebbe dare reazioni di ipersensibilità nelle persone predisposte e provocare alcuni effetti collaterali, soprattutto se assunto per lunghi periodi e in dosi eccessive.

Tra gli effetti indesiderati del bicarbonato troviamo ad esempio gonfiore addominale, aumento della pressione sanguigna, ritenzione idrica. Il suo utilizzo è inoltre sconsigliato se si soffre di ipertensione, insufficienza cardiaca, insufficienza renale e se si segue un regime alimentare iposodico. L’assunzione di acqua e bicarbonato andrebbe evitata durante la gravidanza e nei bambini.

Infine, poiché le soluzioni di acqua e bicarbonato hanno un pH basico, la loro assunzione potrebbe interferire con l’assorbimento di farmaci acidi e basici dunque se si seguono terapie è bene consultare il medico prima di ricorrere a questo rimedio per la digestione.

 

Fonti:
Oxford Academic

Springer

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Acqua e bicarbonato per favorire la digestione