Come scegliere il taglio a caschetto più adatto a te

Il taglio a caschetto è da sempre uno dei più versatili ed amati dalle donne: ecco come scegliere la lunghezza perfetta per ogni viso

Emblema di modernità e indipendenza, il taglio di capelli a caschetto è il più amato dalle donne da ormai più di cento anni. Fu il parrucchiere francese Antoine a dare vita a questo taglio rivoluzionario nel 1909, rompendo la tradizione che voleva le donne rigorosamente con il taglio di capelli lungo. È solo negli anni Venti però che il caschetto diventa un vero e proprio must, simbolo di indipendenza, ribellione ed eleganza.

Tutt’ora questo haircut continua ad essere uno dei look preferiti delle donne, non solo per la sua praticità ed eleganza, ma anche perché le sue tantissime varianti lo rendono adattabile ad ogni forma del viso. Come ogni taglio, anche il caschetto deve essere studiato attentamente per essere una cornice perfetta del volto. Scopri di seguito le diverse versioni del caschetto e come scegliere quella più adatta a te.

Come scegliere il taglio a caschetto più adatto a te

La capacita del caschetto di reinventarsi in centinaia di versioni diverse lo ha reso uno dei tagli più popolari ed apprezzati di tutti i tempi dalle donne di tutte le età e di tutti i ceti sociali. Star di Hollywood, famose cantanti e icone di stile, a partire dagli anni Venti fino ai giorni nostri, hanno sfoggiato con grande classe e charm questo haircut iconico ed intramontabile. Pur essendo veramente tantissime le versioni dei capelli a caschetto, sono però tre le varianti principali in cui potremmo dividere questo taglio:

  • Caschetto corto, o chin bob, in cui i capelli vengono tagliati all’altezza delle orecchie o pari al mento;
  • Caschetto lungo, long bob, dove i capelli arrivano fino alle spalle;
  • Caschetto scalato, o shag bob, corto dietro e lungo sul davanti.

Nello scegliere la lunghezza del caschetto è importante valutare bene sia la forma che i tratti del viso, per valorizzarne al meglio i pregi e attenuare i difetti. Inoltre, è fondamentale tenere presente anche la struttura del capello: chi ha i capelli fini, ad esempio, può optare per la versione scalata del caschetto, in modo da aggiungere volume alla chioma, mentre se si hanno i capelli mossi tendenti al crespo è assolutamente da evitare un bob corto, che diventerebbe ingestibile. Vediamo nel dettaglio come scegliere il taglio a caschetto più adatto alla propria tipologia del viso e del capello.

Taglio a caschetto corto

Taglio a caschetto corto

Il caschetto corto di Dua Lipa @ Shutterstock

I primi capelli a caschetto sfoggiati dalle donne, chiamati anche Bob cut o taglio alla maschietta, erano rigorosamente molto corti. A rendere popolare questo taglio di capelli furono due icone del primo ventennio del ‘900: la splendida attrice e ballerina Louise Brooks, che ne ha fatto un segno distintivo del suo look, e l’incantevole ballerina Irene Castle, fra le prime a optare per questo taglio, che lanciò una vera e propria moda con il suo caschetto definito “Castle Bob”. Il caschetto sfoggiato dalla Brooks, corto fino alle orecchie, nero, liscissimo e con una frangia a incorniciare il volto, è diventato l’archetipo della femme fatale, ispirando diversi artisti e stilisti di fama mondiale.

Il cortissimo caschetto della Castle, invece, più dolce e sbarazzino, portato con le onde, diventò popolarissimo tra le ragazze e le signore che volevano emularla a tutti i costi. Anche oggi il caschetto corto continua ad essere popolare fra le star e le influencer. La famosa cantante Dua Lipa, ad esempio, si è convertita a questo taglio già nel 2018 e da allora ha sfoggiato diverse varianti del bob, giocando sia sulla lunghezza che sulla messa in piega. Questo tipo di taglio è perfetto per le donne che vogliono rivoluzionare totalmente il proprio look e mettere in risalto gli zigomi, ma non è purtroppo adatto a tutti, con qualche accorgimento però può essere adattabile a ogni forma del viso. Come scegliere quindi il bob più adatto alla propria forma del viso?

Il caschetto corto e tutto pari è il taglio ideale per chi ha la forma del viso ovale. I visi tondi che non vogliono rinunciare ad un bob corto possono invece optare per una versione del caschetto leggermente più sfilata sul davanti. Per i visi rettangolari è preferibile invece concentrare il volume del caschetto sugli zigomi, in modo da metterli in risalto, mentre per il viso dalla forma triangolare è meglio optare per un caschetto corto con la frangia, magari con uno styling mosso. Un viso quadrato invece può essere messo in risalto da un bob mosso sulle punte, per dare volume agli zigomi.

Anche se corto, il bob è un taglio versatile, ma anche facile e pratico da gestire: non solo permette di asciugare i capelli in modo facile e veloce, ma può anche essere personalizzato semplicemente cambiando riga. Come anticipato in precedenza però, non è un taglio ideale per chi ha i capelli mossi e tendenti al crespo perché richiederebbe molta cura in più. Inoltre, prima di fare un taglio netto e sfoggiare un caschetto corto da sogno c’è un altro fattore da tenere presente: pur essendo un taglio che dona personalità, bisogna sicuramente avere un carattere deciso per portarlo con disinvoltura!

Caschetto lungo

Caschetto lungo

Il caschetto lungo di Kim Kardashian @Shutterstock

Il caschetto lungo è un taglio di capelli perfetto per coloro che non vogliono cambiare drasticamente il proprio look, rinunciando totalmente alla chioma fluente. Molte donne, infatti, optano proprio per questo taglio quando arriva il tempo di tagliare le punte rovinate da phon, piastre o decolorazioni. Per fortuna questo tipo di taglio, con i capelli che arrivano quasi a sfiorare le spalle, sta bene a tutte le tipologie del viso e può essere portato in molteplici modi: liscio, riccio, mosso, asimmetrico, scalato, con la frangia o senza, basta scegliere la versione che preferisci. Ovviamente però, anche in questo caso vanno prese alcune accortezze per valorizzare il taglio al massimo e avere un look perfetto. Ad ogni forma di viso la propria versione di long bob! Per le forme di viso a cuore o a diamante il long bob è il taglio perfetto per eccellenza in quanto incornicia perfettamente il viso ed è in grado di risaltarne tutti i pregi.

Per i visi tondi e quadrati, invece, è consigliabile la versione mossa di questo cut, in modo da sfilare i tratti della zona degli zigomi e del mento. Per coloro che hanno il viso allungato oppure di forma triangolare o rettangolare è consigliato un long bob medio-corto, sfilato sulle lunghezze. Il long bob con la frangia è invece ideale per i visi con tratti somatici irregolari o dalla forma ovale: a tendina per un look più romantico, pari per uno style più deciso. Il pregio più grande di questo taglio è che consente piena libertà per quanto riguarda lo styling, permettendo di creare pettinature diverse a seconda delle occasioni. Con questo taglio è proprio la messa in piega a fare la differenza e ciò rende il caschetto lungo ideale per chi vuole un taglio corto ma non può proprio rinunciare alla libertà di giocare con i diversi stili e look.

Caschetto scalato

Caschetto scalato

Il caschetto scalato di Emma Stone @Shutterstock

Lo shag bob, ovvero i capelli a caschetto scalati, è forse la variante più moderna e sbarazzina di questo taglio iconico. Il look è diventato popolare grazie alle star come Victoria Beckam, che l’ha sfoggiato nella versione corta e asimmetrica ai lati, e Jennifer Aniston che ha lanciato una vera e propria moda con il suo caschetto “alla Rachel”, voluminosissimo alle radici e sfilato sulle lunghezze. Ma quando optare per un bob scalato? La versione scalata del caschetto è ideale soprattutto per le ricce perché permette di alleggerire i boccoli e creare volume donando un look da ribelle.

Lo shag bob è consigliato anche a chi possiede i lineamenti del viso tondi o quadrati, per allungare il viso, sfilando la zona mento-zigomi, e metterlo in risalto. La versione lunga e scalata del bob è inoltre perfetta per chi ha la silhouette più formosa, in quanto con un bob corto, che lascia uno spazio fra i capelli e le spalle, si corre il rischio di far apparire il fisico più grande e accorciarlo visivamente. A parte questi piccoli accorgimenti il caschetto scalato sta bene a tutte e lascia molto spazio alla fantasia. Inoltre, è perfetto come “taglio di transizione”, per passare da un caschetto corto a un caschetto lungo.

Il taglio scalato è molto facile da gestire, a patto che la scalatura venga mantenuta nel tempo, e permette di passare facilmente da un look curato a quello “finto spettinato” che, abbinato ad un abbigliamento elegante, può dare vita a contrasti molto interessanti. Fra i trend del momento poi c’è il bob scalato con la frangia che addolcisce i tratti del viso, un look perfetto da sfoggiare per l’inverno. Come abbiamo visto, sono davvero tantissime le possibilità che offre il taglio dei capelli a caschetto, il che lo rende adattabile a praticamente tutte le tipologie dei capelli e a tutte le forme del viso. La sua versatilità lo rende un taglio sempre di tendenza, capace di reinventarsi e di essere sempre all’ultimo grido.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere il taglio a caschetto più adatto a te