Tagli capelli corti: le ispirazioni anti caldo per l’estate

I nuovi tagli capelli corti per l'estate 2022 sono facili da gestire e adatti ad ogni età

Foto di Malvina Berti

Malvina Berti

Beauty Editor

Beauty editor dal 2017, ha collaborato con le più importanti realtà editoriali, da Condé Nast a Hearst, passando per il gruppo RCS. Capo redattore del ClioMakeUp Blog (2017-2019) ha vinto il premio MacchiaNera Internet Awards nel 2018 come "Miglior sito di bellezza".

Quando il caldo si fa insopportabile subito viene voglia di dare un taglio drastico alla chioma, per alleggerire i capelli e soprattutto soffrire meno le temperature.

Dai tagli più estremi, come il buzz cut – ovvero il taglio rasato in stile Soldato Jane – al più classico dei pixie cut, per l’estate 2022 i tagli corti diventano minimali, di ispirazione anni ’90 (con riga dal lato ed effetto sleek) ma in particolare diventano facili da gestire per un effetto effortless ma assolutamente glamour.

Tagli capelli corti: il ritorno dello stile minimal chic

Per l’estate 2022, i tagli di capelli corti più di tendenza sono quelli “senza sforzo”: facili da acconciare, perfetti da far asciugare all’aria aperta e decisamente portabili, qualunque sia lo stile e l’età.

Dalle passerelle ai social infatti quello che sta emergendo è il ritorno minimal chic tipico degli anni ’90 e di quelle acconciature alla Natalie Imbruglia che tanto piacevano alle ragazze nate alla fine degli anni 80. Si sta dunque assistendo ad un grande ritorno di mini frange, da portare leggermente di lato e di tagli boylish, estremamente corti sulla nuca quasi a ricalcare una versione moderna del classico taglio à la garçonne. 

La nuova tendenza però parla anche si originalità, stile e coraggio. Grazie a tagli in stile genderfluid adatti ad ogni genere e senza regole precise. Uno su tutti è infatti il “Boy Band Cut” un nuovissimo caschetto corto che va bene per tutti.

Buzz cut: il fascino del taglio rasato

Coma accomuna Iris Law e Demi Lovato? Aver avuto il coraggio di rasare completamente la testa: seguendo – o meglio dettando – quella che per l’estate 2022 è la tendenza del buzz cut, ovvero i capelli a spazzola. 

Ideali per combattere il caldo, i capelli rasati hanno il pregio e allo stesso tempo il difetto di mettere completamente il mostra il viso. Perfetti dunque per coloro che hanno dei tratti molto delicati e non troppo pronunciati, il buzz cut racchiude in se anche una incredibile dose di forza.

Amatissimi da coloro che hanno uno stile rock e non hanno paura di osare, questo hairlook si presta però anche a chi ha uno look più romantico e sognante, perché riesce a creare una contrapposizione molto forte.

Per quanto riguarda la cura a casa – niente di più semplice. I capelli così corti non hanno bisogno di balsamo o maschere, a meno che non si siano decolorati. In caso contrario basterà eseguire uno shampoo e lasciarli asciugare al naturale, per godersi una testa fresca e perfetta per l’estate.

Pixie cut: il più classico dei tagli corti

Intramontabile e adatto ad ogni età, il pixie cut è certamente tra i più famosi tagli corti di sempre. Amatissimo da Sharon Stone – che ne ha fatto un suo diktat personale – sono molte le celebrity, anche giovanissime, ad aver scelto questo hairlook.

Ideale per le over 50, il taglio pixie ha la qualità innata di andare a ringiovanire il viso, complice quella forma all’insù che solleva otticamente gli zigomi e regala qualche anno di meno. Allo stesso tempo, per le under 30, questo taglio si presta alla perfezione perché mette in luce la forma sinuosa del collo, punta l’attenzione verso la linea della mandibola, dando anche al viso una radiosità unica.

“Boy Band Cut” l’hairstyle emblema della Gen Z

L’estate è il momento ideale per sperimentare nuovi hairlook ma spesso le affezionate delle chiome xxl fanno fatica a rinunciare alle loro lunghezze.

In soccorso, tra i tagli corti anti-caldo per eccellenza quest’anno di fanno strada i bob cut e i mullet, tra i più amati della stagione. Per quanto riguarda caschetti e bob c’è solo l’imbarazzo della scelta, dai saloni e dalle sfilate infatti è questo il taglio più portabile di sempre, perché facilmente modulabile a seconda del gusto di chi lo indossa.

Tra le tendenze però è apparso il “Boy Band Cut” un taglio corto già emblema per la Gen Z perché è senza genere e si conseguenza adatto a tutti. Leggermente bombato nella parte posteriore è caratterizzato da lunghi ciuffi frontali che arrivano all’altezza degli zigomi creando una sorta di “effetto tendina”. Unica eccezione i visi troppo tondi, che non gioverebbero di questo look.

Mullet, dagli anni ’80 il taglio più amato della stagione

Stessa cosa vale per il taglio mullet, amatissimo dalle nostalgiche anni ’80 e rivalutato negli ultimi tempi, passando da orrore beauty a vera e propria tendenza.

Il mullet infatti è oggi tra i tagli più richiesti in assoluto, un vero e proprio must che ha incantato tutti, perfino Charlize Theron che ha trasformato completamente la sua iconica chioma biondo miele in nero corvino. Più o meno estremo, anche questo taglio corto permette di osare e sperimentare molto: tenendo la parte superiore molto corta oppure creando un distacco più morbido con le lunghezze.

“Torn Bob”: il taglio capelli corti in stile Natalie Imbruglia

Direttamente dagli anni ’90 – o più precisamente dal 1997 – torna anche tra le tendenze capelli corti estate 2022 il “taglio strappato” di Natalie Imbruglia, che la rese celebre con la sua canzone Torn.

Tra gli hairlook più desiderati di quel periodo, questo taglio è stato riscoperto (sempre dalla Gen Z) per il suo fascino senza tempo e la capacità di giocare con varie lunghezze. Il look, più corto sulla nuca e più lungo sul davanti aveva davvero un aspetto “strappato” come le ciocche fossero state tagliate a caso. 

Niente di più sbagliato: il look era perfettamente studiato per conferire al viso un aspetto misterioso e allo stesso tempo disinvolto, ideale per le ragazze del tempo e super affascinante oggi.

Bowl cut, perfetto sui capelli lisci

Infine, sempre dagli anni ’90 è tornato un altro classico intramontabile: il bowl cut – ovvero il taglio a scodella. Odiatissimo (come il mullet) oggi trova una seconda rinascita, grazie al revival in stile nineties che stiamo vivendo.

Il taglio a scodella infatti ha rubato il cuore a non poche celebrity, una su tutte Rihanna e Zendaya che ne ha fatto suo segno distintivo per molto tempo. Da portare con la parte inferiore rasata e perfettamente sfumata le lunghezze poi possono arrivare fino all’altezza degli zigomi, ma non oltre, il rischio sarebbe quello di compromettere la geometricità del hairlook.