Tatuaggio labbra: cos’è e come funziona

Sognate una bocca perfetta, carnosa e sempre ben definita? Vi sveliamo tutto sul tatuaggio labbra, un nuovo trattamento da provare

Fra le nuove tecniche per avere una bocca più bella e voluminosa c’è il tatuaggio labbra che consiste in una micropigmentazione dei contorni. In questo modo le labbra assumono da subito un aspetto più simmetrico e definito, così tanto che non è più necessario truccarsi.

Attenzione però: il tatuaggio non è permanente, perché l’effetto dei pigmenti tende a svanire quando vengono riassorbiti naturalmente dalla pelle. Ciò è dovuto al fatto che per legge il pigmento che viene utilizzato nel tatuaggio labbra deve essere tassativamente bioassorbibile.

Tatuaggio labbra: come funziona e quando farlo

Come funziona il tatuaggio labbra? La micropigmentazione è una tecnica piuttosto semplice e veloce da effettuare. Una volta scelto l’esperto che effettuerà il lavoro è necessario stabilire il disegno preciso e la forma delle labbra. Si può optare per una linea che ridefinisca solo alcune zone della bocca oppure per un effetto più visibile e riempitivo.

In base alla scelta fatta si realizzerà un tatuaggio labbra sfumato, con un colore molto chiaro soprattutto nel contorno esterno delle labbra, oppure l’operatore ricorrerà ad un pigmento più forte, marcato nella zona interna della bocca, l’ideale per chi ha delle labbra molto fini e sottili.

Quando ci si sottopone ad un trattamento di questo tipo spesso ci si fanno molte domande. Le più frequenti riguardano la possibilità di provare dolore e soprattutto la pericolosità del trattamento. Il tatuaggio labbra è doloroso? Viene effettuato con un ago che penetra nella pelle, quindi non esiste una risposta definitiva a questa domanda. Come per il filler labbra, tutto dipende dalla bravura dell’operatore, ma anche dalla percezione del dolore di ogni persona.

Il più delle volte nel corso del trattamento vengono utilizzate delle pomate anestetiche. Inoltre prima di sottoporsi al tatuaggio è importante preparare le labbra in modo adeguato. Nei giorni precedenti sarà fondamentale ricorrere a degli impacchi per idratare la bocca e ammorbidire la pelle, rendendola molto meno sensibile. In generale non presenta particolari controindicazioni, ma è meglio non effettuarlo durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento. Inoltre è sconsigliato per chi soffre di dermatiti, presenta delle cicatrici nella zona da trattare o delle infezioni cutanee.

Gli esperti consigliano anche di non prendere il sole e non fare lampade almeno due settimane prima, per evitare che la pelle si secchi. Queste regole vanno rispettate anche dopo che si sarà effettuato il trattamento. Dopo aver fatto il tatuaggio labbra bisognerà curare la zona con creme ricche di vitamina E, evitare di esporsi al sole e usare prodotti antiage o esfolianti.

Il trattamento in media dura 2-3 ore. In seguito sentirete le labbra indolenzite e potrebbero formarsi delle piccole crosticine che cadranno naturalmente. Si tratta di un evento naturale, legato al processo di esfoliazione compiuto dal tatuaggio. In circa dieci giorni comunque la situazione dovrebbe tornare ad essere normale.

I vantaggi del tatuaggio labbra sono molti. Per prima cosa si è pronte in dieci minuti. Non sarà infatti più necessario utilizzare una matita per poter correggere e migliorare il contorno della bocca. Il tatuaggio labbra infatti regala un make up perfetto ad ogni ora del giorno, che non crea sbavature, non svanisce nel corso della giornata e non ha bisogno di continui ritocchi.

Si tratta di una soluzione perfetta anche per chi soffre di herpes e spesso, a causa di questa malattia, presenta cicatrici e piccole irregolarità sulla bocca, che impediscono di avere un trucco labbra perfetto.

Tatuaggio labbra: la durata

Quanto dura il tatuaggio labbra? Come abbiamo già spiegato questo trattamento non è definitivo e con il tempo il pigmento utilizzato per definire la bocca si riassorbirà. Nonostante ciò la durata è altamente variabile. Tutto dipende dal modo in cui verrà trattata la pelle e come ve ne prenderete cura.

Solitamente il tatuaggio labbra dura un anno, ma la sua efficacia è legata all’esposizione al sole, all’uso di farmaci e creme. Chi desidera che il risultato duri più a lungo può effettuare, dopo la prima seduta, una seconda, denominata di rinforzo.

Va effettuata circa un mese dopo e ha come scopo quello di perfezionare il lavoro che è stato svolto in precedenza, migliorando la presenza del pigmento e realizzando le sfumature a regola d’arte. Il lavoro dura in media un’ora e ha lo scopo di fissare meglio l’operazione compiuta in precedenza.

Tatuaggio labbra: cos’è e come funziona